Lecce - 16 giugno - Istantanee d’Africa: storie e letture - Festival Negroamaro 2006: Rassegna delle culture migranti
Fondo verri – Presido del Libro di Lecce
Provincia di Lecce
Festival Negroamaro 2006

Rassegna delle culture migranti
Istantanee d’Africa: storie e letture
Venerdì 16 giugno 2006

La sezione, curata da Massimo Bray e Francesco Zippel dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani. L’avvio è alle 17.00 presso Palazzo Adorno a Lecce con un seminario introduttivo in cui studiosi e autori si confronteranno sul tema Africa e Italia incroci di culture con l’intento di introdurre il tema della rassegna da una serie di prospettive differenti. Ci saranno due scrittrici di talento, Ubah e Aminata Fofana, che parleranno della loro esperienza di ‘africane d’Italia’, trasferitesi nel nostro paese per motivi differenti ma mosse dal medesimo desiderio di racontare le proprie tradizioni con l’ausilio della lingua italiana. Davide Bregola e Roberto Piangatelli invece parleranno della loro esperienza di studiosi e delineeranno il primo i ‘movimenti’ di una cultura migrante come quella africana verso il nostro Paese e il secondo la sua esperienza di traduttore di uno dei capolavori della letteratura africana, Sozaboy del nigeriano Ken-Saro Wiwa. La professoressa Monica Ruocco ci permetterà poi di ‘leggere’ il modo in cui la letteratura africana viene fruita e divulgata nel nostro paese, idealmente sostenuta da Padre Matteo Merletto il quale parlerà della sua esperienza di divulgatore della cultura africana presso i più piccoli attraverso la sua pubblicazione PM, Il Piccolo Missionario. Ospite d’onore di questo seminario sarà Monsignor Silvano Tomasi, Osservatore permanente della Santa Sede presso la Commissione dei Diritti Umani delle Nazioni Unite, il quale dall’alto della sua esperienza apostolica e missionaria stendera’ idealmente un ‘ponte’ tra questi due mondi. Quest’incontro d’apertura darà il via a una serie di letture in cui le storie d’Africa prenderanno vita attraverso le parole dei protagonisti i quali, all’interno della cornice dei cortili barocchi leccesi e accompagnati dalle suadenti note musicali di Roberto Gagliardi, racconteranno le loro ‘istantanee d’Africa’. Ubah, Aminata Fofana, Ilaria Seclì e Roberto Piangatelli con i versi di Wiwa saranno i primi che tra venerdì 16 (sempre a Palazzo Adorno, subito dopo l’incontro) e sabato 17 giugno (dalle 20.00 sulla Terrazza di Palazzo Famularo a Lecce) ci guideranno in questa scoperta.

Aminata Fofana nasce in Guinea. Trascorre l’infanzia immersa nella vita tribale del suo piccolo villaggio fatto di capanne di fango fra numerosi fratelli, sorelle, matrigne e cugini, con guerrieri e pescatori, ascoltando i suoni dell’immensa foresta che la circonda. La sua vita è segnata profondamente dalla figura del nonno, grande uomo di ginnah bjè, magia bianca, designato morikè (sciamano) della tribù da una profezia. Appena adolescente, Aminata lascia con la sua famiglia la vita incontaminata del villaggio e si trasferisce a Kindia, una città alle porte della capitale Conakry. Qui, dopo aver affrontato i primi difficili adattamenti alla nuova vita, fa un salto ancora più grande; lascia tutto indietro e si trasferisce da sola in Europa. A Roma inizia a fare la modella, lavoro che la porta a Parigi e a Londra. In quest’ultima città, accompagnando un amico in una sala di registrazione, scopre la sua voce e incide l’album internazionale The Greatest Dream con la casa discografica Mercury di Londra. Nella realizzazione di questo lavoro collaborano con lei musicisti come i Massive Attack e i Fugees di Wyclef Jean e Craig Armstrong. Da anni vive a Roma e La luna che mi seguiva è il suo primo libro scritto direttamente in italiano, lingua da lei adottata.]

Ubah Cristina Ali Farah è nata a Verona il 29 maggio 1973 da padre somalo e da madre italiana. È vissuta a Mogadiscio (Somalia) dal 1976 al 1991 quando è stata costretta a fuggire a causa della guerra civile scoppiata nel paese. Si è trasferita per alcuni anni a Pécs, in Ungheria, e in seguito a Verona. Dal 1997 vive stabilmente a Roma. È redattrice dell'Agenzia Migranews e delle riviste di letteratura della migrazione el Ghibli e Caffè. Ha pubblicato racconti e poesie in diverse antologie e riviste come Nuovi Argomenti, Quaderni del 900, Pagine, Sagarana, El Ghibli, Caffè, Crocevia.è di recente pubblicazione l'antologia "Ai confini del verso", Le Lettere, Firenze, 2006 curata da Mia Lecomte. A New Map: The poetry of Migrant Writers in Italy curata da Mia Lecomte e Luigi Bonaffini è in uscita negli Stati Uniti. Nel 2006 ha vinto la prima edizione del premio Lingua madre alla Fiera internazionale del libro di Torino.

Roberto Piangatelli è nato a San Severino Marche nel 1961. Dopo gli studi liceali si laurea in Lettere moderne con una tesi sull’opera poetica di Andrea Zanzotto. Durante l’università collabora con riviste letterarie. Ha pubblicato saggi letterari, testi poetici, un romanzo breve. E’ stato insegnante e preside incaricato della Scuola Media Italiana di Port Harcourt (Nigeria) dall’1989 al 1992. Ha tradotto varie poesie di Ken Saro-Wiwa fra cui il celebre poemetto Dis Nigeria Sef, pubblicato poi in Italia su Alias. Ha tradotto Sozaboy di Ken Saro-Wiwa per Baldini e Castoldi. Non riesce mai a restare serio.

AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


 
RELAZIONI UOMO/DONNA CONOSCERSI PER AMARSI
Corso di ACROBATICA per eliminare la... PAURA
7° Concorso Musicale Nazionale Premio "Musica Italia"
BliTzLaB #2: Workshop di danza e movimento sinergetico
concorso Wildlife Photographer of the Year
MOMA: cercasi nuovo look - Umberto Cesari lancia il concorso MyOwnMAsterpiece
Il ruolo delle società civili asiatiche nella ricostruzione e nella pacificazione

 
Rassegna Internazionale di Musica Organistica “Itinerari musicali alla scoperta dei suoni antichi”
Passaggi per il bosco OFF – estate 2011
Scatti on the road tra New York, Parigi e Mosca
"Note fantasiose”
Alessandra Pascali 4et - Un viaggio sonoro tra jazz tradizionale e musica popolare italiana

 
 
24 02 2012 CLICK, SI GIRA.
24 02 2012 E LA LETTERATURA?
24 02 2012 L’escapismo nella società del web 2.0
24 02 2012 Donne e sport
01 02 2012 IL CINEMA AI TEMPI DELLO SWITCH OFF

  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node