Torino - 4-26 gennaio - Eventi @ UNITED CLUB

UNITED CLUB
Corso Vigevano 33/u, Torino
www.unitedclub.info
www.myspace.com/unitedclub
info@unitedclub.info
011-23.59.816
Ingresso riservato soci Arci

Venerdì 4 gennaio 2008 ore 23.00 7 € con consumazione
Dj set con:

TURI MEGAZEPPA (Torino)
http://www.myspace.com/barbyturyco
Performer, dj, musicista, Tury ha costruito la sua immagine negli ultimi quindici anni in attività e ambienti differenti. Con lo pseudonimo di Dj Renato, cuciva le prime serate al El Paso occupato, seguite da rassegne di concerti, rave&fave, fino alle prime apparizioni nei club cittadini con l’esplosione della Turymegazeppa mania al Cafè Blue a metà degli anni novanta. Indimenticabili i giovedì, venerdì e i sabato sera estivi del Cacao, i venerdì rock allo Shock (Docks Dora), gli aperiTURY che sottolineano la grande cultura musicale di un Tury che si scopre essere molto elegante e raffinato (come sorseggiare un Glen Grant, con il mignolo sinistro verso levante). Ma le vibrazioni (“sei immensamente Giulia”), le sonorità potenti e con la destrutturazione sempre dietro l’angolo con perplessità collettive, hanno fatto del SUPERMARKET, locale capitanato dal BarbyTury&Co, un’alcova d’ammmmore. La charte musicale offre musica incerta con evoluzione a cavatappi dell’ uomo più nero del nero. Nel 2003 con lo slogan “dove c’è Tury c’è casa” (la casa di quando eravamo bambini), inizia il TURYMEGAZEPPASHOW con la sua creatura più devastante e devastata in un locale che meglio di ogni altro lo ha visto esprimersi nel suo pirotecnico sabato sera. In questi ultimi anni Tury si è creato un vasto seguito, un'organizzazione che sotto la sua egida cura tutti i particolari delle sue performance: coreografie e comunicazione. BarbyTury&Co: la gangbang più hardcore della città, con il suo Dj più trasformista, paracadutista ma soprattutto chiaroestetista, è diventata una realtà dall'immagine molto forte con un seguito invidiabile da molte organizzazioni cittadine, diventando un appuntamento fisso per chi al clubbing underground torinese preferisce il suo esatto opposto, lo spettacolo sbarazzino e dissacrante di Turymegazeppa. Unica anomalia riscontrabile: privato delle zeppe, è alto quanto Alvaro Vitali… BARBY: Architette, promoter Crash Live insieme a Tury, Art Director del SUPERMARKET dal 2003, a fianco e sul fianco di Tury cura e organizza le serate, consiglia l’abbigliamento da Cottolengo di Kiky e la sceneggiatura e la fotografia del suo Dj preferito (chi????), maturando velocemente una spiccata diplomazia che nulla ha da invidiare a Kofi Hannan… Unica anomalia riscontrabile: la fastidiosissima tonalità vocale… & Co. BOMB JACK: Compare al fianco di Tury nel 1997 come Uomo Rana. Ciò fa di lui in qualche modo il fondatore e padre putativo di questa animazione. Scompare un paio di anni dopo causa intenso mal di vivere, per ricomparire nel 2002 al fianco di Jason. Fuori del locale è il tipico prodotto dei giorni nostri. Pluriprecario lavora principalmente come bagnino, istruttore di tuffi, body piercer e occasionalmente come cuoco. Ama raccontare di avere studiato danza classica dalla prima alla terza elementare (ispirandosi e emulando i passi di Fantastico 5) come se questo in qualche modo si evincesse dal suo stile nel danzare. E’ quello che viene chiamato in causa quando c’è bisogno di scrivere qualcosa. C’è chi giura di averlo visto leggere durante alcune serate del BarbyTury&Co. Unica anomalia riscontrabile: ciondola nel locale chiedendo moneta a chiunque… JASON: Spina al fianco di Tury. Dopo essere stato prelevato con forza dai Salesiani di Cumiana tra il 1999 e il 2000, tutta una serie di personaggi (alcuni praticamente inutili) fa capolino (il 77 di Venaria Reale) sul palco del SUPERMARKET. Lui la danza l’ha studiata per davvero, frequentando per quindici anni circa corsi di hip-hop, break dance e l’indimenticabile Socadance della mitica Raffa, per arrivare al fine a tenere dei corsi suoi di queste discipline (il più fortunato è quel “Apri fondanela,chiudi fondanela…). Poliedrico e polisportivo, suona la batteria e canta nei “Cherry Dance”, nei “Gentlemen” e nel gruppo della cantina di fianco a casa tua… Unica anomalia riscontrabile: spazio non sufficiente per una menzione totale… KIKY: Entra a fare parte della crew durante la torrida estate del 2003, prendendo subito il nome di Kiky-Italgas, a causa delle catene infuocate che fa volteggiare per l’occasione (occasione che non si è più ripetuta, causa disapprovazione collettiva…). Studia architettura, si diletta nella video animazione digitale, anale e vulvare, interviene come Vj. Confeziona i vestiti che porta indosso e aspetta di avere a disposizione abbastanza tempo libero per imparare a farsi anche le scarpe. Come il suo fidanzato Bomb Jack la troviamo in piscina in qualità di assistente bagnanti e istruttrice di acquasec’èlagocciaègym. Unica anomalia riscontrabile: quando ride, cigola… WARRIOR: Supplente di Bomb Jack (che, esaurito il mal di vivere, decide di cadere da un’ altezza di due metri e mezzo fratturandosi una vertebra), approda al BarbyTury&Co durante le feste di natale 2006. La cosa gli è piaciuta e da Wolverine uomo della sicurezza (o insicurezza?) stanco di vigilare il palco decide di animarlo. Unico altro essere “umano” sulla faccia della terra, oltre Jason e Bomb Jack, in grado di prendere seriamente questa fazenda, si è subito trovato a proprio agio nei nuovi panni. Nella vita di tutti i giorni è disegnatore al computer, erogatore di benzina, pirata (e signore) informatico, imitatore di Jason, cantante nonchè chitarrista dei “SexecutionerS" Unica anomalia riscontrabile:Difficoltà nell’imparare la parte fischiata di “Wind of change” degli Scorpions. Accetta suggerimenti...


Sabato 5 gennaio 2008 ore 22.30 ingresso 5 €
Concerto con:

THE GROOVE YARD  (Hammond Beat da Vicenza)
http://www.myspace.com/thegrooveyardquartet
Nascono nel 2005 dalla passione dei quattro per le sonorità dell' organo Hammond e le colonne sonore anni '60 e '70. Il repertorio, totalmente strumentale, è composto da brani originali e da arrangiamenti di classici dell' Hammond Groovy Style. Mescolando con sapienza e gusto vari generi tra cui Beat, Soul, Funky & Spy Music il quartet mantiene sempre il suo "Marchio di Fabbrica" ovvero un sound pastoso e graffiante, contagiato da ritmi irresistibilmente coinvolgenti, premessa di un Groove che offre una moltitudine di atmosfere, colori ed emozioni.

THE GROOVE YARD - "45 Giri"
Recensione "Sound & Vision" - Settembre 2007
Questo quartetto vicentino di soul/mod jazz già mi impressionò dal vivo al Winter Beat Epoque ed ora si conferma in tutte le sue potenzialità in questo three tracks CD autoprodotto dal packaging curatissimo. Inciso nella roccaforte dell'Elfo Studio che ne esalta le qualità musicali, il gruppo parte da un groove che potrebbe essere similare a certe situazioni Acid Jazz londinesi, vedi James Taylor Quartet, ma metabolizzato in una preparazione Jazz che ha una lunga tradizione nel gusto italico. La title track è soul jazz mozzafiato e ricco di groove con la chitarra che esprime licks in chiave space age jazz e potrebbe far parte di una soundtrack di uno spy movie. Cenere denota la varietà di linguaggio del quartetto che si diletta in un West Coast Jazz, stile Jimmy Giuffre o Gerry Mulligan, molto romantico e d'atmosfera. Chiude Vuoto D'Aria, un soul jazz fulmineo dal groove coinvolgente. Una realtà, i Groove Yard, destinata a crescere notevolmente.
"Dj Henry - Milano Mods"

A seguire dj set con:

LORD CUMIANA (Cumiana - Torino)
www.myspace.com/cumianamod
Direttamente dal MOD CLAN: Ska (dal 1962 al 1966), 2 tone, power pop, R’n’b, Northern Soul, Soul, Brit Pop, lounge e chi più ne ha più ne metta!

LEO (wild cats soul club) 
BARONE


Giovedì 10 gennaio 2008 a partire dall’aperitivo

Evento in collaborazione con:
CHI HA UCCISO IL ROCK’N ROLL?
www.myspace.com/chihauccisoilrocknroll
Trasmissione in onda tutti i martedì dalle 11.30 alle 12.00 su Centodieci webradio la radio dell'università di Torino.
Indagine su un genere al di sopra di ogni sospetto a cura di: Giovanna Silvestri, Francesco Condello e Luca Zanette.
É partita l'inchiesta su uno dei più crudeli episodi di cronaca nera che la storia recente ricordi. Interrogheremo i testimoni più scomodi e ascolteremo le canzoni più criminali. E vi giuriamo che troveremo quel maledetto...

ESCAPE FROM TODAY
www.escapefromtoday.org
Etichetta e distribuzione do it yourself attiva dal 2002.Ha iniziato con la promozione di band di stampo prettamente hardcore per poi avvicinarsi ai generi più svariati e contaminati, dal punk all'elettronica, dal rock'n'roll al noise.

ESCAPE FROM TODAY & CHI HA UCCISO IL ROCK'N'ROLL?
presentano:

Dalle 19.00 Aperitivo ingresso 5 € con consumazione con:

CIBO (Torino hardcore)
www.appetibile.tk 
www.myspace.com/appetibile

IN VERSIONE ACUSTICA!!!!!
Un bel giorno i CIBO si accorsero di avere un incolmabile bisogno d’amore. Dopo un concerto metal si guardarono negli occhi e ridissero: "D'ORA IN POI SCRIVEREMO SOLTANTO DEI NOSTRI SENTIMENTI."

SEMPRE I CIBO, SEMPRE IGNORANTI, MA IN VERSIONE AFFETTA D'AMORE.

I Cibo nascono dalla fusione di due nuove formazioni hardcore cittadine: Spark e Tsunami.
Il loro sound è alquanto particolare perchè riescono con caparbietà a miscelare l’energia del rock’n'roll (sopprattutto per quanto riguarda le chitarre) e la velocità, nonchè violenza, dell’hardcore (la voce è molto urlata e in alcuni tratti arriva fino ad intonazioni grind).
Insomma un progetto interessante che ha trovato la giusta trasposizione nel loro primo cd “Appetibile” (coprodotto da alcune etichette italiane Do It Yourself) e che da un anno ha già un degno seguito ”L’ignorante” (coprodotto come al solito da una manciata di etichette D.I.Y.).

PERSONAL VELOCITY (Post rock / Indie da Torino)
http://www.myspace.com/ourvelocity
Personal Velocity è il concetto del "momento giusto" per fare le cose, trovare la giusta strada, oltre che il titolo di un ottimo film [ Il concetto di "velocità personale" è affascinante. Essenzialmente, afferma che ognuno vive la propria vita ad un particolare ritmo, e solo coloro che stanno andando aprossimativamente alla stessa velocità possono sperare di stare insieme. La velocità personale non è necessariamente costante (per definizione, significa che esistono l'accelerazione e la decelerazione personali); gli eventi (sia attesi che inattesi) possono provocare cambiamenti. ] è un progetto musicale nato con formazione a 2 umani [ basso e chitarra ] ed 1 computer, ed ora si aggiunge la preziosa presenza di un terzo umano alla batteria. la produzione [ * work in progress * ] è da cameretta! dovremmo deciderci a dare dei titoli alle canzoni, invece che numerarle!!

Dalle 22.30 Concerto ingresso 5 € con:

SANTOS VEGA (Imperia Hardcore / Indie / Elettronica)
www.myspace.com/santosvega
I Santos Vega nascono nell'estate del 2006 dall'incontro di Davide e Marco (chitarra e basso) che ispirati da una rara forma di follia iniziano a comporre pezzi su pezzi. Dopo un paio di mesi si unisce a loro Phill alla voce,e si inizia a intravedere qualcosa di piu chiaro nel suono del trio che continua a cercare il batterista. Nel Novembre 06 dopo aver provato diversi batteristi ma senza trovare il giusto feeling si unisce a loro Rotox_ e da qui si comincia a fare sul serio. "No school hardcore" è quello che suonano i nostri 4, cioè un misto di sonorità che prende spunto tanto per avere un idea da band come "At the drive in"- "Eversor"- "Block party"- Cave in"... ma pur mantenedo un impatto hardcore si muovono con destrezza in ambienti melodici ed anche acustici. Al momento stanno per entrare in studio per registrare circa 10 pezzi che vedranno la luce entro il prossimo autunno.
Line up: Phill - Voce - ( Alterea - Temple Rents ) Marco - Basso - ( The ITS - Mikewasoski - Chupacabras) Davide - Chitarra e cori - ( CGB - Intolleranti crew) Rotox_ Batteria e cori - (Glacial Fear - Ronin - CGB - Twisted Family)

SOSPESI NEL CIELO (Pinerolo Indie Pop Punk)
www.myspace.com/sospesinelcielo
Le radici del gruppo derivano da 15 anni di esperienze musicali nell'area punk rock italiana. Le prime tracce registrate dal gruppo risalgono al 1994 quando Stefano,Riccardo ed Enrico diedero vita ai "Pinaz".Band punk influenzata dai suoni più spumeggianti d'oltreoceano. Nel 1998 invece lo stesso trio con l'aggiunta di Cristian alla chitarra da forma a "La maschera di ferro" registrando con il supporto magistrale di Ru' Catania "Transistor" vinile 10" dal suono più maturo. www.myspace.com/lamascheradiferro Si susseguono un buon numero di perfomance live e tour per tutta la penisola. Nel 2005 il trio originale si reincontra con la necessità espressiva di dar vita a qualcosa che ancora viveva in ognuno dei componenti. Iniziano le prime prove e con il supporto di Enrico al Basso e dopo pochi mesi di Diego l'idea prende forma.Qualche concerto e soprattutto ore di sala prove fanno maturare l'idea. SOSPESI NEL CIELO.

CARBONA ABUSERS (Torino Rock)
www.carbonaabusers.it
www.myspace.com/carbonaabusers
Il nostro nome è Carbona Abusers, e prende spunto da una canzone dei Ramones.
Esistiamo dal Marzo 2003.
Siamo nati all'interno del Gioberti, liceo classico torinese.
Siamo tutti di Torino e dintorni.
Siamo in sei, tutti maschi, ma uno è un pupazzo.
I nostri strumenti sono due chitarre, un basso, una batteria e tante voci.
Il nostro genere è il bubblegum'n'roll, nome che deriva dalla bubblegum music mischiata con il rock'n'roll.
I nostri riferimenti musicali sono, in primis, Beatles e Ramones, ma in generale tutto il rock'n'roll, italiano e straniero, antico e moderno.
Ad oggi la band ama molto creare ritmi masticando gomme.

A seguire DJ SET con:

LUCA & CONDI (Torino)
I dj di "Chi ha ucciso il rock'n'roll"
Trasmissione radiofonica in streaming in onda tutti i martedì dalle 11.30 alle 12.00 su Centodieci webradio la radio dell'università di Torino.

DUO GASSER (Torino)
Faster & la Signorina Giusy proporranno sonorità ruvide tendenti al punk passando per il rock’n roll e il rock più duro…


Venerdì 11 gennaio 2008 ore 22.30 ingresso 5 €

Stuprobrucio Records Party!
http://www.stuprobrucio.com/

DRINK TO ME (Ivrea Indie noise)
http://www.stuprobrucio.com/drinktome/
www.drinktome.net
http://www.myspace.com/drinktomeband
2002 – autunno: quattro ingranaggi di precisione si combinavano insieme a formare la loro macchina. Nascevano i DRINK TO ME. Il gruppo è composto da quattro (non)musicisti di Ivrea (TO) e dintorni provenienti da esperienze (non)musicali differenti ma risolutamente diretti nella stessa direzione.
2003/2005 – registrano e pubblicano con STUPROBRUCIO RECORDS 4 cd-r (“0_range” [2003], “Drunk-on’s E.P.” [2004], “The Beauty E.P.” [2004], e “Kralle Brau sessions” [2005]).
Si esibiscono in una serie di folgoranti live show con luci stroboscopiche e chitarre affilate come rasoi rugginosi, tra le band supportate RED WORM'S FARM e FRANKLIN DELANO. Le ragazzine si strappano le vesti. Il MADCAP COLLECTIVE contatta il gruppo e gli offre di entrare a far parte dei gruppi supportati dall’etichetta, mentre a Settembre del 2005 la MIDFINGER RECORDS propone loro la realizazione di un full-lenght.
2006 - gennaio/settembre: pioggia di recensioni entusiastiche per Kralle Brau sessions. Agosto: I quattro si recano a Londra negli studi Della MIDFINGER UK e registrano una quindicina di canzoni destinate a segnare la storia della musica.
2007 - Dal 15 marzo su midfinger.net è scaricabile gratuitamente “Organic E.P.”, contenente 4 canzoni che anticipano l’album “Don’t Panic, Go Organic!”, in uscita per settembre 2007. Uno dei 4 ingranaggi (Pierre, chitarrista) si inceppa (provvisoriamente?) all’inizio del 2007, e decide di smontarsi. Una settimana dopo l’ormai terzetto affronta la prova live in 3 date, di cui una con gli ULAN BATOR, superandola alla grande. Insomma, i live devastanti dei Drink to Me non possono aspettare oltre. A Maggio Robert Harder (produttore che ha lavorato, tra gli altri, con Soulwax, Babyshambles, Withey, The Slits, Cazals, Theoretical Girls...) si occuperà della produzione di un singolo. La nostra penisola sarà pronta ad accoglierli? Ed il mondo intero? Con le maglie sempre più stracciate le loro fan gridano di Siiiiì! (coro di vocine petulanti).
--- Formazione
Marco Bianchi – voce, chitarra, synth.
Carlo Casalegno – basso, voce.
Francesco Serasso – batteria, voce.
Pierre Chindemi – chitarra. (pausa indefinita)

DEIAN
www.myspace.com/deiansong
Deian nasce il 13 gennaio 1981 a Mon Kalieri, un paesello in Piemonte, al confine col Michigan, in un casolare affacciato sul fiume Mississippi, alla sola presenza di un bue, un asinello, nove pappagalli e ottomila testuggini. Sin dalla più tenera età si dimostra una merda, mal sopportando la presenza - peraltro innegabilmente fastidiosa - degli altri bambini, con le loro vocine querule e le continue richieste di attenzioni e calore affettivo. Viene rapidamente emarginato dalla comunità umana entro i quattro anni d'età. Nel suo animo sono già presenti in nuce tutte le peculiarità che lo porteranno alla deriva: egocentrismo, accessi d'ira, deliri di onnipotenza, tirchiaggine, simpatia per il buio e i luoghi brutti, lo sgradevole lezzo che sprigiona incessantemente da piedi e mani. Un aneddoto risalente a questo periodo è paradigmatico del personaggio. Pare infatti che il giovincello, imbattendosi in un altro bimbo che chiedeva soccorso dopo una rocambolesca caduta dalla biciclettina, gli abbia semplicemente sussurrato all'orecchio: "vaffanculo". Nonostante ciò pare ottenga buoni risultati scolastici e si laurea in dams, dimostrando a tutti che - ci fossero stati dubbi residui - sì: è proprio una testa di cazzo. Negli anni Trenta, durante una sua Grande Depressione, scappa di casa e fa la vita dell'hobo on the road attraverso tutto il Piemonte e oltre. Durante una delle sue mirabolanti peregrinazioni fa la conoscenza di Albert Hoffmann, e insieme sintetizzano per la prima volta l'acido lisergico, noto ai tamarri come "cartoni". L'esperienza allucinante gli apre gli occhi. Il suo spirito ribelle non può appassire entro i confini angusti di una vita chiusa dagli schemi precostituiti del governo mondiale: inventa la libertà. E di conseguenza i fricchettoni. Tra il finire degli anni Cinquanta e l'inizio dei Sessanta fa la conoscenza contemporanea di Jack Kerouac, Allen Ginsberg, Bob Dylan e tutti quei soliti nomi tipo Timothy Leary che si suole citare per dare un'idea di grande conoscenza del periodo di cui stiamo parlando. Nel 1967 è a Londra ad Abbey Road a lavorare a un disco minore dei Beatles, e forse non tutti sanno che ha dettato a Syd Barrett la maggior parte delle sue canzoni e ha scoperto Jimy Hendrix nei giorni più freddi. A cavallo tra i favolosi anni Sessanta e i mitici anni Settanta lancia Robert Wyatt da una finestra ma poi chiede scusa. Dopo le morti celebri del 1969 (Morrison, Joplin e lo stesso Hendrix), e in seguito alla presa di coscienza di non essere ancora nato, si eclissa per un lungo periodo, durante il quale scrive molte delle sue canzoni, come Mi Piace il Tonno e Il Poema del Becchino, registrate nella casa dei suoi genitori su un vecchio quattro piste regalatogli dal papa buono. Nel 1982 l'Italia è campione del mondo per la terza volta. Nel 1983 non accade nulla. Il 1987 non è mai esistito. Non accade nulla anche fino al 2004, quando inspiegabilmente le sue canzoni vengono riscoperte e subiscono una programmazione forsennata da parte delle radio pirata, mentre esplode il fenomeno-Deian sul web. Anche Bugo, emblematico cantore che sfugge alla maggior parte delle definizioni, si accorge di lui e lo invita a suonare insieme. Artista a tutto tondo, è corteggiatissimo anche dal mondo del cinema che conta, ed egli ripaga le attenzioni con le interpretazioni mozzafiato che hanno segnato la storia del grande schermo, nel 2004 è Barbalbero ne Il Signore degli Anelli. Il successo è travolgente e lo coglie impreparato, e la vita della rock star, congiuntamente alle pressioni dell'industria musicale e al crescente consumo di droghe lo portano ad un lento ma inesorabile distacco dalla realtà. Di questo periodo però sono le sue canzoni più mature come L'Occhio Più Grande Che Ho e Una Bella Novità. Nel 2005 è un personaggio scomodo e quindi compra un divano. Ma nell'estate del 2006 sembra risollevarsi e con l'aiuto di alcuni amici fonda una big band dal grandioso impatto live: LORSOGLABRO. Il nome gli appare in sogno ed è ispirato da due oscuri bluesmen del delta del Po: Orso Anderson e Glabro Council. Al sassofono Cecio, l'amico di una vita, celebre per aver insegnato qualcuno dei suoi trucchetti a John Coltrane, poi morto per via d'una depressione incurabile causata dalla presa di coscienza della superiorità umana ancor prima che artistica dell'amico. Sempre al sassofono Gianni Delitto, che dopo una vita di efferatezze assortite ha una crisi mistica, vende l'anima al Balòn e diventa il sassofonista più grande dell'universo conosciuto. Al basso Stefano "Il Maestro" Danusso, colonna portante di supergruppi come Totozingaro Contromungo e Jefferson Airplane, nonché inseparabile compagno di umorismo. Vive in luoghi riparati dalla luce solare e si nutre prevalentemente di Vecchia Romagna. Alla batteria Gabriele Maggiorotto, conosciuto nei cinque continenti per via del cognome facile a prestarsi alla trivialità di battute dal successo assicurato, nonché collaboratore del progetto Dry Tap. Rock'n'roll e se sei ok fatti un giro. Alla tromba Ivan Bert, noto per essere stato Ivan Bert anche in passato. Al trombone Pinocchio, il simpatico burattino che non dice mai la verità. Alla molestia Fratello Tristan. Nonostante una grandiosa conoscenza musicale e un'intelligenza molto intelligente, egli si configura più come una presenza spettrale e inquietante, sempre pronta a portare panico e distruzione nelle altrimenti equilibrate esecuzioni del quartetto. Celebre a questo proposito la sua performance durante le leggendarie Jack Sessions, presso lo studio del popolare musicista e show-man torinese Mao. Il mito narra che Deian, avvertito dal fratello di portare un jack (cavo, per lo più di colore nero, con le cui estremità l'aspirante musicista e più raramente il musicista affermato tenteranno di stabilire una connessione tra la fonte del suono e l'amplificatore), fraintese il messaggio (nonostante avesse insegnato semiotica a Cambridge per un breve periodo nei tardi anni Settanta), e portò premurosamente con sé una bottiglia della nota bibita Jack Daniel's. Tristan, una volta avvedutosi del qui pro quod, anziché contrariarsene, decise di diventare un compagno inseparabile della bevanda marrone per i trenta secondi che gli furono necessari per condurla interamente all'interno del proprio corpo. Che ingenuo! Non poteva certo sospettare le bizzarre conseguenze sul suo organismo. Ma devo ammettere che il suo comportamento fu davvero impeccabile. (pare tra l'altro che esista una sorta di gingillo alchemico in grado di trasformare il jack in cannon... ma non verranno qui svelati certi misteri atavici, cioè arcaici, cioè di nuovo atavici). Ai richiami per anatre Mimmo Passero. Deian si spegne dopo anni di malattia mentale, solo e calvo, nel suo castello scozzese sull'abbaia di Azzon sommerso da una moltitudine di cimeli, simulacri di una vita vissuta sul filo del rasoio scrauso poichè i ricambi del mach3 gillette costano una fortuna e invito l'uomo barbuto e la donna peluta a imboscarli nell'anfratto più remoto del proprio borsello da tacheggio. Ma poi risuscita perchè si dimentica di ricordarsi di dimenticarsi di non farlo. N.d.R.: non tutte le informazioni contenute sono state confermate dai diretti interessati, alcuni dei quali perché irreversibilmente morti. Rintracciate le informazioni vere e speditele a un indirizzo a casaccio. Buon divertimento. AGGIORNAMENTO: l'attesissimo disco è giunto a una fase detta "La Fase del Missaggio"

GIOACHINO TURU’
www.stuprobrucio.com/gioacchino
Gioacchino turu.trovatosi di fronte a mille presupposti,ora accorge di non trovare spazio tra le teste di cazzo.dunque.Rilassati spazi di questure tra le personaggi,vivide trombette esilaranti e riderenti scambi di chiacchere con personaggi al dir quanto bassi.ma come poteva capirlo il giovane turu che preso dalla sua tranquilla ingenuita sbarazzina con morte allergica morte allergica.dopodiche.Scherzo ovviamente.Turu ora parte per le montagne d'arabia e li pensando ai giovani che non hannoi niente da fare se non ascoltare e dir bello e mi fa cagare? ascoltatori di passeri passerà il momento del giudiziocronico.Gioacchino turu crede in se stesso, se anche tu.anche tu devi credere in te stesso e la cosa che piu conta. ma ora passiamo al dunque.Credo che. puo dire.tronbiamo caro?ossequie ai poveri americani d'italia ovunque voi siate mi cagate freddo addosso.questi i testi del giovane turu che spino tra cespugli di grattacapi scola e scolla il vestito da festa per indossare il vestito pudico del giudizio anglo-esterico-isterico -neonazzi-cattocominista-perfordiano-giudeico. arabasco.ceramica e amore dappertuuttto. se volete salvare il giovane turu dai due profeti giocatori di solitario laser e walter non si puo. recensione di Paoleo Peaquin.

MORETTI KILLER
www.myspace.com/morettikiller
Formatasi circa 3 anni fa nella provincia torinese la band ha subito vari cambi di stocazzo si si come fosse facile fingere di essere normali, coerenti e ben integrati eccetera eccetera, collegare pezzi di vissuti soggettivi in uno scritto unico dotato di senso, facile da capire, ma allo stesso tempo intelligente, che dica di concerti, successi, ma anche di balli di gruppo, serate in spiaggia, che diano un idea del gruppo lasciando velato qualcosa, vedo non vedo cosa c'è da scoprire, e poi solo i coglioni leggono le biografie e ne parlano, ma l'artista non esiste, il massimo che potete sapere è questo:
MORETTI KILLER.
Ottobre 2006.

I. Mo.kill EP (2006).
II. Cattiveria d’altri tempi (2007).
La musica si fa pre e Moretti ubriaco danza la notte e getta il seme attorno a se diffondendo la propria sterilita (le facce,le facce!).
E se ne frega. Moretti roteando danza.
Sempre.

TREVIUS!
http://www.myspace.com/treventrevius
Figlio del parto, scazzato, nasce cesareo.Nei primi anni ottanta composto, mite. sfalda sui 3-4 anni,dadaismo latente.Poi adolescenza digitalini lattecaldo e disagio ...


Sabato 12 gennaio ore 22.30 ingresso 8 €
United Club in collaborazione con
Garbage Dump Agency
http://www.garbagedumpagency.com/
Go Down Records http://www.godownrecords.com/

E’ orgoglioso di presentare:

GO DOWN FESTIVAL!
La Go Down Records arriva ed arriverà nelle principali città e rock club con le band del proprio rooster! Ogni serata sarà possibile acquistare tutto il catalogo della Go Down Records ma non solo...

Concerto con:

GRAND SOUND HEROES (Treviso Rock)
http://www.myspace.com/grandsoundheroes
Band della quale il nome è già tutto un programma. Il loro sound è un Rock con la “R” maiuscola, acido, mistico e caldo come un mezzogiorno desertico nella Death Valley.
Riffs energici si intrecciano a parti melodico psichedeliche, un mix di chitarre sferzanti e impazzite come cavalli selvaggi. Nella loro musica risalta un’ottima combinazione di differenti impronte musicali mescolate tra loro, con influenze provenienti dai 60’s - 70’s alla musica dei giorni nostri. Hanno già condiviso il palco con bands internazionali di rinomato spessore come
Brant Bjork & The Bros, Nebula, Michael Davis MC5, Josiah, Dozer, Gorilla, Ojm, Small Jackets e molte altre. Nei lives sembrano vendere “anima e corpo al diavolo” da quanta energia ed emozione sanno esprimere alternando tonnellate di suono a parti che “sbattono la porta in faccia” e sin dai primi concerti la band ha ottenuto risultati positivi con consenso da parte del pubblico e ottimi giudizi dagli addetti al settore.
Animali da palco, si sono fatti notare oltre che musicalmente anche per i loro shows in cui il “Fire” lo si vede veramente, quando qualche amplificazione o chitarra s’incendia per mano del chitarrista, che appunto, ha un amore per il fuoco..vi dice qualcosa il nome dell’album?
Have you ever seen the Fire on stage? Try to see the them live, you will be rock!
 
LOS FUOCOS (Lodi  Rock / Punk / Blues)
http://www.myspace.com/losfuocos
www.losfuocos.tk
I Losfuocos nascono nel settembre del 2002 a Lodi. Marco, Daniele e Michele, classe ’83, provenienti da esperienze musicali differenti, decidono di trovarsi a suonare cercando di far confluire le loro personali influenze (punk rock, metal, hardcore, hard rock) in un unico suono, un rock’n’roll fortemente ispirato da gruppi scandinavi come the Hellacopters, the Peepshows, Gluecifer e da vecchie glorie come MC5, Radio Birdman e Stooges. Nel 2003 registrano un primo demo “Sex, fire and rock’n’roll”. Sono ancora molto evidenti le tracce di punk e hardcore. Comincia contemporaneamente la gavetta: suonare dal vivo in qualsiasi posto venga concesso a Lodi e Milano senza ricevere alcun compenso. Con l’aggiunta di un secondo chitarrista la band prosegue e scrive i nuovi pezzi per un secondo demo “All bands play, Losfuocos kill” che uscirà nel 2004 e conterrà altri 4 pezzi. L’attività live prosegue ma la scrittura dei pezzi e la crescita del gruppo ha bisogno di una scossa. Con il ritorno della formazione “power trio” i Losfuocos si dedicano alla stesura dei pezzi, alle prove assidue ed a una fittissima attività sui palchi di tutta la lombardia. Verso la fine del 2005 il gruppo entra così in studio per registrare “Peechoopachoo”, un ep di 5 pezzi che riassume tutto il lavoro fatto fino a quel momento anche per quanto riguarda la ricerca dei suoni. La qualità del prodotto è nettamente superiore al passato e una tiratura di 500 copie permette una buona distribuzione. Arrivano i primi risultati: interessamenti da tutta Italia, le date si moltiplicano e i Losfuocos possono oltrepassare il confine per suonare tre shows in Germania. Oltre al fortunato minitour oltreconfine (di spalla ad una band americana, i Bullets To Broadway, ex Teen Idols), la band suona assieme a thee S.T.P., Gerson, One Dimensional Man, Super Elastic Bubble Plastic, Malfunk. Durante il 2006 La Go Down Records (OJM, Small Jackets, Gorilla) si accorge di loro e propone l’uscita di un disco vero e proprio per il 2007. I Losfuocos raccolgono l’invito e si chiudono tutta l’estate in sala prove per scrivere i 10 pezzi che, uniti ad una cover, comporranno il primo full lenght album del gruppo. Il disco esce nel marzo 2007. I Losfuocos suonano in tutto il nord Italia insieme a bands come Small Jackets, OJM , Firebird (ex Carcass/Napalm Death/Spiritual Beggars), Michael Davis (storico bassista degli MC5!) e Gorilla (compagni di scuderia from UK). A breve il tour!!!

RE DINAMITE (Treviso  Rock / Psichedelica / Garage)
http://www.myspace.com/redinamite
Re Dinamite è un progetto che nasce nel settembre 2005 dalla prematura nonchè per molti dolorosa scomparsa dei T.H.U.M.B. (trio SuperRollerStonerUltralouder) e dei Doggie Position (GrezzoRocknrollAlloStatoPuro).Si tratta di un trio maleducatissimo dall'inusuale quanto preoccupante grado di tamarranza e rozzanza pura rocknroll. I sentori dell'unione erano già arrivati nella primavera dello stesso anno...ma nulla lasciava presagire che nel giro di pochissimi mesi prendesse vita il progetto RE DINAMITE! RE DINAMITE è una sola entità che suona il più delle volte pezzi semplici e veloci in stile Zen Guerrilla, un rock'n'roll roccioso su una base ritmica inzuppata di blues e ovviamente di stoner. E’ infatti proprio lo stoner a segnare in modo piuttosto netto l’attitudine di RE DINAMITE, un sire dall’animo romantico e glitterato e che sa dimostrare nella sua musica numerose divagazioni e dilatazioni del tutto psichedeliche alternate a momenti di tiro micidiale… Dotato di un groove notevole oltrechè di un umore particolarmente mutevole RE DINAMITE è un progetto senza mezze misure, senza mezzi termini e senza compromessi….
A Novembre è attesa l’uscita dell’omonimo disco su etichetta Go Down Records (Gorilla UK, OJM I , Small Jackets I, ed altri) Già disponibile in numerosi portali store distribuiti su etichetta Black Nutria.


Giovedì 17 gennaio ore 22.30 ingresso libero

2° Compleanno della High Voltage Records http://www.hvrecords.com/
Dopo alcuni anni dalla sua nascita High Voltage Records si ricrea come associazione culturale per supportare la musica. Una label, live booking, un team di promozione eventi, management, merchandising e uno studio grafico.
Tutto questo non era previsto nel 2003, agli albori delletichetta torinese, ma era un obiettivo da raggiungersi quanto prima.
Oggi, con il passare degli anni, lingrandirsi dello staff e lesperienza accumulata, HVR e' un'organizzazione che ha lo scopo di supportare gli artisti, e crescere insieme a loro, lasciandoli liberi di decidere le modalit con le quali relazionarsi con il progetto.

HVR offre:
- servizi di stampa no-profit per le produzioni D.I.Y. (Do It Yourself) ed underground
- supporto logistico per bands e musicisti
- produzioni musicali
- organizzazione concerti e tourne
- realizzazione merchandising
- progettazioni grafiche

Tutto questo in un'ottica di progettualità, non solo per l'artista, ma insieme all'artista.
HVR e' una delle prime label al mondo ad utilizzare esclusivamente licenze Creative Commons, (
http://www.creativecommons.org), perch ritiene che la musica debba essere un bene comune, qualcosa di pi che una semplice sequenza di suoni.
HVR, inoltre, rifiuta e boicotta qualsiasi persona/realt/movimento/organizzazione/formazione musicale/artista esplicitamente o implicitamente razzista/sessista/fascista/nazista, decidendo di schierarsi apertamente sia nel campo etico che in quello politico.

Presentazione del nuovo progetto HVR concerto con:

DECADENCE DEATH (Torino Death Metal)
http://www.myspace.com/decadencedeath
http://www.decadencedeath.com/
Decadence Death e' un progetto musicale metal nato in Torino nell'autunno del 2004.
Adunando diverse influenze musicali, dal death al black metal, attraverso il punk-hardcore e la progressive music alcuni giovani creano prismi musicali come vie per riflessioni ed introspezioni nell'esistenza umana. Odio, amore, gioa e rabbia si mescolano sulle liriche che cavalcano violente melodie.
I Decadence Death hanno all'attivo due demo, Via Trucis (2006) e Habemus Male (2007), diversi concerti attraverso la penisola italiana (Torino, Udine, Bologna, Pisa, Rimini, Alessandria..,) e l'Europa (Svizzera, Norvegia, Olanda...)
I Decadence Death sono: kraken (voci), ale maligno (chitarre), katrame (basso), andy (batteria).
Un nuovo demo in arrivo nel primo trimestre del 2008, insieme a numerosi altri concerti per Italia ed Europa... See  you in the pit!

HERETICA (Torino ThrashCore Metal)
http://www.myspace.com/hereticatorino
Il progetto Heretica nasce nel 2001.
Inizialmente, il genere della band è orientato su un nu-metal molto influenzato dal punk prima maniera, con testi molto influenzati dagli eventi politici di quel periodo con una connotazione fortemente di sinistra.
Il gruppo partecipa al festival di musica giovanile Pagella Rock, organizzato dal Comune di Torino, e si piazza ventesimo su oltre cinquanta gruppi. Non male per una prima uscita.
Vari cambiamenti di formazione portano anche ad un drastico cambio di genere: viene abbandonato il metal melodico con influenze punk e si passa ad un metal più rude e meno raffinato tecnicamente. Sono di questo periodo pezzi storici della band come Iraqi Resistance, E.Z.L.N., oggi reintitolata Sturm und Drang, Obsession, 11-Eleven e Pure Hate.
Nel 2003, la band, improvvisamente, si scioglie per mancanza di stimoli. Tuttavia, la separazione dura poco, fino allingresso nel gruppo un nuovo chitarrista, Francesco Germanotta.
Si giunge così ad una line up più stabile: Daniele Quaranta (voce), Furio Sguayzer (chitarra), Francesco Germanotta (chitarra), Enrico Nasi (basso) e Bruno Moscheni (batteria).
Nel dicembre 2003, gli Heretica, convinti di aver raggiunto finalmente la stabilità, si dedicano alla registrazione del primo demo ufficiale, Revolution Anthems.
Il 2004 è invece un anno che vede unintensa attività live e compositiva: una nuova partecipazione a Pagella Rock e la presenza in concorsi di spicco quali Resistenza Elettrica, patrocinato dallArci Vallesusa e dal Comitato per la Resistenza Colle del Lys (che li vede arrivare in finale e dividere il palco con numerosi gruppi tra cui Lou Dalfin e Luca Morino dei Mau Mau), Torino Sotterranea e RockOnCircle.
Il genere si attesta su un thrash-core metal (o red heavy metal) molto duro e dimpatto, direttamente influenzato da gruppi come Sepultura, Metallica, Pantera, Misfits e CCCP.
Il 2005 sembra cominciare nel migliore dei modi quando una nuova tegola si abbatte sul gruppo: lo storico bassista, Enrico Nasi, decide di lasciare il gruppo spinto da nuove suggestioni musicali e da contrasti con gran parte del gruppo. Entra così (dopo numerosi provini) il bassista (già Abnorma e D-Rape) Ciro Sollazzo.
Dopo una breve apparizione al festival dellUnità di Collegno, gli Heretica ricompaiono sulle scene e, nel febbraio 2006, incidono il loro primo EP ufficiale (5 pezzi) presso lo studio SonicLab di Collegno.
Dopo numerosi contrasti, Ciro esce dalla band portandosi dietro una serie di rancori. E' così che nel settembre 2006 fa il suo ingresso nel mondo heretico come bassita Carlo "Carlitos Brigante" Feltro, che porta il gruppo a fare un salto in avanti con il suo stile e con le sue basi sonore.
In attesa di mettersi a lavorare per il primo disco, gli Heretica iniziano così una serie di date nel Torinese (United Club e Fabrik su tutte) e in Svizzera.

A SEGUIRE DJ SET CON:
HIGH VOLTAGE vs CASINO TOTALE


Venerdì 18 gennaio ore 22.30 ingresso 5 €

DSA COMMANDO (Hip Hop Savona)
http://www.myspace.com/dsacommando
http://www.dsacommando.com/
Il gruppo rap di Savona, Dsa Commando, si forma dall' unione di tre amici Krin, Sunday e Heska.
I tre si conoscono proprio per la passione per questo genere nel 1998. Registarno un primo demo nel 2001. Dopo svariate piccole esibizioni per locali liguri, preparano Adrenopromo che dalla fine del 2004, periodo di uscita, apre al gruppo una serie di opportunità. Vengono recensiti su daBomb magazine, e un loro pezzo inserito nella compila in uscita col bimensile. Vengono contattati per date sparse per l'Italia, i loro pezzi suonati da radio indipendenti e infine partecipano all'edizione 2005 dell' Underground Skillz al DaBomb ( evento nazionale a Roma) arrivando in finale.
Dopo 500 copie vendute a mano, senza alcuna Distribuzione del precedente promo, a maggio del 2006 stampano "Requiem" il loro primo Cd, frutto di un lungo lavoro. anche questo totalmente auto prodotto. All'interno del cd potrete trovare i feat. di altri 2 mc ElPacso e MacMyc, amici che suonano con loro da molto tempo. Il gruppo ha suonato anche quest' anno in giro nel nord italia, e ha aperto l'edizione 2006 del DABOMB a Roma. Il punto forte della loro musica è che sia come suono che come attitudine attrae piu’ generi di persone, infatti il loro pubblico varia dai b-boy ai punk ai metallari ecc.
Ormai da qualche tempo potete anche vedere un paio di video di loro canzoni, sia su myspace/dsacommando che su youtube.com, che in pochi mesi hanno riscosso parecchio successo.

Ora il gruppo sta preparando altri progetti tra cui il CD SOLISTA DI MAC MYC “13 ” che presto sarà entusiasta di presentare al suo pubblico; questa è in breve la storia fino ad ora...

KUTFACES (Torino Allstarz Hip Hop Hardcore)
http://www.myspace.com/kutfaces
http://www.kutfaces.com/
4 STRADE DIVERSE SI INCONTRANO A TORINO IN MARZO 2.0.0.7. NASCE UNA MISCELA D'ASFALTO DURO E PESANTE. HIP-HOP...ROCK...FUNK...HARDCORE...REPRESSIONE CHE SI CELA DIETRO I BALUARDI DI UNA SOCIETA' SPIETATA CHE NON GUARDA IN FACCIA NESSUNO. UNICA ARMA DISPONIBILE: IL VERBO, MESSAGGIO PURO, CRONACA DI QUEL CHE SUCCEDE NEGLI INCROCI DI STRADA TUTTI I GIORNI A TORINO COME IN QUALSIASI PARTE DEL MONDO. QUESTO E' KUTFACES.


Sabato 19 gennaio ore 23.00 ingresso da definire

REGGAE DANCEHALL
con il meglio della scena torinese!


Giovedì 24 gennaio ore 22.30 ingresso 5 €
United Club in collaborazione con Garbage Dump Agency
http://www.garbagedumpagency.com/
presenta:

DEVILLE (Svezia Rock / Metal)
www.myspace.com/devilleband
http://www.deville.nu/
Ultimo gruppo uscito alla ribalta dalla fertile Scandinavia?
I DEVILLE prima di incidere il loro primo album hanno collezionato una miriade di date tra Danimarca, Germania e Svezia, creandosi un seguito sempre maggiore di affezionati al loro sound che si trova a metà strada nell'incrocio tra KYUSS,QUEENS OF THE STONE AGE , SOUNDGARDEN e FU MANCHU.
La line-up del gruppo è stata in perenne mutamento, finchè Mr.ūesson, di ritorno dalla sua avventura in terra australiana, assieme a Mr. Hambitzer ha richiamando il duo Bengtsson/Nilsson, creando di fato i DEVILLE.
Nel 2004 il gruppo colleziona decine e decine di esibizioni travolgenti tra Danimarca, Svezia e Germania, apparendo anche nelle radio e sui giornali nazionali dei paesi in cui si esibivano, attratti dalla travolgente potenza delle loro esibizioni.
Il 2005 la Daredevil Records licenzia un doppio di collaborazione tra i Deville e il poliedrico Sergej the Freak, da Gothenborg, chiamato: "Sergej the Freak meets Deville"
A novembre 2007 esce per la belga Buzzville l'ultima loro (fantastica) fatica in studio intitolata "Come Heavy Sleep".

I DEVILLE sono:

Andreas Bengtsson: guitar/vocals
Martin Hambitzer: guitar, backing vocals
Markus ūesson: bassguitar
Markus Nilsson: drums, backing vocals

LOIMANN (Torino stoner rock)
http://www.loimann.net/
www.myspace.com/loimann
Il gruppo nasce nell’autunno del 2001 come cover band dei Misfits e successivamente si dedica alla produzione di brani propri, decisamente lontani dalle sonorità punk e fortemente influenzati da gruppi quali Kyuss, Queens of the Stone Age, Turbonegro, con leggere venature metal retaggio di esperienze passate. Dal 2001 a oggi la formazione a tre rimane pressoché invariata, eccezion fatta per un paio di avvicendamenti alla batteria. Alcuni tentativi mirati ad aggiungere una seconda chitarra si sono sempre rivelati infruttuosi. La formazione attuale è composta da Fabio (chitarra e voce); Edoardo (basso); Sandro (batteria).


Venerdì 25 gennaio ore 23.00 ingresso 7 € con consumazione
Dj set con:

TURI MEGAZEPPA (Torino)
http://www.myspace.com/barbyturyco
Performer, dj, musicista, Tury ha costruito la sua immagine negli ultimi quindici anni in attività e ambienti differenti. Con lo pseudonimo di Dj Renato, cuciva le prime serate al El Paso occupato, seguite da rassegne di concerti, rave&fave, fino alle prime apparizioni nei club cittadini con l’esplosione della Turymegazeppa mania al Cafè Blue a metà degli anni novanta. Indimenticabili i giovedì, venerdì e i sabato sera estivi del Cacao, i venerdì rock allo Shock (Docks Dora), gli aperiTURY che sottolineano la grande cultura musicale di un Tury che si scopre essere molto elegante e raffinato (come sorseggiare un Glen Grant, con il mignolo sinistro verso levante). Ma le vibrazioni (“sei immensamente Giulia”), le sonorità potenti e con la destrutturazione sempre dietro l’angolo con perplessità collettive, hanno fatto del SUPERMARKET, locale capitanato dal BarbyTury&Co, un’alcova d’ammmmore. La charte musicale offre musica incerta con evoluzione a cavatappi dell’ uomo più nero del nero. Nel 2003 con lo slogan “dove c’è Tury c’è casa” (la casa di quando eravamo bambini), inizia il TURYMEGAZEPPASHOW con la sua creatura più devastante e devastata in un locale che meglio di ogni altro lo ha visto esprimersi nel suo pirotecnico sabato sera. In questi ultimi anni Tury si è creato un vasto seguito, un'organizzazione che sotto la sua egida cura tutti i particolari delle sue performance: coreografie e comunicazione. BarbyTury&Co: la gangbang più hardcore della città, con il suo Dj più trasformista, paracadutista ma soprattutto chiaroestetista, è diventata una realtà dall'immagine molto forte con un seguito invidiabile da molte organizzazioni cittadine, diventando un appuntamento fisso per chi al clubbing underground torinese preferisce il suo esatto opposto, lo spettacolo sbarazzino e dissacrante di Turymegazeppa. Unica anomalia riscontrabile: privato delle zeppe, è alto quanto Alvaro Vitali… BARBY: Architette, promoter Crash Live insieme a Tury, Art Director del SUPERMARKET dal 2003, a fianco e sul fianco di Tury cura e organizza le serate, consiglia l’abbigliamento da Cottolengo di Kiky e la sceneggiatura e la fotografia del suo Dj preferito (chi????), maturando velocemente una spiccata diplomazia che nulla ha da invidiare a Kofi Hannan… Unica anomalia riscontrabile: la fastidiosissima tonalità vocale… & Co. BOMB JACK: Compare al fianco di Tury nel 1997 come Uomo Rana. Ciò fa di lui in qualche modo il fondatore e padre putativo di questa animazione. Scompare un paio di anni dopo causa intenso mal di vivere, per ricomparire nel 2002 al fianco di Jason. Fuori del locale è il tipico prodotto dei giorni nostri. Pluriprecario lavora principalmente come bagnino, istruttore di tuffi, body piercer e occasionalmente come cuoco. Ama raccontare di avere studiato danza classica dalla prima alla terza elementare (ispirandosi e emulando i passi di Fantastico 5) come se questo in qualche modo si evincesse dal suo stile nel danzare. E’ quello che viene chiamato in causa quando c’è bisogno di scrivere qualcosa. C’è chi giura di averlo visto leggere durante alcune serate del BarbyTury&Co. Unica anomalia riscontrabile: ciondola nel locale chiedendo moneta a chiunque… JASON: Spina al fianco di Tury. Dopo essere stato prelevato con forza dai Salesiani di Cumiana tra il 1999 e il 2000, tutta una serie di personaggi (alcuni praticamente inutili) fa capolino (il 77 di Venaria Reale) sul palco del SUPERMARKET. Lui la danza l’ha studiata per davvero, frequentando per quindici anni circa corsi di hip-hop, break dance e l’indimenticabile Socadance della mitica Raffa, per arrivare al fine a tenere dei corsi suoi di queste discipline (il più fortunato è quel “Apri fondanela,chiudi fondanela…). Poliedrico e polisportivo, suona la batteria e canta nei “Cherry Dance”, nei “Gentlemen” e nel gruppo della cantina di fianco a casa tua… Unica anomalia riscontrabile: spazio non sufficiente per una menzione totale… KIKY: Entra a fare parte della crew durante la torrida estate del 2003, prendendo subito il nome di Kiky-Italgas, a causa delle catene infuocate che fa volteggiare per l’occasione (occasione che non si è più ripetuta, causa disapprovazione collettiva…). Studia architettura, si diletta nella video animazione digitale, anale e vulvare, interviene come Vj. Confeziona i vestiti che porta indosso e aspetta di avere a disposizione abbastanza tempo libero per imparare a farsi anche le scarpe. Come il suo fidanzato Bomb Jack la troviamo in piscina in qualità di assistente bagnanti e istruttrice di acquasec’èlagocciaègym. Unica anomalia riscontrabile: quando ride, cigola… WARRIOR: Supplente di Bomb Jack (che, esaurito il mal di vivere, decide di cadere da un’ altezza di due metri e mezzo fratturandosi una vertebra), approda al BarbyTury&Co durante le feste di natale 2006. La cosa gli è piaciuta e da Wolverine uomo della sicurezza (o insicurezza?) stanco di vigilare il palco decide di animarlo. Unico altro essere “umano” sulla faccia della terra, oltre Jason e Bomb Jack, in grado di prendere seriamente questa fazenda, si è subito trovato a proprio agio nei nuovi panni. Nella vita di tutti i giorni è disegnatore al computer, erogatore di benzina, pirata (e signore) informatico, imitatore di Jason, cantante nonchè chitarrista dei “SexecutionerS" Unica anomalia riscontrabile:Difficoltà nell’imparare la parte fischiata di “Wind of change” degli Scorpions. Accetta suggerimenti...


Sabato 26 gennaio ore 22.30 ingresso 8 €

LENTO (Roma Hardcore / Ambiente / Sperimentale)
www.lent0.com
www.myspace.com/lent0
Lento è un collettivo strumentale con base a Roma. Originariamente composto da quattro elementi, il gruppo si forma nel 2004 e trae la sua ispirazione da una vasta gamma di influenze, tra le quali sono prevalenti quelle di gruppi seminali come neurosis, earth e gy!be.
Dopo un periodo di pausa, nel tardo 2005, Lento espande la propria line-up e trova la sua forma stabile nel quintetto, gettando le basi per la costruzione di un mood più elaborato e caratterizzandosi definitivamente per un' impronta creativa di area sperimentale ed introspettiva. Incorporando elementi di ambient, doom e hardcore, il gruppo ha creato una perfetta contrapposizione tra sludge riffs e suites ambient-psichedeliche.
Il suono dei Lento è una miscela di distorsione massiccia a bassi registri, dilatazione del tempo, sistematici drone e manipolazione dei feedback; i loro live-sets alternano assalti hardcore
all' intimo collasso dei segnali.

giuseppe caputo: guitars 
lorenzo stecconi: guitars and production
donato loia: guitars
emanuele massa: bass 
federico colella: drums and live samples

MORKOBOT (Italia stoner psychedelic rock)
http://www.morkobot.com/
http://www.myspace.com/morkobot
…MORKOBOT Sin dagli albori delle prime galassie la voce di MORKOBOT riecheggiava solenne oltre le atmosfere sature di gas dei pianeti in evoluzione. Dominatore delle forze magnetiche e regolatore ancestrale dei flussi di coscienza, Morkobot è tornato a farsi sentire anche sulla terra attraverso i suoi tre messaggeri LIN,LAN,LEN brutalmente sottomessi al suo volere. Sul nostro pianeta MORKOBOT si manifesta in musica, mediante deliri strumentali e sperimentazioni di onde sonore tra ciò che qui sulla terra viene chiamato noise, psichedelia, o forse più semplicemente musica, pervadendo le menti ottenebrate di LIN, LAN e LEN e conducendo le di costoro note in sadici deliri consequenziali.

VJ SET & EXPO BY:
MALLEUS Rock Art Lab
www.malleusdelic.com
http://www.myspace.com/malleusdelic


Domenica 27 gennaio 2008 ore 22.30 ingresso 8 €
GramLive
www.gramlive.net presenta:
 
THE LURKERS (UK punk)
http://www.thelurkers.co.uk/
The Lurkers nascono a Londra nel ’76. Prima di sciogliersi nell’80 incidono numerosi brani che finiscono nella Top 40. Si riformano e si risciolgono. Ritornano con l’album “Wild Times Again” nell’88.

MOTORCITY BRAGGS (Torino rock’n roll)
http://www.motorcitybrags.com/
http://www.myspace.com/rnrhooligans

INERDZIA (Padova punk)
http://www.inerdzia.com/
www.myspace.com/inerdzia
Gli INERDZIA si formano nella primavera del 1995. I primi anni servono al gruppo per farsi conoscere sia in Italia che all’estero grazie ad un intensa attività live che li porta a dividere il palco con gruppi di primissimo piano del panorama punk mondiale come: Peter and the Test Tube Babies e Total Chaos, ad esibirsi al Beach Bum Rock Festival 97 suonando con: Skunk Anansie, Carmen Consoli e Tre Allegri Ragazzi Morti e a supportare nel 99 il tour degli U.K. Subs. A dicembre del 1999 esce autoprodotto il primo album degli INERDZIA intitolato TU PUOI. Una volta esaurita la prima tiratura il CD verrà ristampato dall’etichetta italiana Pota Records, mentre la versione in cassetta dall’etichet


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


 
Rassegna Internazionale di Musica Organistica “Itinerari musicali alla scoperta dei suoni antichi”
Passaggi per il bosco OFF – estate 2011
Scatti on the road tra New York, Parigi e Mosca
"Note fantasiose”
Alessandra Pascali 4et - Un viaggio sonoro tra jazz tradizionale e musica popolare italiana
Yoga Kundalini su: “Il pensiero di Yogi Bhajan, il Maestro della nuova Era”
MUSICULTURA 2011 - XXII Edizione

 
RELAZIONI UOMO/DONNA CONOSCERSI PER AMARSI
Corso di ACROBATICA per eliminare la... PAURA
7° Concorso Musicale Nazionale Premio "Musica Italia"
BliTzLaB #2: Workshop di danza e movimento sinergetico
concorso Wildlife Photographer of the Year

 
 
24 02 2012 CLICK, SI GIRA.
24 02 2012 E LA LETTERATURA?
24 02 2012 L’escapismo nella società del web 2.0
24 02 2012 Donne e sport
01 02 2012 IL CINEMA AI TEMPI DELLO SWITCH OFF

  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node