Roma - 16 maggio - «Proposta di un assessorato all’integrazione nel programma della nuova amministrazione capitolina»
incontro con i candidati al Consiglio comunale e ai Municipi, sarà presente il sindaco Walter Veltroni...

L’integrazione per il bene di Roma
 
« Proposta di un assessorato all’integrazione
nel programma della nuova amministrazione capitolina »
 
Le Ong e Associazioni romane invitano ad un incontro con i candidati al Consiglio comunale e ai Municipi

Sarà presente il sindaco Walter Veltroni

Martedì 16 maggio, ore 18,30-20,00 presso il Cra-Acea, Via Angelo Battelli, 6  Roma
Seguirà rinfresco

Roma, in questi ultimi decenni, ha vissuto una grande trasformazione, graduale ma di ampia portata. È riuscita a viverla senza gravi traumi, conservando la propria identità e i propri valori, mantenendo la propria vocazione di apertura al mondo con un messaggio di dialogo e di pace, riuscendo ad accogliere persone di ogni continente che si sono inserite in ambito lavorativo, sociale e politico: si tratta di 242 mila immigrati regolari e stabili.
L’Amministrazione capitolina che sta per finire il proprio mandato ha cercato di sviluppare un modello di città partecipata, solidale, promotrice di sviluppo economico, sociale e culturale. Ha saputo offrire l’immagine di una città che appartiene a tutti coloro che vi risiedono e vi lavorano, educando così all’incontro di civiltà contro la cultura dello scontro, all’apertura socio-culturale contro ogni forma di ghettizzazione.
Ha saputo porre i giusti semi per uno sviluppo armonico della città. Semi che vanno ora curati, coltivati, fatti crescere. Perché il rischio che possano rinsecchire rimane sempre in agguato.
Rispetto ad altri Paesi europei, come ad esempio Francia e Gran Bretagna, la presenza dell’immigrazione è alquanto recente ma rappresenta ormai circa l’8% della popolazione residente. La globalizzazione porterà inevitabilmente le nostre società ad una maggiore presenza di immigrati. Si tratta infatti di un mutamento epocale che può essere regolato ma non arrestato.
Il problema principale a cui le Amministrazioni locali devono far fronte è quindi quello dell’integrazione di queste nuove persone stabilizzate. Solo un’equilibrata integrazione, basata sui diritti e sui doveri di cittadinanza, può infatti permettere un salutare sviluppo delle nostre città. Si tratta di un impegno in cui dovrà essere coinvolta l’intera collettività per cogliere, in queste nuove presenze e insieme ad esse, tutte le possibili opportunità di crescita e di sviluppo.
Il modello francese di integrazione, tendente all’assimilazione, non è riuscito a rispondervi in modo adeguato. Le tensioni, specie nelle grandi città, appaiono infatti con sempre maggiore evidenza. Anche il modello britannico, più disposto al comunitarismo, ha prodotto in molti casi una cittadinanza di “estranei”. L’Italia è ancora nella condizione di potere pensare e promuovere un modello di integrazione che faccia tesoro dei limiti già sperimentati altrove e sia adatto al nostro modello di società con le sue dinamiche unificanti e disgreganti. Roma può rappresentare in questo cammino un importante esempio. Può e deve: non c’è altra via al suo sviluppo, infatti, che quella della migliore inclusione ed integrazione e dei suoi abitanti.
“L’integrazione per il bene di Roma” quindi: una positiva, equilibrata e rispettosa integrazione, per il bene di questa città che amiamo e che è amata dal mondo.
Noi Ong e Associazioni romane, che operiamo da anni in solidarietà con i paesi da cui molti degli immigrati provengono, ci adopereremo con l’Amministrazione comunale perché questa indispensabile integrazione possa avvenire al meglio. Conosciamo i paesi di provenienza, le loro popolazioni, i loro problemi insieme alla loro cultura e alla straordinaria ricchezza di umanità che ancora sanno esprimere. Ci proponiamo come attori privilegiati in questo dialogo, fatto di umanità, conoscenza, comprensione e riconoscimento, che deve portare alla migliore inclusione ed integrazione per il bene della nostra città, per “il bene di Roma”. Riteniamo infatti di potere contribuire allo sviluppo del percorso programmatico del Comune su questo tema per il medio periodo.
Convinti che questa sia una delle questioni principali a cui nei prossimi anni saremo confrontati, specie nelle grandi città, chiediamo al Sindaco che governerà per il prossimo quinquennio di istituire un Assessorato all’Integrazione che promuova e coordini tutte le iniziative utili a tal fine. Chiediamo ai prossimi Consiglieri Comunali e agli eletti nei Municipi di favorire tale scelta dotandola di strumenti e di efficacia a tutti i livelli. Non si tratta di un Assessorato all’immigrazione, che rischierebbe di isolare e separare il cittadino immigrato dal resto della cittadinanza, ma di un Assessorato che riguarda tutti, vecchi e nuovi cittadini, la loro inclusione e le possibilità di incontro, di conoscenza, di apprezzamento, di crescita e di sviluppo della città e dei suoi quartieri, di apertura all’altro e al mondo. Che riguarda “il bene di Roma” e il suo futuro.

 


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


 
RELAZIONI UOMO/DONNA CONOSCERSI PER AMARSI
Corso di ACROBATICA per eliminare la... PAURA
7° Concorso Musicale Nazionale Premio "Musica Italia"
BliTzLaB #2: Workshop di danza e movimento sinergetico
concorso Wildlife Photographer of the Year
MOMA: cercasi nuovo look - Umberto Cesari lancia il concorso MyOwnMAsterpiece
Il ruolo delle società civili asiatiche nella ricostruzione e nella pacificazione

 
Rassegna Internazionale di Musica Organistica “Itinerari musicali alla scoperta dei suoni antichi”
Passaggi per il bosco OFF – estate 2011
Scatti on the road tra New York, Parigi e Mosca
"Note fantasiose”
Alessandra Pascali 4et - Un viaggio sonoro tra jazz tradizionale e musica popolare italiana

 
 
24 02 2012 CLICK, SI GIRA.
24 02 2012 E LA LETTERATURA?
24 02 2012 L’escapismo nella società del web 2.0
24 02 2012 Donne e sport
01 02 2012 IL CINEMA AI TEMPI DELLO SWITCH OFF

  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node