SLANCIO IRREQUIETO
E' quello degli artisti, sempre in cerca di quel qualcosa di introvabile. Sempre in ansiosa ricerca di qualcosa che gli manca. E a cui ambiscono
A Palermo: AHASVERO
Perché il titolo Ahasvero? Secondo i curatori, Alberto Zanchetta e Federico Lupo, l’artista è una figura errante, che come Ahasvero "è condannato ad attraversare il tempo, gli stili, i temi, le tecniche, senza riuscire a essere veramente pago di sé stesso; ambisce sempre a qualcosa di più, di altro, che lo porti ancora oltre, lontano. Irrequietezza che è slancio vitale, energia creativa, pungolo irrinunciabile e legittimo". Chi sono stati chiamati a testimoniare questo ruolo? Andrea Buglisi, con i suoi attraversamenti artistici che sono la somma delle percezioni ottiche; Andrea Salvatori e Adriano Persiani, i quali con le loro sculture rileggono continuamente la materia e gli oggetti; Nicola Vinci che con la sua ricerca indaga la fede, la superstizione e il misticismo delle cose. "Quattro differenti iter che gettano uno sguardo in avanti e all'indietro, perché – com'è vero che 'una benda nera cinge la fronte di Ahasvero nascondendo in tal modo una croce infuocata la cui luce gli distrugge la mente ogni volta che ha raggiunto un determinato grado di perfezione' [Gustav Meyrink] – ogni camminamento è un nuovo, caparbio, ricominciamento".
ZELLE ARTE CONTEMPORANEA, Via Matteo Bonello n°19 / Via Fastuca n°2, Palermo, info:www.zelle.it, zelle@zelle.it, tel: +39 3393691961, orari: dal lunedì al sabato dalle h.17.00 alle h.20.00, fino al 22 dicembre

Foggia: INFUORI
Si tratta della prima mostra personale di Alessandro Passaro. Nato a Mesagne (Brindisi) nel 1974, l’artista ha sviluppato una ricerca pittorica basata sulla riformulazione dei concetti di spazio e luce. La sua pittura s’interroga sulle modalità della rappresentazione del reale, da lui considerata non solo un fenomeno visivo ma un insieme di eventi fisici e psichici. Così la scelta dei protagonisti dei suoi quadri, persone comuni colte in momenti di precarietà, intende riprodurre non scene di vita quotidiana ma il ‘flusso’ esistenziale nella sua interezza.

Alessandro Passaro

Paolo Erbetta Arte Contemporanea, Via IV Novembre 2, Foggia, orari: Lunedì - Sabato 11,00 - 13,00 / 17,00 - 20,30. Merc. e Giov. su appuntamento, info: tel.+ 39 0881723493, www.galleriapaoloerbetta.it info@galleriapaoloerbetta.it, dal 20 dicembre al 29 febbraio

A Roma un... falso movimento
Il titolo del progetto espositivo, a cura di Claudio Libero Pisano, è ispirato al noto film di Wim Wenders in cui il regista ha voluto rappresentare l’inalienabile necessità dell’andare. Ogni artista invitato ha fatto eco al titolo della mostra attraverso un semplice gioco di parole, dove per movimento si intende letteralmente uno spostamento, e sia tramite un richiamo ideale a un percorso artistico che è sperimentazione e ricerca. Gli artisti presenti in mostra sono: Matteo Basilè, Alessandro Bellucco, Alessandro Bulgini, Gea Casolaro, Carlo De Meo, Rocco Dubbini, Bruna Esposito, Richard Journo, Daniela Perego, Nordine Sajot, Donatella Spaziani, Adrian Tranquilli. In questa occasione è stato realizzato un video, a cura di Giorgio Cappozzo, che raccoglie le interviste ad alcune personalità del mondo della cultura sul tema del falso movimento. Il catalogo accoglie invece i testi del curatore e di Dobrila Denegri, Federica La Paglia, Laura Barreca.
Castello Colonna, Piazza S. Nicola 4, Genazzano (Roma), info: tel. 069579696, orari: dal venerdì alla domenica_dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 19,00 - su appuntamento: Servizio d'Accoglienza_Aldo D'Attilia 338 3039299, fino al 3 febbraio 2008

A Pesaro in casa Bugatti
Una mostra particolare… Cristian Bugatti rende omaggio all’artista Massimo Caccia con la mostra Cristian Bugatti chiama Massimo Caccia, ospitata all’interno del locale di Pesaro, in cui viene esposta l' ultima opera di Massimo Caccia lasciata incompiuta a casa di Bugatti il giorno della scomparsa dell’amico. Massimo Caccia, nato a Desio (MI) nel 1970, a partire dal 1995 ha esposto in varie collettive e personali, ed è scomparso il 21 giugno 2007.
Così descrive Cristian Bugatti quel momento: “il 21 giugno 2007, giorno della scomparsa, indossava una maglietta bianca pantaloni marroni e scarpe sportive blu. E' alto 1,65 m, occhi castano capelli castano. Quel giorno era sceso a prendere delle pizze ma non è mai tornato. Ho conosciuto Massimo diversi anni fa grazie ad amici in comune. Passiamo del tempo insieme a dipingere. Quella che vi propongo in questa mostra è l’opera su cui Massimo stava lavorando il giorno della sua scomparsa. è un lavoro incompiuto. ed è lo stile di Massimo: su campiture piatte massimo disegna figure contornate di nero, pulito e nitido ma nello stesso tempo inquietante e misterioso. questa tavola è tutto ciò che mi rimane di un amico”.
Plastic Music Dispenser, via passeri 31, Pesaro (pu), orari: da lunedì a sabato, ore 10-13 e 16-20; chiuso lunedì mattina e domenica; info: info@plasticweb.it / tel. 0721 30937, ingresso libero, fino al 6 gennaio 2008

Frequence a Roma
“Frequence” è un progetto / opera di Teresa Iaria che nasce da una riflessione sulla nozione di campo, inteso come oneness, totalità degli eventi possibili, composto da una infinità di onde e traiettorie. Seguendo l’idea di Richard Feynman, la nostra esperienza percettiva della realtà fisica non è altro che il più probabile tra gli infiniti stati virtuali. L’installazione prevede 2 grandi disegni in cui una piccola testa guida una infinità di capelli ondeggianti, proiezione delle infinite traiettorie possibili. Al centro è posta una scultura formata da fili di seta che sembrano misurare la frequenza dei suoni che si sentono nella stanza.
PIOMONTI ARTE CONTEMPORANEA, Via dei Chiavari 58, ROMA, info: Tel./Fax +39 066875457 permariemonti@hotmail.com, orari: dal Lunedì al Sabato 10-13/16-20, fino al 15 dicembre

AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node