IL MONDO WIKI
Luogo della condivisione, dello scambio (intellettuale e non) e del lavoro a più mani... vero laboratorio di creativitA'

La rete è un mezzo fresco, in continua evoluzione e, soprattutto, necessariamente al passo coi tempi, visto che nell'ultimo decennio è stata assurta quasi a badante delle (de)generazioni post-rockabilly. É un mezzo giovane perché prettamente giovane è la sua utenza, pieno di neologismi il suo linguaggio, moderne le sue implicazioni e applicazioni. E uno dei concetti che per via del web hanno ottenuto un'estroflessione pressoché totale è quello di condivisione, inteso come scambio (intellettuale e non) e lavoro a più mani: dal P2P ai Wiki ormai qualunque tipo di frontiera fisica e di proprietà risulta del tutto deflagrata e irricostruibile. Restringendo il campo ai wiki, ci troviamo dinanzi a vallate sterminate di fucine e laboratori in grado di setacciare e argomentare ogni forma di conoscenza. E proprio ad alcuni di loro dedicheremo parte della nostra rubrica settembrina.

Brutta storia

BRUTTA STORIA

Qualche giorno fa uno degli amici con cui condivido il tetto è tornato a casa tutto contento millantando di aver trovato mille risposte ai suoi dubbi da Accademico della Crusca: “Ho trovato un sito – mi ha detto – che spiega come cacchio parlano i tinèger come te!” Ora, a prescindere dal fatto che LUI confonde il mio folliloquio con un idioma metropolitano da giovinastri, il sito che diceva esiste davvero e ve lo rimbalzo immantinente: Bruttastoria (http://www.bruttastoria.it) si chiama, è un wiki, sedicente “manuale di lingua e mitologia urbana. Un progetto tra narrativa e linguistica con l'intento di dare il resoconto della mappa mentale della persona o della comunità che ha coniato un termine”. Assolutamente indispensabile se non avete la più pallida idea di cosa diavolo vogliano dirvi indicandovi Rino, felice acquirente di un super-deca che, sdrusando il suo bel Bong (che lo picchia ben bene), sbuffa ed esclama "Rastafarai"...

Buon wikiviaggio

LOGO WIKITRAVEL

Come promesso in apertura, rimaniamo sui wiki e ve ne presentiamo uno, per un pelo fuori stagione (visto che immagino siate appena ritornati dietro le vostre faticose scrivanie post-vacanziere), ma che indubbiamente si rivelerà illuminante per le ferie che avete deciso di giocarvi di fino in tempi non sospetti. Wikitravel (http://www.wikitravel.org) è potenzialmente la più libera, completa, aggiornata e modificabile guida turistica mondiale. Perfetto connubio tra lo spirito del wiker e quello del viaggiatore on the road, basato sulla condivisione della conoscenza, sulla perfettibilità dei contenuti, sul libero scambio delle esperienze. Una sorta di diario di viaggio collettivo dove ciascuno ha la possibilità di dire la sua e di saperne di più (senza il filtro di tour operator e affini) da chi ha già percorso un certo itinerario e ne ha esperito di persona pregi e difetti. Tool meraviglioso e molto “sentito”: affidatevi senza ansie...

Se famo du spaghi 2.0?

2 SPAGHI

Ancora networking sociale, ancora libera cultura, stavolta gastronomicamente orientata, che male non fa! Opera di due smanettoni di vecchia data, fa capolino sul web, con l'insana pretesa di rendersi protagonista del famigerato web 2.0, DueSpaghi (http://www.duespaghi.it): un sito dedicato alle buone forchette dove, con la filosofia di cui sopra, è possibile segnalare, taggare, modificare, consigliare e sconsigliare, commentare ristoranti, trattorie, bettole (e via masticando) sparsi sull'italico suolo. Per gli appassionati del nostro vero sport nazionale è una chicca preziosa, nonché un'inesauribile fonte di scoperte per il palato. Con media di ogni tipo (dai filmatini girati col cellulare alle evocazioni saporifiche) ciascuna piazza manducatoria è archiviata e sciorinata nei suoi piatti tipici, nella qualità del vino, nella simpatia dei camerieri ed è correlata ad altre simili od antitetiche, di modo che la scelta da parte dell'utenza sia la più scientifica possibile. Come potete ben immaginare i tester in giro per l'Italia sono numerosissimi e famelici... Bon appetit!

Com'è che faceva quella canzone di...

IYRIK

Mille volte vi sarà capitato di avere sulla punta della lingua quella parola di quella canzone di questo o quell'altro artista e di non ricordarvela neanche a colpi di randello sulla cervice. Bene, problema risolto una volta per tutte. Questo wiki, LyricWiki (http://www.lyricwiki.org), è uno smodato database di testi di canzoni, ordinatissimi per artista, album, anno di pubblicazione e quant'altro fa archiviazione intelligente. Chiaramente del tutto aggiornabile e modificabile è uno strumento prezioso per musicofili e pianobarmen con l'orecchio fino e problemi di memoria.

Musicotecario

SKREEMR

Last but not least, date un'occhiata a Skreemr (http://www.skreemr.com), uno snello quanto preciso motore di ricerca per file musicali da ascoltare in streaming. Digitate l'artista o il pezzo che volete ascoltare e lui lo trova per voi e lo da in pasto alle vostre orecchie, insaporito, oltretutto, da una serie di informazioni interessanti e precise in merito. Utile come un juke box!


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


 
Immagini collegate
2 SPAGHI BRUTTA STORIA LOGO WIKITRAVEL IYRIK SKREEMR
  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node