Roma - 8-9settembre - LA CAMPAGNA IN CITTA' - IL FESTIVAL MEDITERRANEO DELLA MUSICA DI CAMPAGNA

LA CAMPAGNA IN CITTA'
IL FESTIVAL MEDITERRANEO DELLA MUSICA DI CAMPAGNA

LE STELLE DI GIUFA'
Notte Bianca di musiche e balli dai paesi del Mediterraneo abitati da Giufà
Fra i principali ospiti della rassegna AMBROGIO SPARAGNA
con l'ORCHESTRA POPOLARE ITALIANA dell'AUDITORIUM DI ROMA
8- 9 settembre, PARCO DELL'APPIA ANTICA
Infoline 06 69792412

L'8 e il 9 settembre prossimi presso il PARCO DELL'APPIA ANTICA di Roma, in occasione dei festaggiamenti per la NOTTE BIANCA, avrà luogo la quinta edizione de LA CAMPAGNA IN CITTA' 2007. FESTIVAL EUROMEDITERRANEO DELLA MUSICA DI CAMPAGNA, quest'anno dedicata al tema della pastorizia  e della transumanza: due notti di suoni, danze, letteratura, colori e sapori ispirate ai racconti all'antica maschera di GIUFA' animeranno il Parco della Caffarella (ingresso a largo Tacchi Venturi), il Sepolcro di Priscilla e l'Ex Cartiera.

Sopravvive  nel tempo la singolarità del paesaggio agreste della capitale che affascinò in passato artisti e viaggiatori: un paesaggio essenziale, fatto di grandi pianure e modesti rilievi, punteggiato dai segni lasciati dall’antica presenza monumentale. Quel che resta dell’Agro romano con i suoi 80.000 ettari costituisce un sistema territoriale indefinito, metamorfico, di spazi di non città nella città, ben rappresentato dal Parco dell’Appia Antica e dalla Valle della Caffarella.  E proprio in questa “campagna” la Camera di commercio di Roma con la propria azienda speciale per la valorizzazione del settore agroalimentare, ARM- Azienda Romana Mercati,  avvalendosi della proposta culturale e di spettacolo  di Ambrogio Sparagna insieme all’Orchestra popolare italiana dell’Auditorium Parco della Musica, vuole portare quest’anno  la  quinta edizione  della manifestazione  “La campagna in città”,  in programma l’8 e il 9  settembre 2007, in occasione della NOTTE BIANCA.

Durante la Campagna in città, quest’anno incentrata sul tema della pastorizia e della transumanza,  si terrà al mattino del  9 settembre la prima assoluta del concerto “L’alba di Giufà”, dedicato ai Canti d’amore della Campagna romana, con l’Orchestra Popolare Italiana e ospiti, musicisti internazionali. La Valle della Caffarella nel Parco dell’Appia Antica è sembrata lo scenario ideale dove ricostruire la capanna dei pastori e spazi agresti, tra  suoni, danze, letteratura, colori e sapori ispirate ai racconti all’antica maschera di GIUFA’ e alla musica dei paesi mediterranei.

Il lungo lavoro di preparazione di questa grande festa pastorale ricca di proposte di arte, musica, pastori e  tradizione, in una sorta di arcadia “minimalista” tra storia e natura, ci è servito per  ricostruire i segni  della ruralità ed evocare l’ambiente pastorale gettando un ponte verso la multiculturalità oggi sempre più presente –  illustra Ambrogio Sparagna nel presentare l’iniziativa ” -.  celebrando  attraverso la maschera di Giufà, straordinario esempio di travestimento popolare presente nelle   narrazioni orali dell’area mediterranea fin dall’XI secolo una sorta di   transumanza narrativa .“ Con temi, nomi  e concetti davvero simili nella cultura di  paesi a volte assai distanti di questa area. Questi racconti  oggi ritornano prepotentemente ” in scena” sui nostri territori. Ancora una volta trasformati ed elaborati, grazie alla diffusa presenza di tanti nuovi pastori provenienti da diversi paesi mediterranei che  attualmente lavorano nelle aziende agricole della campagna romana, e che ancora oggi guidano i greggi, testimoni di riti come quello della transumanza e permettono la sopravvivenza della pastorizia tramandandone la  memoria. Questa varietà e ricchezza di conoscenze, che rappresenta uno dei tratti significativi della nuova cultura dei pastori,  diventa in questo caso uno speciale paradigma culturale su cui costruire la prima edizione del Festival Mediterraneo della Musica di Campagna”.

L’Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium del Parco della Musica di Roma è un organico di oltre trenta elementi, caratterizzato al suo interno dalla presenza importante di strumenti musicali tipici della tradizione popolare italiana. Per questo evento speciale accoglierà al suo interno una serie di strumentisti e cantanti  ospiti provenienti da Turchia, Romania, Albania, Marocco e Macedonia, Salento, Campania  per dare vita in prima esecuzione allo spettacolo L’alba di Giufà che chiuderà con una grande festa dedicata ai ritmi delle danze popolari del Mediterraneo una notte straordinaria, che vedrà avvicendarsi sul grande palco nel corso della notte circa un centinaio di musicisti.

Il Programma del Festival Le stelle di Giufà sarà così articolato:
nella prima parte, la sera di sabato 8 dalle ore 22 alle 01,30 : NAAT “KING” VELIOV e  THE ORIGINAL KOCANI ORKESTAR (Macedonia-Est Europa), BANDADRIATICA (Salento-Albania),  ENZO AVITABILE e BOTTARI DI PORTICO (Campania) GNAWA BAMBBAR (Marocco) e nella seconda parte, dalle 6 del mattino di domenica 9,  l’Orchestra Popolare Italiana avrà come ospiti internazionali  NAAT “KING” VELIOV (Macedonia),  REDI HASA (Albania), SANDU GRUIA “SANDOKAN” (Romania), JASEMIN SANNINO (Turchia), ABDENBI EL GADARI (Marocco), che interpreteranno con i loro saperi musicali i suoni della campagna romana. Intermezzeranno i concerti le letture dei racconti di Giufà, in lingua originale e in italiano.

Al termine dello spettacolo verrà offerta al pubblico a cura di ARM, la tipica colazione dei pastori con pane, pizza e ricotta di pecora.

Alle 19,30 sempre dell’8 settembre (Parco della Caffarella) il reading di poesia “Pastori, contadini e poeti” a cura e con Gabriella Sica, Marco Lodoli, Elio Pecora e Valentino Zeichen.

Si potrà anche apprendere l’arte della mungitura delle pecore e della cardatura della lana accanto allo stazzo del pastore, riprodotto come habitat naturale del mondo della transumanza o anche comerealizzare da sé vari tipi di formaggi con la guida di esperti “caciari”.
Quest’anno il filo rosso è quindi, la MASCHERA DI GIUFA’: tipico personaggio di tanti racconti popolari di area mediterranea, sempliciotto e vittima di guai dai quali esce, non si sa come, normalmente illeso.

Figura leggendaria che ispira, oltre agli appuntamenti di musica e poesia, anche il laboratorio artistico della illustratrice per ragazzi CHIARA CARRER in linea con la proposta musicale del gruppo di Sparagna (8 settembre, ore16.00,Parco della Caffarella).

Non mancherà il farmer’s market con tante produzioni tipiche delle nostre  campagne dal miele ai formaggi ai vini tipici, e agli oli sabini e tante altre attività di animazione anche per i più piccini.

“Le due giornate organizzate dalla Camera di Commercio nella Valle della Caffarella – spiega Toni De Amicis, Componente della Giunta della Camera di CommercioRoma e Presidente ARM – rappresentano un’occasione unica per vivere l’esperienza di una grande festa pastorale, attraverso il recupero di tradizioni musicali, di parole antiche, di prodotti genuini, di un sapere legato ai gesti semplici ed importanti che scandivano le giornate dei nostri padri. Tutto nel segno della continuità con il presente per la tutela e la salvaguardia di questo mondo che rappresenta un vero e proprio modello di equilibrio tra attività economica ed ambiente.  Per costruire un ponte, che consenta alle nuove generazioni di non perdere il significato più vero di valori ed antichi saperi  e recuperare così il legame più profondo con le radici della propria umanità”.

Il programma completo è consultabile sul sito www.romaincampagna .it
(ingresso Largo Tacchi Venturi -metroA - Colli Albani)

Ed è  un elogio ai pastori, che da sempre si muovono con lentezza al seguito delle greggi, si accostano con rispetto agli animali e vivono in armonia con il territorio che contribuiscono a preservare con la loro attività quotidiana, e i pastori   presenti alla “Campagna in città”  verranno invitati  sul palco con le loro storie e musiche  per creare una commistione musicale con gli elementi dell’Orchestra Popolare Italiana!

Ufficio Stampa:
Lorenza Somogyi Bianchi - Studio alfa
e Giovanna Nicolai per  ideazione attività culturali e ricerca storica
LORENZA SOMOGYI BIANCHI - STUDIO ALFA
tel. e fax 06. 8183579, e-mail:
ufficiostampa@alfaprom.com, cell. 333. 4915100
GIOVANNA NICOLAI
cell. 333 6638186, e-mail:
giovanna.nicolai@alice.it


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


 
Rassegna Internazionale di Musica Organistica “Itinerari musicali alla scoperta dei suoni antichi”
Passaggi per il bosco OFF – estate 2011
Scatti on the road tra New York, Parigi e Mosca
"Note fantasiose”
Alessandra Pascali 4et - Un viaggio sonoro tra jazz tradizionale e musica popolare italiana
Yoga Kundalini su: “Il pensiero di Yogi Bhajan, il Maestro della nuova Era”
MUSICULTURA 2011 - XXII Edizione

 
RELAZIONI UOMO/DONNA CONOSCERSI PER AMARSI
Corso di ACROBATICA per eliminare la... PAURA
7° Concorso Musicale Nazionale Premio "Musica Italia"
BliTzLaB #2: Workshop di danza e movimento sinergetico
concorso Wildlife Photographer of the Year

 
 
24 02 2012 CLICK, SI GIRA.
24 02 2012 E LA LETTERATURA?
24 02 2012 L’escapismo nella società del web 2.0
24 02 2012 Donne e sport
01 02 2012 IL CINEMA AI TEMPI DELLO SWITCH OFF

  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node