Pompeano(MO) - 27 maggio - ECOR presenta “PORTE APERTE” AL CASEIFICIO SANTA RITA

“PORTE APERTE” AL CASEIFICIO SANTA RITA
DOMENICA 27 MAGGIO

ecor

A Pompeano (Mo), Ecor invita i consumatori ad una giornata per scoprire i segreti del Parmigiano Reggiano di montagna bio, con mostre, degustazioni, giochi e visite ai nuovi locali costruiti in bioedilizia

Un luogo incontaminato, tra i 600 e gli 800 metri di altitudine, nell’antico borgo di Pompeano, sui primi rilievi dell’Appennino bolognese. In questa suggestiva cornice sarà possibile visitare il caseificio Santa Rita, domenica 27 maggio, in occasione della nona edizione di “Porte aperte” organizzata da Ecor, la più importante azienda italiana di distribuzione di prodotti biologici, per creare un’occasione di incontro tra produttori e consumatori. Una giornata dedicata alle famiglie, a chi già conosce la qualità dei formaggi bio, ma anche a chi desidera saperne di più sui metodi di allevamento e di lavorazione. Un’opportunità all’insegna della trasparenza e di valori come il rispetto per la natura e la salute dell’uomo, per la storia e le tradizioni del territorio. Gli stessi valori che hanno spinto i fondatori, titolari di otto aziende agricole, ad iniziare l’esperienza del caseificio sociale nel 1964 e ad applicare, da circa 10 anni, i metodi dell'agricoltura e della zootecnia biologica, seguendo con estrema attenzione tutte le fasi della produzione, dai campi alla stalla.

In più di 40 anni, il caseificio si è specializzato nella produzione di Parmigiano Reggiano bio di montagna (1.350 q in un anno, pari a 3.550 forme) ma anche di burro biologico, preservando antichi metodi di lavorazione e rinnovando al contempo la propria attività, al passo con i tempi. Sono stati infatti da poco conclusi i nuovi locali del caseificio, costruiti secondo i principi e le tecniche della bioedilizia e la domenica di “Porte Aperte” si inserisce proprio all’interno di una tre giorni di festeggiamenti per la loro inaugurazione, a partire da venerdì 25 maggio.

Il programma di domenica 27 prevede alle 10 colazione di benvenuto e alle 10.30 presentazione dell’azienda e visita guidata al caseificio Santa Rita con spiegazione delle tecniche per la produzione del formaggio maggengo con fuoco a legna; alle 12.30 pranzo a buffet con prodotti biologici presso il caseificio; alle 14.30 momento a disposizione dei consumatori per le loro domande; alle 17 chiusura.

Per tutta la giornata, così come per il sabato e il venerdì precedenti ci saranno stand di produttori biologici, mostra di trattori d’epoca a cura di Baisi, Bagatti e Ghiddi, degustazione teatralizzata del Parmigiano Reggiano a cura della compagnia Koiné, area gioco per bambini con sollevamento forme, tiro alla fune, gara di corsa nei sacchi, struttura gonfiabile, campetto pallavolo, piano bar, intrattenimento con la compagnia teatrale “Gli Spavaldi”. La domenica inoltre i visitatori potranno assistere alla gara di taglio della forma e far provare ai bambini l’emozionante passeggiata a cavallo dell’ ”asino bus”.

Il contributo per il buffet (colazione e un piatto unico con contorno, dolce e bevande) è di 12 euro per gli adulti, di 6 euro per i bambini dai 3 ai 12 anni, gratuito dai 0 ai 3 anni. Le adesioni vanno comunicate al proprio negozio di fiducia oppure telefonando direttamente alla Cooperativa Sociale Santa Rita, via Pompeano 2290/1, 41028 Fraz. Pompeano-Serramazzoni (Mo), tel. 0536 950193, www.caseificiosantarita.com .

Caseificio sociale Santa Rita – Società agricola cooperativa

Il Caseificio Sociale Santa Rita di Pompeano di Serramazzoni, centro turistico della provincia di Modena, nasce nel 1964 dall'unione di un gruppo di aziende agricole situate nelle immediate vicinanze della struttura di lavorazione. Ancora oggi tutte le otto aziende associate, che fanno proprio della forma cooperativa e della condivisione dell'impegno un loro punto di forza, sono localizzate nel raggio di pochi chilometri di distanza dal caseificio. Questa specificità permette di non sottoporre il latte prodotto nelle varie aziende a lunghi trasferimenti che andrebbero a scapito della qualità della materia prima che invece giunge al Caseificio Santa Rita inalterata e nelle migliori condizioni per poter ottenere un prodotto dalle eccellenti caratteristiche qualitative. Ogni giorno al caseificio vengono prodotte 10 forme di Parmigiano Reggiano, tutte marchiate ed identificate dal numero di Matricola 2895 attribuito dal Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano. Il regolare impegno di agronomi, veterinari ed alimentaristi delle aziende, il costante controllo effettuato su tutte le fasi del processo produttivo, l'opera svolta dallo stesso Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano e dall'Istituto per la Certificazione Etica ed Ambientale (I.C.E.A.), l'Organismo di Controllo prescelto per le produzioni biologiche, danno al consumatore le massime garanzie sull'igiene, la tipicità e la qualità del nostro Parmigiano Reggiano.
La lavorazione
Il latte, munto due volte al giorno dalle vacche delle otto aziende socie, viene portato al caseificio direttamente dai produttori ed è qui che ogni giorno ricomincia e si tramanda un processo di lavorazione millenario che fa del Parmigiano Reggiano un formaggio unico al mondo per storia, cultura, tradizione e gusto. Il latte della mungitura serale viene fatto riposare per tutta la notte in ampie vasche, lasciando che la panna venga in superficie solo con l'affioramento naturale e non con centrifugazione: in questo modo le sue caratteristiche qualitative rimangono inalterate ed ottimali per conferire al prodotto finale le migliori sensazioni al gusto ed all'olfatto. Questo latte parzialmente scremato viene miscelato con quello intero della mungitura del mattino in modo da ottenere il giusto rapporto di grasso. Sono la sapienza e l'esperienza acquisita in anni di lavoro a guidare il casaro nel processo da secoli artigianale per produrre il Re dei Formaggi. Solo latte e caglio di originale naturale vengono miscelati nelle caldaie di rame da cui, con la cottura, nasceranno le forme: per un chilogrammo di Parmigiano Reggiano servono ben 15 litri del nostro latte. Le forme, un volta ottenute, vengono sottoposte a salatura per 21 giorni e quindi accudite, voltate, pulite e fatte stagionare per ben 24 mesi prima di poter offrire il massimo della loro bontà.

Prodotti

Latte lavorato 20.000 q
Produzione di "Parmigiano-Reggiano 1.350 q pari a 3.550 forme (peso medio: 38 kg)
Produzione di burro 340 q
Produzione di siero 17.000 q
Superficie totale delle 13 aziende 436 ha
S.A.U. delle 13 aziende 314 ha
Superficie ad elementi naturali (boschi, siepi, laghetti) 97 ha
Produzione di cereali 2.000 q di orzo utilizzato per la produzione del mangime; 150 q di antiche varietà di frumento per la panificazione tradizionale familiare
Allevamento 376 vacche
Avvicendamento erba medica o prato polifita per 4 - 5 anni; orzo o altro cereale per 1 anno
Alimentazione del bestiame foraggi prodotti sui nostri terreni, mangime
Fertilizzazione letame e liquame di produzione aziendale
Cure veterinarie omeopatia e prodotti fitoterapici
Ente di controllo e di certificazione ICEA - Istituto Certificazione Etica e Ambientale

Tutte le forme di "Parmigiano-Reggiano" prodotte dal Caseificio Sociale "Santa Rita" vengono marchiate ed identificate con il Numero "2895" come stabilito dal Consorzio del Formaggio "Parmigiano-Reggiano". L'adesione al Piano Strategico di Qualità "Export" promosso dal Consorzio stesso e l'applicazione delle tecniche di coltivazione e di allevamento biologiche garantiscono il consumatore sull'igiene, la tipicità e la qualità del nostro "Parmigiano-Reggiano".

Ufficio stampa Ecor Spa
Beatrice Doretto
koiné comunicazione, tel 0422 465373, 3472419035
koine@koinecomunicazione.it

Ecor spa
Con 3100 referenze a catalogo, quasi 70 milioni di euro di fatturato e 130 tra dipendenti e collaboratori, Ecor è la più importante azienda italiana di distribuzione di prodotti biologici.
La maggioranza delle azioni è detenuta dalla Libera Associazione Antroposofica Rudolf Steiner di Conegliano che ne ispira le linee direttive. Per questo, fin dalle origini, Ecor destina la maggior parte dei propri utili al sostegno di attività sociali, nell’ambito dell’agricoltura biodinamica e della pedagogia. A luglio 2006, è stato fatto un importante scambio azionario con NaturaSì – l’unica catena di supermercati di prodotti biologici in Italia - finalizzato a concentrare le risorse per una strategia comune che rafforzi la distribuzione specializzata. La sede e il magazzino centrale della società si trovano a San Vendemiano (Tv), mentre altri uffici operano a Rolo (Re) e Pomezia (Roma).

koiné comunicazione
via Borin 48/a
31100 treviso
tel. 0422 465373
fax 0422 363455
koine@koinecomunicazione.it


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


 
Rassegna Internazionale di Musica Organistica “Itinerari musicali alla scoperta dei suoni antichi”
Passaggi per il bosco OFF – estate 2011
Scatti on the road tra New York, Parigi e Mosca
"Note fantasiose”
Alessandra Pascali 4et - Un viaggio sonoro tra jazz tradizionale e musica popolare italiana
Yoga Kundalini su: “Il pensiero di Yogi Bhajan, il Maestro della nuova Era”
MUSICULTURA 2011 - XXII Edizione

 
RELAZIONI UOMO/DONNA CONOSCERSI PER AMARSI
Corso di ACROBATICA per eliminare la... PAURA
7° Concorso Musicale Nazionale Premio "Musica Italia"
BliTzLaB #2: Workshop di danza e movimento sinergetico
concorso Wildlife Photographer of the Year

 
 
24 02 2012 CLICK, SI GIRA.
24 02 2012 E LA LETTERATURA?
24 02 2012 L’escapismo nella società del web 2.0
24 02 2012 Donne e sport
01 02 2012 IL CINEMA AI TEMPI DELLO SWITCH OFF

  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node