PUO' ACCADERE L'IMPREVEDIBILE
Come opere giocose che in realtà esprimono tragedie. E può accadere l'inevitabile... come un filo di perle tormentato che prima o poi... si romperà
Ferrara: Undercurrents, Biennale doNNa
Quest’anno è la nota artista Mona Hatoum a essere stata prescelta per rappresentare la XIII edizione della Biennale Donna, organizzata dall’UDI – Unione Donne in Italia di Ferrara in collaborazione con le Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea del Comune di Ferrara.
Mona Hatoum è nata a Beirut da una famiglia palestinese ed è stata costretta all’esilio nel 1975 andando a risiedere a Londra, dove diventa celebre alla metà degli anni Ottanta attraverso performance e video incentrate sul tema del corpo in situazioni di conflitto. Più tardi l’artista ha realizzato anche installazioni di grandi dimensioni e sculture sullo stesso tema. Una delle installazioni video di Hatoum più conosciute è Corps étranger (1994), che presenta un viaggio nel paesaggio interiore del corpo dell’artista stessa tramite una minuscola telecamera. In mostra sono presenti più di 50 lavori dell’artista, che è innanzitutto una donna impegnata a rappresentare e a diffondere l’idea dell’identità culturale e dell’impegno sociale.
Palazzo Massari PAC, Corso Porta Mare 5, Ferrara, info: tel. +39 0532 244949 fax +39 0532 203064, diamanti@comune.fe.it, www.artecultura.fe.it, orari: da martedì a domenica 9.00 – 13.00 / 15.00 – 18.00; lunedì chiuso, dal 6 aprile al 1 giugno 2008

Plastic Eden a Palermo
Questa mostra, a cura di Laura Barreca, rappresenta l’appuntamento finale della residenza di Francesco Simeti presso lo spazio della Galleria Francesco Pantaleone, nell’antico quartiere palermitano della Vuccirìa. Francesco Simeti è nato a Palermo nel 1968 e dal 2005 risiede a New York, ha già esposto in numerosi musei e spazi sia pubblici che privati. A Palermo espone una serie di lavori recentemente prodotti: delle xilografie che raffigurano paesaggi devastati da disastri naturali, una scultura in gesso e oro, in cui l'artista evidenzia il suo gusto per il decoro e l'elaborazione formale. In un ambiente separato della galleria, presenta poi una lampada di forma tubolare illuminata dall’interno e riproducente immagini di traiettorie di missili e scudi spaziali. Al primo sguardo le sue opere sembrano giocose e variopinte ma in realtà rappresentano scene di guerra, fughe di massa, tragedie consumate quotidianamente tra le pagine dei giornali, che l'artista setaccia, seleziona e rielabora nei propri lavori. Simeti cerca di esprimere quella sorta di "anestesia" visiva e culturale creata dall'eccesso di informazione della società contemporanea.
Galleria francesco pantaleone arte Contemporanea, via Garraffello 25, Palermo, info: +39 091 332482, +39 339 8464500, http://www.fpac.it/ , fino al 15 aprile

Microcosmo a Napoli
La nuova personale di Satoshi Hirose, classe 1963, dal titolo Microcosm analizza i nuovi stili di vita contemporanei, e utilizza la metafora del viaggio per aggirarsi tra diverse culture e tradizioni. Nella mostra l’artista giapponese relaziona ogni elemento con le opere, proprio come accade nel rapporto quotidiano tra l’io e gli altri, creando un vero e proprio microcosmo. Come in Beans Cosmos, una sorta di Universo in miniatura, dove materiali poveri come i fagioli vengono decontestualizzati e legati ai metalli preziosi, trovando un’inedita e originale dimensione. Ne Il Giardino della Meditazione si assiste a un autentico ecosistema all’interno di una lampada, dove l’effetto della luce sulle piante è attuato in modo artificiale, in attesa di provocare delle imprevedibili trasformazioni.

Hirose

Umberto Di Marino Arte Contemporanea, Via Alabardieri 1, Napoli, info: Tel. +39 081 0609318 Fax +39 081 2142623, www.galleriaumbertodimarino.com, orario: lunedì ore 16:00 / 20:00, martedì – sabato ore 10:30 / 13:30 e 16:00 / 20:00, fino al 6 maggio

Fabricato in Italia. A Roma
Claudio Spoletini presenta le nuove opere di un ciclo iniziato alcuni anni fa dal titolo “Fabbricato in Italia”. L’artista romano prosegue a dipingere i suoi paesaggi di natura industriale, frutto del suo immaginario, come ci svelano le variazioni mono e pluricromatiche e le dimensioni plastiche, che si possono facilmente assimilare al giocattolo Lego. Si tratta perlopiù di ambienti lavorativi visti dall’alto, ben riprodotti e localizzati che si muovono tra il reale e il fantastico, la verità e il sogno.

Spoletini_web

Romberg Arte contemporanea, Piazza de Ricci, Roma, orari: da martedì a sabato 14:00-19:30, info: tel. 0668806377, email: artecontemporanea@romberg.it, fino al 10 maggio

A Viterbo perle e NON solo...
Si tratta della prima personale di Luna Amato, giovane artista siciliana vincitrice del IV Premio Celeste 2007 nella sezione video, che lavora sulla dimensione esistenziale. La sua ricerca si concentra sulla composizione di una immagine senza orpelli, con pochi elementi simbolici, che si caricano di valore solo nello spazio tra autore e spettatore. Come accade nel video Perle, dove l’inquadratura fissa riprende l’immagine tagliata di una donna che gioca con il filo di perle al suo collo. Qui il movimento lento e ossessivo delle dita svela lo stato d’animo (giocoso, ansioso, irrequieto) e preannuncia l’inevitabile, poiché all’improvviso le perle volano via e rimbalzano veloci e incontrollabili.
Kyo ART GALLERY, Via San Pellegrino 55, Viterbo, info: Tel/Fax 0761 340378 , Orari: giov. – ven. - sab. 16,30-19 e dom. 11-13, fino al 13 aprile

AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node