Venezia - 23 aprile - L'Orchestra Mozart diretta da Claudio Abbado interpreta alla Fenice i Concerti Brandeburghesi di Bach

L'Orchestra Mozart
diretta da Claudio Abbado
interpreta alla Fenice i
Concerti Brandeburghesi di Bach

Lunedì 23 aprile 2007 alle ore 20.00 il Teatro La Fenice ospiterà un concerto straordinario dell'Orchestra Mozart diretta da Claudio Abbado. In programma l'integrale dei sei Concerti Brandeburghesi di Johann Sebastian Bach, composti negli anni 10 fra Weimar e Cöthen e dedicati nel 1721 a Christian Ludwig, margravio del Brandeburgo. Affascinante laboratorio delle possibilità di scrittura per organici strumentali mutevoli, a cavallo fra concerto grosso, concerto solistico, concerto di gruppo e sonata da camera, i Brandeburghesi ­ che Abbado ha diretto molte volte nel corso della carriera, con la Scala negli anni '70, con i Berliner negli anni '90, con l'Orchestra del Festival di Lucerna nel 2003 ­ esaltano massimamente le caratteristiche dell'Orchestra Mozart, che affianca giovani musicisti ad affermati solisti nello spirito del gruppo da camera, elastico e variabile, in cui gli elementi si alternano in varie formazioni, dal trio all'ottetto all'ensemble mozartiano. Fra i solisti di fama internazionale impegnati nel concertino spiccano i nomi di Ottavio Dantone al clavicembalo e Giuliano Carmignola al violino, oltre a quelli ­ solo per citarne alcuni ­ di Jacques Zoon (flauto), Michala Petri (flauto dolce), Reinhold Friederich (tromba), Alessio Allegrini (corno), Danusha Waskiewicz (viola), Mario Brunello ed Enrico Bronzi (violoncello), Alois Posch (violone).
L'Orchestra Mozart
http://www.orchestramozart.com/ , nata a Bologna nel 2004 da un'idea di Carlo Maria Badini e sostenuta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna, è al centro di un progetto speciale dell'Accademia Filarmonica di Bologna, la gloriosa istituzione musicale fondata nel 1666 in cui Mozart quattordicenne studiò composizione sotto la guida di Padre Martini. Claudio Abbado, suo direttore artistico dalla fondazione, ne ha delineato il profilo invitando alcuni strumentisti e complessi cameristici di rilievo internazionale ad alternarsi sia nel ruolo di prime parti, sia nella funzione di docenti dei musicisti giovani chiamati a farne parte, una quarantina di ragazzi tra i 18 e i 26 anni provenienti da tutta Europa (Francia, Spagna, Austria, Germania, Olanda, Ungheria, Norvegia e Finlandia).

Claudio Abbado
Claudio Abbado ha debuttato nel 1960 al Teatro alla Scala di Milano, di cui è stato direttore musicale dal 1968 al 1986. Dal 1986 al 1991 è stato direttore musicale della Staatsoper di Vienna e dal 1987 Generalmusikdirektor della città di Vienna. Nel 1988 ha fondato il Festival Wien Modern. Ha diretto i Berliner Philharmoniker per la prima volta nel 1966, divenendone nel 1989 direttore artistico. Nel 1994 è stato nominato direttore artistico del Festival di Pasqua di Salisburgo. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui la Gran Croce Ordine al Merito e la Medaglia d'oro ai Benemeriti della cultura e dell'arte della Repubblica Italiana, la Grand Croix de la Légion d'Honneur della Repubblica Francese, la Grosse Goldenes Ehrenzeichen della Repubblica austriaca e la Grosse Verdienstkreuz mit Stern della Repubblica Federale Tedesca. Claudio Abbado ha sempre sostenuto i giovani talenti. Nel 1978 ha fondato la European Community Youth Orchestra, nel 1981 la Chamber Orchestra of Europe e nel 1986 la Gustav Mahler Jugendorchester dalla quale si è costituita la Mahler Chamber Orchestra. Dal 2003 è impegnato con la nuova Orchestra del Festival di Lucerna, formazione composta dalla Mahler Chamber Orchestra, da alcune prime parti dei Berliner e dei Wiener Philharmoniker, dall'Ensemble Sabine Meyer, dall'Hagen Quartett, da elementi dell'Alban Berg Quartett e da solisti di fama internazionale. Nasce poi a Bologna nel 2004 l'Orchestra Mozart, di cui è direttore musicale ed artistico. A Caracas e a LHavana, nel gennaio 2005, Abbado inizia a fare musica con l'orchestra Simon Bolivar alla quale si sono aggiunti giovani di tutti i paesi del Sudamerica, per dare vita all'Orquesta de Jovenes Latinoamericanos, una formazione multiculturale e multirazziale di ben 285 elementi tra i 15 e i 24 anni.
Questa esperienza si inserisce nella mastodontica iniziativa portata avanti da trent'anni da José Antonio Abreu, che coinvolge duecentoquarantamila giovani musicisti, molti dei quali tolti dal mondo poverissimo dei barrios e delle favelas, a cui è stata data la possibilità di ricevere degli strumenti e un'adeguata educazione.


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


 
Rassegna Internazionale di Musica Organistica “Itinerari musicali alla scoperta dei suoni antichi”
Passaggi per il bosco OFF – estate 2011
Scatti on the road tra New York, Parigi e Mosca
"Note fantasiose”
Alessandra Pascali 4et - Un viaggio sonoro tra jazz tradizionale e musica popolare italiana
Yoga Kundalini su: “Il pensiero di Yogi Bhajan, il Maestro della nuova Era”
MUSICULTURA 2011 - XXII Edizione

 
RELAZIONI UOMO/DONNA CONOSCERSI PER AMARSI
Corso di ACROBATICA per eliminare la... PAURA
7° Concorso Musicale Nazionale Premio "Musica Italia"
BliTzLaB #2: Workshop di danza e movimento sinergetico
concorso Wildlife Photographer of the Year

 
 
24 02 2012 CLICK, SI GIRA.
24 02 2012 E LA LETTERATURA?
24 02 2012 L’escapismo nella società del web 2.0
24 02 2012 Donne e sport
01 02 2012 IL CINEMA AI TEMPI DELLO SWITCH OFF

  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node