INvasiOne di spaZi
Spazi esPositivi invasi da una creatiVità che esplode e crea spaesamenti e sorprEse

LEONARDO DREW E NARI WARD: PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA
2 mostre personali inaugurano il nuovo anno espositivo del museo senese.
Tema in comune: l’objet trouvé. La mostra di Drew è la prima occasione in Italia per vedere i suoi lavori. L’artista newyorkese sottopone i suoi oggetti trovati a una accelerazione temporale. Dopo aver ideato le opere nello studio a Brooklyn, Drew le termina in Texas, dove i materiali di cui sono composte si deteriorano grazie alle condizioni climatiche locali.
Spesso la ruggine corrode e trasforma i materiali creando ‘nuove forme di vita’ poiché, secondo l’artista, “non possiamo sostituire la natura….l’idea è quella di creare accanto alla natura”, conferendo nuova vita a ciò che sembrava inutile e dimenticato. Una poetica dello scarto che si avvicina  a quella del giamaicano Nari Ward, che rievoca le storie e i sentimenti presenti negli oggetti che raccoglie nella discarica dell’indifferenza. L’artista riabilita l’oggetto infondendovi una nuova spiritualità.
Palazzo delle Papesse, via di Città 126, 53100 Siena, info: 0577.22071,
www.papesse.org, orari: mar – dom 11- 19, fino al 7 maggio

ARTE POVERA GRECOITALIOTA. JANNIS KOUNELLIS
Da poco tornato dall’importante retrospettiva presso la Scottish National Gallery of Modern Art di Edimburgo e dalla personale all’Albertina di Vienna, Jannis Kounellis presenta un’istallazione inedita, progettata e realizzata appositamente per lo spazio della galleria. Un’opera che è una riflessione sulla pittura e sul suo peso, inteso sia fisicamente che metaforicamente. L’artista ha usato materiali come reti metalliche, indumenti e pittura rossa per costruire un’opera che invade l’intero spazio espositivo, sia in senso orizzontale che verticale. L’artista, greco di origine (1936) e italiano d’adozione (si trasferisce a Roma nel 1956), a partire dagli anni Sessanta è uno dei massimi esponenti dell’Arte povera italiana.
Valentinabonomoartecontemporanea, Via del Portico d’Ottavia 13, Roma, info: Tel/Fax 06 6832766,
valentina.bonomo@fastwebnet.it, www.galleriabonomo.com, orario d’apertura: lun-sab 15,30-19,30 o per appuntamento, fino al 15 aprile
 
GLI SPAESAMENTI DI LEANDRO ERLICH
Nato nel 1973 a Buenos Aires, l’artista vive e lavora nella capitale argentina e a Parigi. E’ il concetto di spaesamento a interessare Erlich, che elabora in modo illusionistico nelle sue opere utilizzando media diversi, dalla fotografia al video fino all'installazione ambientale di respiro scenografico. Tra le 4 installazioni ambientali realizzate al Macro ricordiamo quella intitolata "Broken Glass" (2005), che ricrea l'ambiente domestico del bagno (cm.100x240x15), in cui si scorge il frammento di uno specchio rotto con sotto una mensola che sorregge un bicchiere di vetro contenente uno spazzolino da denti. Lo spettatore si sorprenderà invece a specchiarsi in uno spazio vuoto. Nella mostra è presente anche il modellino di "Bâtiment", la famosa opera che nelle dimensioni originali è stata presentata durante la Nuit Blanche a Parigi del 2004. Qui l'artista aveva posto a terra una gigantografia (cm. 800x600) che riproduceva la facciata di un palazzo, e i passanti, che si stendevano sulla fotografia, apparivano riflessi su uno specchio inclinato, tramite sofisticati meccanismi, come se si stessero arrampicando effettivamente sul palazzo.
MACRO - Museo d'Arte Contemporanea Roma, via Reggio Emilia, 54, Roma, info: centralino +39 06 6710 70400 - fax +39 06 855 4090,
www.macro.roma.museum - macro@comune.roma.it  , Orario: da martedì a domenica 9.00 - 19.00, festività 10-14  (lunedì chiuso), fino al 7 maggio

MATTHEW PILLSBURY E IL BUIO
Sono noti i suoi scatti in biAnco e neRo per essere realizzati in ambienti interni con lunghi tempi d’esposizione. I suoi scenari preferiti sono stanze buie in cui ritrae amici e familiari davanti alla televisione o al computer ma anche sale di musei, dove riprende i visitatori nell’atto di osservare le opere esposte. I tempi d’esposizione usati da Pillsbury, anche di oltre un’ora, comprimono il movimento in un unico fotogramma e trasformano i protagonisti in ombre trasparenti, in contrasto ai dettagli dell’ambiente circostante che restano perfettamente a fuoco. In tal modo il fotografo evoca l’isolamento e l’alienazione delle persone ritratte, siano esse impegnate in azioni quotidiane o particolari, attraverso una poetica allo stesso tempo intimista e ironica. Con questa mostra la galleria romana riapre le sue porte dopo un re-styling ad opera dell’architetto Emanuela Cattaneo.
Galleria Valentina Moncada, via  Margutta, Roma, orari: dal lunedì al venerdì 16 – 20, info: tel 06 3207956 / Fax 06 3208209; e-mail:
infogalleria@valentinamoncada.com, www.valentinamoncada.com, fino al 22 marzo

ARTPAGES: LIBRI ILLEGGIBILI
Si tratta di una Rassegna Internazionale del Libro d’Artista, curata da Loredana Rea, che presenta libri illeggibili nel senso tradizionale del termine, cioè fruibili solo attraverso la combinazione tra forma, colore e segno. Piccoli e originali oggetti d’arte che del libro mantengono l’aspetto tradizionale, ma non la struttura né la funzione. Il testo infatti quando appare è inteso solo come segno o comunque strettamente legato ad esso. Come spiega la curatrice, “la mostra nasce dalla volontà di presentare al pubblico una campionatura più possibile completa di quanto è stato prodotto in questi ultimi anni nei linguaggi sperimentali indissolubilmente legati all’arte contemporanea, in un momento in cui il libro d’artista sta vivendo una nuova stagione creativa, dopo quella straordinaria degli anni sessanta e settanta”. Ben centosette le opere in mostra, realizzate da artisti diversi per formazione e metodologia espressiva, e suddivise in due aree: quelle del Libro d’Artista con esemplari cartacei, sfogliabili, campione unico o tiratura a stampa limitata, in cui un testo poetico o di narrativa si integra con delle immagini; e quella del Libro-oggetto con opere in forma di libro, realizzate in carta ma anche in vetro, plastica, legno, metallo e terracotta.
Aula Magna Liceo-Ginnasio O. FASCITELLI , corso Garibaldi 8, Isernia, orario: dal lunedì al sabato  ore 10,00 - 13,00   16,00 - 18,30, informazioni: info@punzoetesta.it, telefono:  347 0127088, fino all’11 marzo


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node