Hardcore (ware), living&playing
Tra informatica e tutto il resto..

Mentre il mondo attorno trema e i più stanno a guardare (la tivù), noi non ci si ferma nel nostro farci Ciceroni del regno sommerso del sociale, delle solite ignote oasi che per le solite suburbane vie, macinano contenuti ed intrattenimento un po’ più sani di quelli che intasano il mainstream oggigiorno.

Ed ecco che ci si ritrova a parlare di creature che si è visto nascere e continuare a crescere, come il Laurentino Okkupato, che da 14 anni ormai è incubatore e fucina di belle idee e iniziative. In quel di Roma, nell’omonimo quartiere, ospita ancora quegli smanettoni tutti bit e tanto cervello del F-Hacklab, tecnomaniaci che tra le sue pareti si son conosciuti e sodaliziati, sempre più “pienamente convinti della necessità di mantenere i saperi informatici, e non solo, liberi e slegati dal mercato”.
Già dallo scorso mese, tutti i mercoledì, i suddetti, in tarda serata, propongono, assieme a cocktail e bevande, dei “sottofondi elettromeccanici, vjs e proiezioni anomale, skill sharing e live hackt” in un’infornata di 8 serate di “autoformazione informatica” curate e illustrate dal F-HackLab dalle ore 22 alle 24. Si continua fino al 28 dicembre (anche se è aperto più o meno tutti i giorni e se si contRatta può essere comunque aperto su richiesta).
All’interno del f-hacklab è inoltre possibile riunirsi per montare e smontare tracce, campionare rumori e produrre musica, sedicente elettronica nell’ambito del progetto Phono Disconnection,  autoproduzione possibile tra Hardcore(ware).living&playing, esperienza centrale, socializzante e fondamentale che ha già dato vita a diverse compilation no-copyright.
Links:
Laurentino Okkupato
http://www.tmcrew.org/laurentinokkupato/index.htm
F-Hacklab http://www.autistici.org/f-hacklab 

Ora e sempre, prost!
E per continuare, l’ennesimo brindisi alla seconda edizione di Terra e libertà/critical wine che, itinerando per lo stivale, si porta in quel di MILANO@LEONCAVALLO, dal 2 al 4 dicembre 2005; la data è significativa e pregnante e darà alla luce al primo catalogo "Poeti della t/Terra", alla prima carta dei vini di t/Terra e libertà/criticalwine, alla filiera distributiva dei vini autocertificati e con il Prezzo Sorgente e alla nuova rivista di Sensibilità Planetaria Terra e libertà/critical wine.
Sempre al CSA di via Watteau, sabato 10 dicembre, ore 21,30, verrà portato in scena "La fabbrica dei profumi" spettacolo di teatro narrativo civile contro tutti i crimini ambientali, scritto da Daniele Biacchessi e con musiche eseguite dal vivo da Michele Fusiello. “Testimonianze multimediali, catastrofi che non fanno rumore, non spargono sangue, non spezzano vetri, né innalzano macerie. Seveso é una di quelle.” Decisamente da non perdere, per non perdere il filo…

Varie(tà) ed eventuali(tà)
Spostiamoci nella ciaciona Emilia, e più precisamente nella neoproibizionista Bulagna, dove il 10 dicembre si terrà una festa itinerante per le vie del centro città, la Cannabis Parade, sul quale vige il più stretto riserbo… una parata di lavavetri? Un’idea del solito Livello 57.
Pregnante al CSA Barattolo di Pavia, l’incontro con il presenzialista televisivo Gabriele Paolini (come, non sapete chi è?). Nel corso della serata verrà presentato un video di 90’ con tutte le apparizioni televisive del medesimo. Seguirà “Tutto in una notte(!?)”, 16 anni di Blob(bografie). Che già pare un po’ più interessante…
Di (realmente) notevole interesse è il nuovo stage su teatro e video condotto a Napoli allo Studio Lana, dal talentuoso regista/attore del Living Theatre, Gary Brackett: “Compassione, un adattamento della trilogia Loretta scritta da Jessica Slote,  una nuova ricerca del Living Theatre e Loretta Auditorium che esplora un legame sperimentale fra teatro e video/film.” Iscrizioni aperte fino al 23 dicembre.
Links:
Leoncavallo
http://www.leoncavallo.org
Critical wine http://www.criticalwine.org/
Cannabis Parade http://www.livello57.org/
CSA Barattolo http://www.csabarattolo.org 
Living Lab “Compassione” Studio LANA, antico lanificio piazza E. de Nicola n46 (NA)

Per chiudere segnaliamo qualche nota qua e là nel panorama, un po’ monocorde ultimamente, del circuito underground italiano: 02/12/05, live al CSA Boccaccio di Monza, i vetero-panchettari australiani Hard-ons, in tour con la loro ultima vanagloriosa fatica "Very Exciting!" Special guest The leeches (da Como) e i Long dong silver (da Monza). Sulla stessa linea d’onda, sabato 10 dicembre, presso il CSOA Askatasuna di Torino, troviamo i nostrani Klasse Criminale, la band capitanata da Marco Balestrino, incentrata su una mistura stilistica fatta di Oi!, Punk, Ska e Reggae e su un impegno sociale e politico mai pago.
Al CPA Firenze Sud, giorno 2 sul palco i perugini Ingegno: “si va dagli Indigesti ai  Sottopressione - alle sonorità '88 di Youth Of Today e  Chain Of Strength, con un tocco appena di metallo e con qualche parte mosh”.
E, last but not least, chiudiamo (davvero) segnalandovi l’appuntamento di ogni mercoledì con Officina Ritmica, laboratorio di percussioni allestito al C.S. Oltrefrontiera di Villa San Martino, a Pesaro.
Link:
CSA Boccaccio
http://www.ecn.org/oltrefrontiera/
CSOA Askatasuna http://www.csoaskatasuna.org
CPA Firenze Sud  http://www.cpafisud.org
CSA Oltrefrontiera
http://www.ecn.org/oltrefrontiera/


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node