Gli irriducibili del web
Duri e puri del web lo siete per forza: ci metto la mano sul fuoco visto che, anziché essere in spiaggia a tinteggiarvi le pallide pelli di anti-siouxiana memoria con gelidi beveroni tra le mani, ve ne state davanti a questo coagulo di pixel a leggere il delirio delle mie righe. Ecco allora una bella incanalata di dritte internettare e strusciatine di mouse

In alto i pollici!

Visto che per i + fortunati di noi inizia, insieme con la calura, anche la tanto agognata stagione della “migranza”, è bene sapere come muoversi senza dilapidare una fortuna visti i tempi di recessione in cui viviamo. Dall’idea tedesca di Mitfahrzentrale (www.mitfahrgelegenheit.de) - letteralmente non ho la più pallida idea di che cosa voglia dire – di offrire e chiedere passaggi in auto da un capo all’altro del globo attraverso uno sconfinato database di libero accesso, nasce l’italico (un po’ meno efficiente, ma altrettanto funzionale) ViaVai (www.viavai.it) che si pone come sportello per gli autostoppisti meno azzardosi e per i viandanti dalle braccine un po’ corte, con risultati davvero convenienti (se siete illuminati, anche in termini di tempo). Volete recarvi da Milano a Castellammare il 10 di questo mese? Niente di più semplice, sfogliate l’elenco di viaggi previsti sperando di beccarne uno consono, altrimenti inserite la vostra richiesta e sperate nella mobilità di qualche utente. Chiaramente non mancano le stranezze: per esempio mentre scrivo mi capita sott’occhio uno scellerato (o si dice pioniere?!) che partendo dalla Romagna indica come propria meta “ovunque”; magari se siete in cerca di una fuga fine a se stessa è lui che fa al caso vostro…

A volte è richiesto un contributo per la benzina, a volte trovate un magnate. Sulla stessa linea d’onda si muovono anche siti quali www.come.to/autostop, www.viavai.com, oltre che il completissimo e più professionale www.compartir.org. Bon voyage, alors!!

 

Tutto a portata di mano, forse troppo

Il servizio è geniale, anche se assolutamente folle nel funzionamento e nella reale utilità. Immaginate di trovarvi, come adesso magari, davanti al PC che lavorate al vostro ultimo progetto, o alla vostra tesi o al nuovo calendario con le foto osé di vostra moglie. Disponete sicuramente di una connessione internet, meglio se flat e a banda larga, sempre attiva, ma l’inedia vi sovrasta. E pur di non dover aprire un nuovo browser e lanciarvi in improbe ricerche alla volta di gossip, informazioni meteorologiche o chissà quali altre indispensabili notizie, decidete di continuare a fare il vostro lavoro. Tanto c’è chi esplora la rete per voi. Si chiama Serence KLIPfolio (www.klipfarm.com), è un software minuscolo (in termini di KB) che si occupa di “monitorare” in tempo reale tutto ciò che volete tenere sotto controllo 24 ore al giorno. La visualizzazione è alquanto fastidiosa, ma con un po’ di destrezza è contenibile (potete vedere nell’immagine in che proporzioni la “bestiolina” occupa il mio monitor e in che condizioni, con un miserevole 15pollici, sono costretto a scrivere…), l’utilità giudicatela voi. Tra le assurdità per esempio il servizio di ricerca automatica su google di un termine da voi scelto: ogni quarto d’ora potete sapere se è nato un sito nuovo sulle cui pagine compare “Berlusconi”. Allo stesso modo però SKF può tenervi d’occhio la posta su hotmail o le notizie su Dagospia. Propongo un’unanime petizione per far sì che anche Bazar abbia il suo spazietto su klipfarm: almeno, dei contenuti ci sarebbe da fidarsi…

 

Avvinazzatevi!

Vado volontariamente fuori tema e fuori stagione: il perché lo ignoro, ma sento che fa parte della natura joyciana di Bazar, del web e di chi ci vive dentro, deinde domandatevi/mi poco e seguitemi.

Laddove siate tra i milioni di appassionati del buon bere (si sa, fa parte delle italiche tradizioni) preparatevi a surgere fino all’ultima goccia di questa enoteca on-line che dice di essere (e non mente) Clapp – finest quality wines from Sicily (www.clapp.it). Dentro ci trovate tutte le case vinicole della bella Trinacria e i relativi vini prodotti dalle stesse, con tanto di possibilità di acquistare on-line e a buon prezzo enormi quantitativi di oro nero, bianco e rosato. Il tutto sagacemente condito di commentari enogastronomici degni dei più sobri sommelier.

 

That’s all, folks

Ho digitato assolutamente a caso il mitico claim di fine puntata dei cartoon dei Looney Tunes “thats allfolks.com” (è tutto, amici!) sul mio browser e indovinate un po’ dove sono capitato? Sul sito ufficiale dei gloriosi, anche se un po’ démodé, Bugs Bunny e Duffy Duck. “E che c’è di strano?”, mi chiederete voi: niente, appunto, però non lo sapevo, e mi ha emozionato scoprire che posso guardare via web le nuove puntate dei cartoni dei miei eroi d’infanzia. Certo, ho anche scoperto che, inevitabilmente, adesso popolano anche gli screensaver dei cellulari, il che è un po’ spoetizzante per i nostalgici come me, ma che ci volete fare, così va il mondo… sigh, sniff!


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node