eMotional traVel
dalle sculture sperimentali di Tivoli all'arTe giovane di AciReale, dai nuovi stati emozionali di Napoli alle inedite opere di Grosseto. In giro per la penisola alla ricerca di emozioni...
 

Tivoli, SCULturE IN villa
E’ sempre curioso osservare come l’arte contemporanea si inserisca in un luogo antico. E Villa d’Este sarà per gli artisti una sfida davvero grande dato il suo scenario così ricco e complesso. Otto gli sfidanti a rappresentare la generazione consolidata della scultura italiana. Si tratta di Lucilla Catania, Umberto Cavenago, Nedda Guidi, Luigi Mainolfi, Eliseo Mattiacci, Marcello Mondazzi, Mauro Stacciali e Giuseppe Spagnolo. La mostra delle otto sculture nel giardino è accompagnata dalla ‘Sezione Profili’, nell’appartamento vecchio nella palazzina di Pirro Logorio, in cui vengono presentati, attraverso una selezione di opere, sia i temi legati alla sperimentazione dei diversi materiali - dall’acciaio, alla terracotta, alla plastica, al ferro, alla lamiera zincata, al marmo – che alla ricerca plastica, alle relazioni con lo spazio e la luce.
Villa d’Este, Tivoli, piazza Trento 1, orari di visita: apertura 8.30 – chiusura un’ora prima del tramonto,  chiuso il lunedì, prenotazioni e informazioni: call center:199.766.166, fino al 5 novembre
 
SICILIA!
Ben quaranta autori della creatività siciliana sono stati invitati da Marco Meneguzzo nell’antico palazzo del Credito Siciliano. La selezione spazia dalla generazione del dopoguerra fino ai giovanissimi. Alcuni nomi: da Carla Accardi a Pietro Consagra, per quanto riguarda gli artisti storici, a Fulvio Di Piazza e Davide Bramante, nati negli anni Settanta. Il curatore ha individuato tre periodi diversi sul modo di concepire l’arte in Sicilia, ovvero "la Sicilia "ostentata", che corrisponde a quelle generazioni che nella loro arte intendevano mostrare i problemi, le peculiarità - soprattutto sociali e di costume - dell'isola rispetto al continente; la Sicilia "negata" che appartiene invece a quegli artisti che hanno reputato importante "dimenticare" il proprio genius loci, in favore di un linguaggio internazionale, che in questo modo cancellasse il gap espressivo - e quindi sociale - tra la Sicilia e il resto del mondo intellettuale; e infine, la Sicilia "ritrovata", che tendenzialmente appartiene alle generazioni di artisti più giovani, i quali pensano - forse in nome di una globalizzazione pervasiva - che si possa tranquillamente essere artisti anche dalla Sicilia, e che i problemi dell'isola non siano dissimili da quelli del resto del mondo".
Galleria Credito Siciliano, Piazza Duomo 12, Acireale (Catania), Tel: 095.600.208 | 0957.113.517,
da martedì a venerdì 11.00/13.00 - 17.00/21.00, sabato e domenica 11.00/13.00 - 16.00/22.00, chiusura lunedì, fino al 30 settembre
 
Napoli e il GIARDINO

La mostra prende spunto dall’idea di “micro-narratives”, che secondo il filosofo Lyotard, hanno preso il posto delle “grandes narratives”, ormai povere e illegittime nel comprendere e organizzare la realtà immediata. Il giardino dunque come “luogo della piccola realtà”, come recita il sottotitolo della mostra, dove si possono creare delle situazioni umane più intime, articolate, senza una legittimazione esterna, universale e totalizzante. In questa direzione l’arte gioca un ruolo primario, diventando un giardino dal terreno fertile per nuovi stati emozionali e processuali. Tra gli artisti invitati dal curatore Lorand Hegyi ricordiamo Massimo Bartolini, Alberto Garutti, Paolo Grassino, Carla Mattii, Marina Paris, Italo Zuffi.
PAN - Palazzo delle Arti Napoli, Centro per le Arti Contemporanee, Palazzo Roccella, Via dei Mille 60, Napoli, Tel. 081-7958605, Orari: 9:30-19:30, fest 9:30-14, martedì chiuso, fino al 1 ottobre

Grosseto in esclusiva: HEADQUARTERS
Un duo artistico londinese, dal nome Charlotte Cullinan + Jeanine Richards (Artlab), presentano una serie di sculture inedite e alcune recenti opere pittoriche nella originale cornice del Giardino di Daniel Spoerri. Le loro installazioni coinvolgono gli spettatori nell’attraversare spazi di cromie diverse alternati ad allestimenti di genere più classico. All’esterno le due artiste realizzeranno una “Fontana Beer” con un’area per il relax dei visitatori. La mostra è a cura di Andrea Sassi. Il Giardino ospita numerose altre opere tra cui quelle di Arman, Luigi Mainolfi, Not Vital, Nam June Paik, Dieter Roth, nonché di Daniel Spoerri.
Fondazione Il Giardino di Daniel Spoerri, Loc. Seggiano, Grosseto, chiuso il lunedì, info: Tel. 0564.950457,
www.danielspoerri.org , fino al 31 ottobre


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node