San Benedetto del Tronto - 6ottobre-18novembre - Mostra "PAOLO ANNIBALI - SCULTURE (1997 ­ 2007)"
conferenza stampa - 20 settembre a Roma

Mostra
PAOLO ANNIBALI
SCULTURE (1997 ­ 2007)
6 ottobre -­ 18 novembre 2007
Palazzo Piacentini
- Via del Consolato, 12
Palazzina Azzurra - Viale Bruno Buozzi, 14

CONFERENZA STAMPA NAZIONALE
GIOVEDI¹ 20 SETTEMBRE 2007, ORE 12
SEDE REGIONE MARCHE A ROMA
VIA DELLA FONTANELLA DI BORGHESE, 35

COMUNICATO STAMPA

Venerdì 5 ottobre 2007 a San Benedetto del Tronto, presso il Palazzo Piacentini e la Palazzina Azzurra, inaugurerà la personale dello scultore Paolo Annibali dal titolo Paolo Annibali. Sculture (1997 ­ 2007). Dopo la cerimonia d'apertura, che avverrà alle ore 17,30 presso l'Auditorium del Comune, seguirà una visita alle due sedi della mostra. L'esposizione si presenta come un importante riepilogo dell'attività dell'artista, attraverso le opere più significative, di carattere religioso e laico, che ne hanno aumentato la celebrità. Le opere sacre saranno allestite presso la Palazzina Azzurra, sul lungomare della città, risalente agli anni '30 del secolo scorso, mentre presso il Palazzo Piacentini, nel cuore del vecchio "Paese Alto", saranno esposte trenta sculture di carattere laico. In entrambe le sedi saranno presentati al pubblico i bozzetti, le elaborazioni e gli studi effettuati dall'artista per giungere all'opera proposta, offrendo un'esaustiva lettura di tutta la produzione di Annibali.

Paolo Annibali si dedica alla scultura muovendosi tra richiami religiosi e civili. Vive la realizzazione dell'opera ancora come un atto fisico, liberatorio, che pesa fortemente e tempra nello spirito e segna nel corpo.
Egli sente la responsabilità di chi ha in mano la materia da plasmare, destinata a superare l'ostacolo della morte e che ambisce all'immortalità. Il mezzo espressivo diventa un'occasione di crescita e necessità di consacrazione. E' a Dio che Annibali guarda, con la fedeltà del credente e la passione dell¹artista. Ogni gesto, ogni sguardo che s¹intravede nelle opere anela al contatto con l¹immortale. Ma il desiderio di volare verso uno spazio "altro" non esclude una narrazione pragmatica, corposa: i protagonisti restano ancorati a ritmi terreni. Le sculture vengono trattate con un linguaggio essenziale e concreto. Annibali narra storie quotidiane, consueti meccanismi che accompagnano l'uomo nell'avvicendarsi delle ore. I materiali usati esprimono i sentimenti di una giornata qualunque, le scansioni di un senso del dovere che rende l'opera una coraggiosa accettazione del proprio destino. Quelle di Annibali sono sculture che mantengono sempre una composta dignità, un'eleganza formale dischiusa in sensibilità. Lo scultore riflette ed invita a riflettere, scegliendo la terra e il cielo per comprimere i suoi lavori: uno spazio teso tra l'oggi ed il domani.
La mostra è a cura di Flaminio Gualdoni, direttore della Fondazione Arnaldo Pomodoro di Milano, che si occuperà della sezione in cui saranno presentate le opere laiche e del Mons. Carlo Chenis, vescovo della diocesi di Civitavecchia-Tarquinia e docente straordinario presso la Facoltà di Filosofia dell¹Università Pontificia Salesiana, che si occuperà della parte sacra.
Le mostre saranno accompagnate dalla pubblicazione di un catalogo edito da Skira. Verrà inoltre realizzato un video, che conterrà un¹intervista al Maestro Annibali.

Paolo Annibali (San Benedetto del Tronto, 1958) ha dedicato la propria carriera artistica prevalentemente alla realizzazione di opere d¹arte di destinazione sacra e pubblica, legate a contesti architettonici urbani. Di particolare importanza sono la Porta della Misericordia (1997) per la chiesa di San Filippo Neri e la Porta dello Spirito Santo (1998) per la chiesa di San Pio X a San Benedetto del Tronto, le porte della chiesa Regina Pacis in Matelica (Macerata) del 2001, la Porta di San Giacomo Maggiore per
la chiesa di San Jacopo in Pratovecchio (Arezzo), realizzata nel 2004 e i lavori eseguiti nella città di Fiesole, la Porta di San Giovanni Battista per la chiesa di San Giovanni Decollato del 2003 e l¹ambone per la Cattedrale del 2007.
Due le opere di destinazione pubblica ideate per San Benedetto del Tronto, Il mare, il ritorno (2002), monumento ai caduti del mare nel porto della città e Racconti di mare e di costa (2002), fregio per la Capitaneria di Porto.
Attualmente Paolo Annibali vive e lavora a Grottammare (Ascoli Piceno).

NOTIZIE UTILI

Orario 10 ­ 13  /  17 ­ 20.
Lunedì chiuso
Informazioni tel. 0731 213685
Biglietti ingresso gratuito
Organizzazione Ass. Cult. NOICULTURA
Corso Matteotti, 46 ­ 60035 Jesi (AN)
tel. 0731 213685  fax 0731 201907
www.noicultura.it
Catalogo Skira

Ufficio stampa Roberto Begnini
tel. 06 69190880  fax 06 69925790
studiobegnini@gmail.com

Ufficio stampa Skira: Mara Vitali Comunicazione
Lucia Crespi tel.+39 02 73950962 
arte@mavico.it


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


 
Rassegna Internazionale di Musica Organistica “Itinerari musicali alla scoperta dei suoni antichi”
Passaggi per il bosco OFF – estate 2011
Scatti on the road tra New York, Parigi e Mosca
"Note fantasiose”
Alessandra Pascali 4et - Un viaggio sonoro tra jazz tradizionale e musica popolare italiana
Yoga Kundalini su: “Il pensiero di Yogi Bhajan, il Maestro della nuova Era”
MUSICULTURA 2011 - XXII Edizione

 
RELAZIONI UOMO/DONNA CONOSCERSI PER AMARSI
Corso di ACROBATICA per eliminare la... PAURA
7° Concorso Musicale Nazionale Premio "Musica Italia"
BliTzLaB #2: Workshop di danza e movimento sinergetico
concorso Wildlife Photographer of the Year

 
 
24 02 2012 CLICK, SI GIRA.
24 02 2012 E LA LETTERATURA?
24 02 2012 L’escapismo nella società del web 2.0
24 02 2012 Donne e sport
01 02 2012 IL CINEMA AI TEMPI DELLO SWITCH OFF

  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node