Roma - 8-27gennaio - MANUELA KUSTERMANN in L’AMORE MIO NON PUO’ @ Teatro Vascello

Riccorrono quest’anno 70 anni da quando Mussolini promulgò le famigerate leggi razziali, che il re Vittorio Emanuele III  controfirmò senza tanti problemi. Per non dimenticare una delle pagine peggiori della storia italiana, Manuela Kustermann ha adattato per teatro il bellissimo romanzo di Lia Levi che è  in scena al Teatro Vascello di Roma fino al 27 gennaio per la giornata mondiale della memoria. Manuela ne è anche l’’intensa protagonista.

8– 27 gennaio 2008
TSI. LA fabbrica dell’Attore presenta
MANUELA KUSTERMANN in
L’AMORE MIO NON PUO’
Dal romanzo omonimo di LIA LEVI
Adattamento e regia di MANUELA KUSTERMANN

1939, Un uomo vola giù dal muraglione del Pincio a Roma. Non ha retto lo shock di aver perduto il lavoro a causa delle leggi razziali. Ha lasciato un biglietto dove chiede alla giovane moglie di pensare lei a salvare la loro bambina.
Salvarla sì, ma come?
Da questo antefatto prende le mosse il monologo di Elisa, la moglie  che, rimasta sola, è costretta a cercare di cavarsela in mezzo a difficoltà di ogni genere mentre sempre di più incombono le vicende della guerra  fino all’invasione nazista dell’Italia.
Di esperienza in esperienza, di vicissitudine in vicissitudine Elisa, benché diplomata maestra, si trova a dover accettare il lavoro di donna di servizio in una famiglia di ricchi borghesi ebrei cui le leggi razziali proibiscono di tenere domestici “ariani”. Ma la comune appartenenza religiosa e la comunanza di destino non la preserveranno da una serie di umiliazioni per cui si troverà a rivestire nient’altro che il ruolo della serva.
Sarà però da questa condizione di umiliata che il destino, quel tragico  16 ottobre del 1943 giorno della deportazione degli ebrei di Roma, tirerà fuori dal suo sacco la salvezza per Elisa e la sua bambina.
Tratto  dall’omonimo  romanzo di LIA LEVI , il “ricordare” di Elisa ripercorre le tappe di una delle tante storie personali all’ombra della Storia.
Una piccola storia, vista attraverso l’occhio di una donna, che alterna ai tragici avvenimenti, squarci di vita dell’epoca fatti anche di cinema, canzoni, amicizie e amori.

Per non dimenticare 1938—2008
70 anni dalla promulgazione delle leggi razziali

Teatro Vascello
via Giacinto Carini, 78 - Roma
info: 06 5881021 –
www.teatrovascello.it
orari: ore 21,00 – domenica ore 17.00 – lunedì riposo
prezzi: posto unico € 20.00, ridotto € 15.00


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


 
Rassegna Internazionale di Musica Organistica “Itinerari musicali alla scoperta dei suoni antichi”
Passaggi per il bosco OFF – estate 2011
Scatti on the road tra New York, Parigi e Mosca
"Note fantasiose”
Alessandra Pascali 4et - Un viaggio sonoro tra jazz tradizionale e musica popolare italiana
Yoga Kundalini su: “Il pensiero di Yogi Bhajan, il Maestro della nuova Era”
MUSICULTURA 2011 - XXII Edizione

 
RELAZIONI UOMO/DONNA CONOSCERSI PER AMARSI
Corso di ACROBATICA per eliminare la... PAURA
7° Concorso Musicale Nazionale Premio "Musica Italia"
BliTzLaB #2: Workshop di danza e movimento sinergetico
concorso Wildlife Photographer of the Year

 
 
24 02 2012 CLICK, SI GIRA.
24 02 2012 E LA LETTERATURA?
24 02 2012 L’escapismo nella società del web 2.0
24 02 2012 Donne e sport
01 02 2012 IL CINEMA AI TEMPI DELLO SWITCH OFF

  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node