E CHE CCE VO'?
Mica è difficile scrivere un fumetto di 24 pagine in 24 ore! Oppure scrivere la recensione di un libro, un cd o un dvd e vedersela pubblicare in rete... Basta lanciarsi!
Credo sia giunto il momento, dopo qualche anno che seguite questa rubrica sulle meraviglie del web, che sappiate (ahivoi) chi si cela dietro le 4500 (spesso deliranti) battute quasi mai puntualmente consegnate a mammaBazar... Il sottoscritto, nella quasi totalità del suo tempo di veglia è impegnato, lapis alla mano, a scarabocchiare fumetti, illustrazioni e vignette satiriche e, grazie al suo contestuale essere un nerd hardcore, ha potuto fare del web la sua principale scuola d'arte. Premesso ciò, sperando di non esondare in spazi redazionali che non mi competono, vi guiderò in un paio di begli atelier dove potrete, se non apprendere, quantomeno affinare la bell'arte delle bandes dessinées.
Seguitemi, prego...

L'arte dell'italica China
E' strutturato sostanzialmente su una serie di forum tematici, dove moderatori professionisti del settore fumettaro lanciano sfide, dispensano lezioni e consigli, correggono tavole, fomentano dibattiti, condividono, come si farebbe nelle scuole artigiane di un tempo, la loro esperienza con neofiti e semiprofessionisti in cerca, che si approcciano a questo mondo (generalmente avaro di backstage). Si chiama Kinart (www.kinart.it) questo bel sitarello ed è davvero un preziosissimo forziere pieno di materiale filmato, disegnato, raccontato, a cui attingere a piene mani e, soprattutto, gratuitamente. Parecchio interessante la sezione dedicata ai videotutorial e il prontuario per presentarsi a un editore, una guida ragionata alle figure non barbine quando si va per fiere col book sottobraccio. Chiaramente, per gli amanti del genere...

Il 24HIC DAY
Restando in tema, mi tocca, visto che si svolge in questi giorni, rimandarvi a un'iniziativa “terrestre” e non internettiana, ma che sulla rete mostra e disvela i suoi preliminari e i suoi frutti. Il nome completo della performance (che vado a spiegarvi) e del sito è 24 hour Italy Comics (www.24hic.it). Il 24HIC altro non è che una sfida: creare un fumetto completo (storia e disegni, matite e chine) di 24 pagine in 24 ore, una storia compiuta e ben raccontata. Esiste una giornata ufficiale, ma è sempre possibile sottoporre il proprio operato anche via web (fa fede l'onestà). Impossibile, diranno alcuni; E che cce vò?, diranno altri. A prescindere dal vostro grado di autostima quello che posso assicurarvi è che, consultando l'archivio delle decine di 24hcomics ci si imbatte in opere che qualcuno non riuscirebbe a concretizzare in 24 mesi di lavoro... Spunti impressionanti!

Ok, stop, basta fumetti, lascio il campo a chi su questo mag se ne occupa seriamente. Passiamo ad altro. Recensioni, per esempio.

Scrive.te
È da un po' che seguo con particolare interesse questo portalino, semplice semplice nell'impatto, ma ricco di contenuti. Scrive.it (www.scrive.it) è un porto dove chiunque, registrandosi gratuitamente, può inserire una segnalazione – con correlata recensione se ne ha voglia – dell'ultimo libro, film, CD in cui si è imbattuto, con lo scopo di s/consigliarlo ai visitatori. É possibile dare un voto, inserire una scheda completa (stile IMDB), rinforzare una segnalazione, magari ribadendola o contro-motivandola. Il sistema è immediato e intuitivo. L'utilità è evidente. Stasera danno Nightmare 54 alla TV e non sapete se dedicargli 2 ore della vostra vita. Su scrive.it troverete la risposta!

Flipbook umani
Tempo fa avevamo già affrontato l'argomento flipbook online, sviscerandone i misteri e mostrandone le meraviglie. Giuro che su Human Flipbook (www.humanflipbook.com) hanno superato se stessi e l'intero mondo del fb. Si tratta di un sito pubblicitario, è vero, ma i creatori hanno fatto qualcosa fuori dall'umana scienza: un flipbook su magliette, centinaia di magliette, ognuna contenente un fotogramma dell'animazione complessiva. Guardare per sbalordire. Tra l'altro sul sito trovate il making of, se non vi si sono sgranate già le mascelle dallo stupore.

La carnatrice
Anche di sostenibilità (nell'alimentazione e nella produzione della stessa) abbiamo più volte ragionato, ma certamente mai in questa maniera. Su The Meatrix (www.themeatrix.com) trovate, oltre a una guida assai esaustiva sul tema (con tanto di alternative e contromisure per un vivere ed un mangiare sano), una serie di cortometraggi animati che, facendo il verso alla famosa trilogia dei fratelli Wachowsky e a i suoi millantatissimi personaggi, racconta in maniera altamente sarcastica quanto ruota intorno alle catene di fast food e relative “cultivar” di animali omogeneizzati e simili amenità. Tutto da vedere e da pensare prima di ordinare l'ennesimo Mc Skifo Deluxe!

AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node