Terra di Socialia
Diritti da far rispettare, arti da autoprodurre e mafie da scaricare, prigioni (e prigionieri) da riformare e otherside-stand da conoscere. Come sempre i modi e i media sono tanti, i posti autogestiti

Iniziamo, con la speranza che siate tempisti abbastanza (per la serie: leggere a motore acceso e pronti a ingranar la prima – Tuttocittà alla mano), da approfittare al volo di un Primo Maggio secondo i dettami delle neonate tradizioni post-precarie. I lavoratori bistrattati di tutta Europa si uniscono infatti, in questo giorno, in un ideale abbraccio multinazionale per celebrare, in un tripudio di manifestazioni, apparizioni di San Precario (menzionate in più d’un programma ufficiale) e concerti, la più classica delle ricorrenze dedicata ai lavoratori. L’evento ha un nome ormai noto ai più: Euro May Day. Oltre al significato letterale, quello di Giornata di Maggio (europea), l’evento riprende la formula classica di richiesta d’aiuto pronunciata via radio dai piloti di velivoli in avaria: “may day”, appunto. Sintomatico di una reale necessità d’aiuto è infatti questo voler attirare l’attenzione facendo festa e baldoria. Un modo per esorcizzare e magari per non pensare a sedie traballanti, contratti scritti con inchiostro simpatico e amenità di tal fatta o peggiori. L’evento è europeo ma le iniziative si snodano in quantità, massimamente qui da noi, da L’Aquila a Palermo, da Milano a Napoli. Per saperne di più fate un salto ampress’ ampress’ nel C.S. più vicino a casa vostra o, visto che siete on-line (se leggete qui è certo che ci siete) digitate  http://www.euromayday.org: trovate i link alle iniziative più importanti.

 
La FAT (Federazione Anarchica Torinese) ci tiene impegnati nel corso del mese con due belle iniziative: giorno 6 tutti all’ascolto per un nuovo concerto di Alessio Lega (di cui abbiamo ampiamente detto il mese scorso sempre in queste pagine) e Francesco Stabile (che si autodefinisce cantautore metropolitano libertario) che si esibiscono solidariamente per supportare il settimanale Umanità Nova presso il Centro Giovani (Strada delle Cacce 36, Torino). Ancora di competenza della FAT è la provocatoria Serata Anticarceraria, prevista per il 20 maggio (Corso Palermo 46) e introdotta dal dibattito (moderato e aperto da Robertino Barbieri, redattore di Psychoattiva) “L’italia al tempo della pornografia securitaria: il carcere come aspirapolvere sociale” a proposito della contemporanea e non-filtrata attitudine alla gattabuia come soluzione a malefatte di ogni natura, e circa la più dignitosa (e utile) alternativa del recupero attraverso il servizio sociale e civile. Con la consapevolezza che un punitivo “dietro le sbarre” spesso è più dannoso che formativo.

http://www.alessiolega.it

http://www.francescostabile.it

 

Un figurato zapping tra le possibilità ci catapulta ora a un napoleonico-manzoniano 5 maggio, data di inizio di una Mini-rassegna di Cinema Gay (fatta di tre appuntamenti, 5, 10 e 12 maggio) ospitata dal C.S.A. il Molino (all’interno della più ampia rassegna CineMolino che ha invece cadenza settimanale a partire dal 7) e pensata insieme alle compagnia italo-svizzera di omosessuali consapevoli, Giocosi. Perché di punti di vista non ce n’è mai abbastanza.

http://www.ecn.org/molino

http://www.giocosi.ch

C.S.A. il Molino, viale Cassarate 8 Lugano.

 

A due giorni di distanza (giorno 7, dunque) ci aspetta ancora a Bologna (tra il Cassero – per le iniziative mattutine – e l’XM24 per quelle notturne) quello che si prefigge di diventare un appuntamento stabile di confronto tra chi opera nell’ambito della musica copyleft e un pubblico alla ricerca di sound nuovi e liberi dalle bianche mani delle major. Si tratta del cosiddetto (L)eft Meeting, una due-giorni dedicata alla “cultura libera del suono”, durante la quale, attraverso concerti, tavole rotonde e installazioni video si tenta una sensibilizzazione di addetti ai lavori e semplici amatori, nei confronti di un approccio “giocoso” al suono e alla sua creazione. L’intento è quello di creare un percorso comune di diffusione del copyleft, scavalcando le restrizioni del diritto d’autore e delle case produttrici.

http://www.inventati.org/inventa/doku.php?id=leftbologna

http://copydown.inventati.org/left

 

L’ambito del no-copyright e del low-making, come vediamo, è sempre gettonatissimo all’interno del sotterraneo mondo dei centri sociali: e ulteriore riprova troviamo nel Settival: il festival delle Autoproduzioni, organizzato per il penultimo weekend del mese (dal 20 al 22 maggio) dai ragazzi del Centro di Documentazione Carlo Giuliani presso la Casa del popolo di Settignano. “Abbiamo altro da dire” ci spiega il claim e, se con “autoproduzione” intendiamo “tutto cio' che creiamo e che non viene sottratto al resto del mondo per esigenze di copyright e di brevetti”, va da sé che dentro può e deve starci di tutto: dall'editoria all'informazione indipendente, dalle medicine ai video, dal cibo ai detergenti fai da te ai fumetti, dalle foto alla musica, dalle nuove licenze ai diritti digitali. Se poi l’ambient è quello di un festival c’è solo da aspettarsene delle belle (e delle originali…).

http://www.inventati.org/gratis/annunci/viewtopic.php?p=150

http://inventati.org/mailman/listinfo/festivalautoproduzioni

(per iscriversi alla mailing list)

 

Concludiamo con un rurale angoletto “nature”: al grido di “Terra! Terra!” si apre il Terzo Biomercatino, Mercato di colture e culture per una EQUOnomia locale e autogestita. Fanno da sfondo gli arcinoti locali romani del Forte Prenestino dove, tra banchetti di frutta e formaggi e interventi buffoneschi, si persegue, sull’impronta del Critical Wine (di cui forse ricorderete), un intento di rieducazione all’acquisto dal produttore e alla vendita al consumatore. Un faccia a faccia d’altri tempi. L’ingresso è libero, gli assaggi fortemente consigliati!

http://www.forteprenestino.net/

C.S.O.A. Forte Prenestino via Federico Delpino, Centocelle, Roma.


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node