MILITANTI MUSICALI
Ovvero chi non demorde, e imperterrito continua a seminare cultura musicale alternativa... E per fortuna...
Dub'n'Blues partenopei
Iniziamo il nostro viaggio in questo nuovo mese sociale autogestito dalla bella Napoli che, malgrado le maldicenze di certi mini-aspiranti-al-trono della nostra vilipesa Italietta, è sempre fonte ricca e generosa di idee, iniziative e proposte ammalianti.
Due date consecutive ci aspettano alla storica Officina99, due appuntamenti antipodici nei contenuti, ma amalgamati nello spirito.
Il 4 Aprile, a calcare il palco del CSA partenopeo, torna Vibronics, al secolo Steve Gibbs - produttore Dub piuttosto rinomato – che, con ai microfoni Madu ed Echo Ranks, continua a testimoniare la sua “vicinanza a questo progetto, all´idea di una programmazione culturale ´low cost´, al percorso dei sound systems autocostruiti e militanti che da anni abitano il Centro Sociale. La serata, infatti, sarà aperta da Bruciatown Fa-Mass, sound che vive da anni all´interno di Officina99”.

blue_staff BlueStaff

La sera dopo (giorno 5) si resta in loco, ma si cambia registro: è il turno dei Blue Staff, formazione blues (ò bblùs per l'esattezza) oriunda, portatrice di un suono grezzo, intenso e spontaneo. I BS suonano coscientemente del Chicago Blues, ma “producendo” sempre sound e composizioni originali e vitali che gli conferiscono un livello ed una credibilità degni dei maggiori esponenti del genere. Chiaramente il tono delle creazioni è tipicamente mezzogiorno-oriented, del genere “Roba Blues” o “L'acqua è poca”...
Da prestargli orecchio...
www.officina99.org

Alessandria crocevia di lotta e di speranza

villaAda

Transustansiamoci senza paura adesso verso il biondo mondo proto-padano, presso gli stanzoni del CSOA Crocevia di Alessandria per farcele cantare dai capitolini signori della Villa Ada Posse. Crew reggae (per dirla come quelli del giro...) storica che, dai tempi delle “Pantere” che ricominciavano a mordere il sedere – i primi anni novanta, per intenderci - ama fondere questo dancehall style giamaicano con la cultura peninsulare nostrana allo scopo di raccontarne le storie e le emozioni quotidiane.

“Chiedo un piccolo time out a sto grigiore
Per vedere com’e’ fuori stamattina se c’e’ sole
Oggi cerco un tocco de colore
Per la fantasia che ogni giorno in questo mondo muore.”

L'appuntamento è fissato per la Reggae Night di Sabato 19 aprile

BiscaZulu1

E per non farvi mai mancare quella mano santa di amabile terronità a coccolarvi fin dentro casa (divagazione: vi consiglio di autosomministrarvi l'autorevolissimo test parascientifico – pubblicato di recente su “certi giornalacci comunisti” - atto a disvelare la vostra personale attitudine alla meridionalità od al terronismo), una volta che al Crocevia ci state, restateci per assistere alla performance garantita di BiscaZulù. Dell'album “I tre Terroni” avevamo già ampiamente detto l'estate scorsa in seguito al suo debutto, non resta dunque che augurarvi un liberatorio 25 Aprile in compagnia di queste vecchie conoscenze, della loro lucida ironia, dei loro testi arrabbiati, attenti e disillusi, della loro indiscutibile esperienza musicale.

Biscazulu

“Gli umani fanno fatica ad accettare l'idea di essere totalmente superflui
per questo i meno dotati tra loro si sforzano di essere produttivi”

www.csoacrocevia.it
www.villadacrew.it
www.myspace.com/biscazulu
www.scomunicazione.it/m

Ora e sempre Resistenza! A Padova
Care gallinelle danzerecce e teatranti, sappiate ancora che gli amici del C.S.O Pedro hanno organizzato – per la notte del 19 – uno showcase tutto tricolore, The Italian Job, che vedrà impegnata l'intera scuderia del Vibrabbona Sound in una corposa “Danz Hall”.

AltraResistenza

Come al Crocevia, anche al Pedro di Padova si è pensato di organizzare un 25 Aprile dissonante, con uno spettacolo teatrale dal titolo "Progetto 25 APRILE - L’altra Resistenza", un progetto nato dall'incontro e dalla riflessione di quattro artisti provenienti da luoghi e percorsi professionali differenti, atto ad attualizzare i valori della Resistenza. A pugni quantomeno socchiusi.
www.myspace.com/vibrabbona
www.myspace.com/csopedro
www.lucilleidi.net

A Pisa…

logoaltracampagna

E chiudiamo l'infornatone di questo mese con una rapida occhiata al nutrito programma del Progetto Rebeldia di Pisa che dà vita ad una sfilza di iniziative (a cavallo tra il mese appena trascorso e metà del corrente) nell'ambito di un itinerario culturale battezzato “La città che non c'è”.
Tra le cose più interessanti, vi segnaliamo certamente un incontro intitolato Che ne è della 194?
Storia, applicazione e questioni di coscienza, previsto per giovedì 3, e la successiva tre-giorni di Interferenze Urbane 3.0. Per approfondimenti, ovviamente, spulciatevi l'illuminante sito web.
www.inventati.org/rebeldia
à Bientot!

AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node