fumetti d'avanguardia e situaZioni under
bazzicando tra festival, kermesse e concerti in giro per lo stivale

É un caso, ne siamo certi, che ultimamente si senta sempre più spesso parlare di stragi e disastri derivanti dall'uso moderato e personale di cimette psicoattive, specie a opera di “neofiti”. Uno di quei casi, siamo pronti a  giurarci, di cui la stampa italiana va ghiotta (le celeberrime 5 W sono precompilate all'uopo) e di cui oppositori politici, detrattori etici, teste velate, pance saiate, democronici brevimiranti sono alchemici manovratori. Come sempre senza polemica, come sempre meglio leggere sotto piuttosto che sopra le righe... 

Crack, anno terzo
(http://crack.forteprenestino.net)
 E siamo a tre: evidentemente ormai gli aficionados del Forte Prenestino ci hanno preso parecchio gusto nel concedersi, al sopraggiungere della stagione estiva, qualche rilassante giornata a base di fumetti, novelle grafiche, street art, baloon e quant'altro significhi gioia per gli occhi. A maggior ragione quest'anno, visto che l'edizione 2007 del Crack! (dal 14 al 17 giugno) si chiama International e promette di portare tra i lunghi corridoi dell'ottocentesca fortezza centocellese alcune tra le più significative avanguardie del fumetto underground di mezzo mondo, dalla Svezia agli States, dalla Francia al Canada... Mostre, performance, sfilate, banchetti a non finire e, soprattutto una partecipazione attiva con l'intento di dar vita, passo passo, a un network internazionale di fumetti indipendenti, autoprodotti e certamente poco patinati e politically correct. Stavolta, tra l'altro, a colorare ancor di più gli animi e le atmosfere, interverranno un'asta di tavole originali a supporto dei processi per i fatti di Genova 2001, sottoscrizioni disegnate per l'agenda Scarceranda dell'anno prossimo e un tot di altre amenità che non vi racconto per non levarvi il gusto di partecipare...
 AGGIUNTINA: Sempre negli spazi del Forte, il 21 e il 22 di questo mese, avrà luogo anche Electrode2007, festival indipendente di musica elettronica. Se è più nelle vostre corde una situazione auricolare... (http://www.electrode.it)

Sfidanti, rumoreggiare, please!
(http://permalink.gmane.org/gmane.culture.internet.rekombinant/2085 - http://morion.samizdat.net)
Sarà spazialmente e temporalmente contestuale alla ben più nota Biennale di Venezia, ma Challengers non intende minimamente porsi come anti-biennale, anzi. Questa kermesse, una zona transgender temporaneamente autonoma a uso di chi per scelta o necessità, lavora nel sottosuolo della comunicazione mass-mediatica istituzionale, in quegli spazi  interstiziali dove l'interrogarsi ha ancora il potere di problematizzare, vuole piuttosto sfruttarne l'eco come pretesto per una accelerazione, per una concentrazione di forze, per una espressione di urgenze. Dal 7 al 9 quello che avrà luogo negli spazi Laboratorio Occupato Morion (sede della storica Radio Sherwood), sarà fondamentalmente un meeting flessibile teso a far rumore, a comunicare, ad esprimere/rsi in ogni forma pensabile. In coincidenza, tra l'altro col discussissimo G8 di Rostock.
AGGIUNTINA PURE QUI: visto che abbiamo nominato Radio Sherwood, ci tocca ricordare che il 22 giugno inizia lo Sherwood Festival '07 (principale fonte di finanziamento delle pregiatissime attività dell'omonima radio e del portale di controinformazione Global Project), il cui gustosissimo programma troverete su http://www.sherwood.it/Sherwood-Festival-2007.

Ragazzi adrenalinici
(http://ubiklab.altervista.org/ - http://myspace.com/adrboys)
Noia e paranoia quali moventi delle loro liriche, una consapevolezza nei testi che a tratti sfiora il mistico/trascendentale, impastati con uno stile ruvido/masticato: basterebbe questo a dirla lunga su cosa ci si possa aspettare dai convulsi Gigs dei trevigiani Adrenalina Boys. Ma per chi non dovesse fidarsi delle lusinghe della critica, c'è la possibilità di toccare con mano: venerdì 1, i nostri nandrolonici hiphoppari “rilasceranno” il loro primogenito 1985 sul palco dell'Ubik Lab, Treviso. Stessa sera, se state invece nella zona di Rimini, potete pure andare a perorare la causa del PAZ sotto sgombero e farci quattro salti a ritmo di D'n'B. (http://www2.autistici.org/lopaz/)

Tre terroni in giro x lo stivale
(http://www.bisca.info - http://www.myspace.com/biscazulu)
E' uscito da poco il disco del progetto BiscaZulù (nomi partenopei noti in certi ambienti...), dal didascalico titolo I tre terroni: primo CD, tra l'altro, con data di scadenza fissata al 2029. Finché siete in tempo, non negatevi l'esperienza di ascoltarli dal vivo a Lucca – per esempio – in occasione della Festa del Pane e delle Rose. E statev'accuorti!


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node