baraTTo e curiosità da voyeur
Ecco come consumare in modo critico, magari scambiandosi i prodotti. E poi tutti i siti giusti per grandi curiosoni e necrofili...

A tutto G.A.S.!
Gruppi di Acquisto Solidale, ecco di ke parliamo: amici, colleghi, vicini di casa, consumatori responsabili in genere, che organizzano le loro spese in gruppo, in quantità da ingrosso (quindi a costi parecchio ridotti) e, soprattutto, fanno provviste appoggiandosi esclusivamente a produttori di alimenti biologici o biodinamici, produzioni cioè che si basano sull’alta qualità degli alimenti nel rispetto della terra e delle coltivazioni, senza l'utilizzo di diserbanti o concimi chimici. Nati da qualche anno, ormai i G.A.S in Italia sono parecchi in ogni città, ben organizzati e spinti da sani principi: il risparmio etico, il consumo critico, il mutuo aiuto, il baratto e lo scambio, la solidarietà e la sobrietà. Un consumo di questo tipo significa, tra l'altro, chiedersi cosa c'è dietro a un determinato bene di consumo, se chi lo ha prodotto ha rispettato le risorse naturali e le persone che le hanno trasformate, quanto del costo finale serve a pagare il lavoro e quanto invece la pubblicità e la distribuzione, qual è l'impatto sull'ambiente in termini di inquinamento, imballaggio, trasporto... Per saperne di più http://www.retegas.org Perchè “la vera urna elettorale oggi è in realtà il carrello della spesa”...

Che stai facendo adesso? E adesso? E ora???
La curiosità morbosa che assedia parecchi di noi a proposito delle attività giornaliere di fidanzate, amici e chi per loro, potrà finalmente, e per sempre, essere appagata. Grazie a un sito dall'(in)dubbia utilità: Twitter (http://www.twitter.com), una comunità globale di amici e sconosciuti che rispondono alla semplice domanda: Che stai facendo? Rispondo al telefono, mi sto svegliando e tossisco... Basta registrarsi e, tutte le volte che se ne sente la necessità, “postare” quel che si sta facendo, permettendo al mondo intero di farsi una bella porzione di cxxxi nostri, mentre noi ci facciamo i suoi...

Una morte coloratissima
È vero, non è la prima volta che scrivo di quest'argomento, ma è pazzesco, il web dell'escatologia riserva sempre sorprese a dir poco raccapriccianti. Questa volta, vagando alla ricerca di “cappotti di legno” per una storiella a fumetti che sto disegnando, mi sono imbattuto nel sito di alcuni produttori oxfordiani (http://www.oxfordcoffins.com) dal gusto quantomeno discutibile. Tra le decine di pagine del loro web-loculo si fa bella mostra di sarcofaghi aerografati e urne cinerarie in coordinato, per uomini e animali. E ce n'è per tutti i gusti: dalla Union Jack per i brit-fanatici, agli orsetti e palloncini per i dipartiti prematuri, dalle scene rupestri ai paesaggi oceanici con tanto di delfini guizzanti. Senza troppa scaramanzia...

Count down verso l'ignoto...
Qualche giorno fa è arrivata sulla mia casella di posta elettronica una mail dal contenuto criptico: “22 Marzo”. Poi, nient'altro. Sbirciando il mittente scopro essere inviata da un server dal nome http://www.underdogmedia.co.uk, digitando il quale, mi son trovato al cospetto di una scena surreale: un cagnetto, dai tic ipnotici, bardato di candelotti esplosivi e al cui collo stava appeso un display digitale con un countdown in atto. Nessun link, neanche una riga di spiegazioni. Solo qualche giorno di pazienza. Mentre leggete questa pagina, il conto alla rovescia sarà già finito, forse il cagnetto sarà già saltato in aria, ma chi può dire cosa sarà accaduto in realtà? Solo una curiosità (da wikipedia): in inglese underdog è una persona o un gruppo in competizione che ci si aspetta venga sconfitto in maniera plateale...

Io lo amo!
Una sensibilità unica, un segno essenziale, personaggi ingenui, messaggi spiazzanti. Tutto questo in un sol uomo. David Lahman (http://www.dlanham.com), 25 anni di genio puro in vendita, da inchiodare alla parete della vostra cameretta!

Come funzionano davvero i progetti
Questo diagramma (l'albero con l'altalena) lo abbiamo visto spesso sulle pareti di parecchi uffici, creativi principalmente. Adesso qualcuno in rete (http://projectcartoon.com) se n'è impossessato e vuole diffonderlo e arricchirne il significato. E chiunque può dire la sua!


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node