Green art tech
Quando l’arte e la tecnologia incontrano la naturalezza delle cose antiche. Quando il verde fosforescente richiama il verde della natura. Quando materiali poveri come carbone e legno ridisegnano gli spazi…

Tecnologicamente antico: Gary Hill

Una mostra dove la tecnologia si lega al simbolo dell’antichità. Gary Hill, uno dei pionieri nella sperimentazione e ideazione della video arte, si confronta con lo spazio del Colosseo in più tappe espositive e performative fino alla fine di luglio. Un work in progress che si muove sulle complesse dinamiche fra immagine/suono e spazio/tempo. Una serie di proiezioni di corpi nudi emergono alla luce dai tenebrosi archi portando uno strumento meta-mitologico il cui stesso suono lo trasforma in varie tipologie. Secondo l’artista americano, “l’idea di Archi Risuonanti è quella di generare simultaneamente un moderno rapporto viscerale tra storia e futuro come se germinassero e fluissero dallo stesso luogo”. Un progetto, ideato e curato da Ester Coen e Giuliana Stella, che vede per la prima volta il Colosseo protagonista di eventi d’arte contemporanea.

Colosseo, Roma, orario: lun – dom 8.30 – 19.15, info e prenotazioni: 0639967700, www.pierreci.it, fino al 31 luglio

 

Spoleto International Mood: Itaru Mishiku

La città di Spoleto è nota per aver ospitato numerose sculture di artisti internazionali, nell’arco degli ultimi trent’anni, a cui ora si aggiungono quelle dell’artista giapponese Itaru Mishiku. Per l’occasione l’artista ha realizzato l’installazione dal titolo “Luogo sacro”, dislocando alcuni materiali di contenuto simbolico, come carbone, legno, paglia e pietra, nell’intera stanza, secondo una ritualità giapponese che ridefinisce lo spazio comune come luogo sacro poiché protetto dagli influssi negativi attraverso la delimitazione di un centro e di un asse.

Galleria Civica d’Arte Moderna, Palazzo Collicola, Spoleto, Orario:10.30-13.00; 15.30-19.00, chiuso martedì, ingresso libero, fino al 15 maggio

 

Napoli d’artista: Federico Del Vecchio

“Green Line” è il titolo scelto dall’artista napoletano per questa sua nuova personale. Del Vecchio, che predilige il disegno e la scultura, indaga le contaminazioni provocate dal progresso tecnologico sulla natura utilizzando spesso due elementi, l’albero e il missile, come simboli del naturale e dell’artificiale. Si creano così dei paesaggi ibridi e surreali dove, ad esempio, un missile si incastra ‘naturalmente’ tra i rami degli alberi, oppure una antenna parabolica cresce su di un tronco d’albero rovesciato. Ed è una ‘linea verde’ fosforescente a segnare tutto il perimetro della galleria d’arte richiamando l’idea di un verde naturale e artificiale allo stesso tempo.

Umberto Di Marino Arte Contemporanea, Via Colonne, 2/B – 80014 Giugliano in Campania (Napoli), Tel. 081.895.1818 , E–mail: dimarinoarte@libero.it - www.umbertodimarino.com, Orario: dal lunedì al sabato ore 10.30 – 13.00/17.00 –20.00, fino al 7 giugno 2005

 

Italia-Germania uno pari: Marisa Merz – Rebecca Horn

Per la 4° edizione del ciclo “Soltanto un quadro al massimo” all’Accademia Tedesca espongono due note artiste, Marisa Merz per l’Italia e Rebecca Horn per la Germania. Come evidenzia il titolo della rassegna, ogni appuntamento pone a confronto l’opera di un noto artista contemporaneo tedesco e quella di un artista italiano. Le opere sono realizzate espressamente per l’esposizione o selezionate appositamente e installate sul posto dagli artisti stessi, con l’obiettivo di un dialogo costruttivo e multidisciplinare.

Accademia Tedesca di Roma Villa Massimo, piazza di Villa Massimo,  tel: 06 442 59 31, orari di apertura: lun - giov 9.00 – 13.00 e 14.00 – 17.00, ven 9.00 – 13.00, www.villamassimo.de dal 2 fino al 31 maggio

 

Cose vane: Francesco Cervelli

La mostra è una sorta di viaggio simbolico che l’artista attua dall’inizio alla fine del ventesimo secolo interrogandosi, anche con ironia, sulla sua storia politica, sociale e culturale. I quadri scelgono alcuni momenti importanti del Novecento, come la psicologia freudiana, il muro di Berlino o la distruzione di Hiroshima. Sfruttando tutte le possibilità della pittura, l’artista romano opera una riflessione sulle utopie e sulle tragedie di questo secolo di storia e sulle ‘icone’ che ne sono derivate. La liquefazione delle sue immagini ricorda l’emersione dal passato ma anche una decomposizione che allude alla ‘vanità delle cose’.

9 via della Vetrina Contemporanea, via della Vetrina 9, Roma, tel. 0668192277, orari: mart – sab 16 – 19.30, fino al 28 maggio

 

Block Notes

Un grande museo all’aperto di sculture monumentali: da Pietro Consagra a Hidetoshi Nagasawa, da Tano Festa a Graziano Marini. Un albergo composto da camere ‘ricreate’ dagli artisti contemporanei. Un patrimonio artistico che rischia il degrado totale a causa del disinteresse dello Stato italiano… aiutiamo la cultura a sopravvivere attraverso l’informazione…

Fiumara d’Arte - Hotel Atelier sul mare,  Via Cesare Battisti, 4  Castel di Tusa - Messina  Tel. 0921334295   Fax 0921334283   email: ateliersulmare@interfree.it

AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node