Eugenia Romanelli
Eugenia Romanelli
BAZAR BRACHICARDICO
Editoriale
Antonella Andriuolo
Antonella Andriuolo
FITNESS BUSINESS
Laboratori: studenti sotto inkiesta
Roberto Pisoni
Roberto Pisoni
IL FASCINO DELL'INSPIEGABILE
Marino Midena
Marino Midena
SCHERMI ATTIVI
Visioni: tutto il visibile su schermo
- Recensioni

- Off
Flavia Narducci
Flavia Narducci
PROSSIMO “VIDEO-FUTURO”
Videogiocando: identità virtuale
Caterina Gonnelli
Caterina Gonnelli
TUTTO IN UNA SCATOLA
Onde: tv per il mondo
Maria Grazia Di Mario
Maria Grazia Di Mario
OPEN MIND & FREE SPACE
Sintonie: radio in più modi
Gabriella Serusi
Gabriella Serusi
E' QUI IL FESTIVAL?
Enrico Lo Verso
Enrico Lo Verso
L'ARTISTA SONO IO
Scene: teatro e danza su dal dietro il palco
- Recensioni

- Salmoni
Marcello Nardi
Marcello Nardi
SCOSSE SONORE
Fabio Piccolino
Fabio Piccolino
TUTTO DAL VIVO
Fabrizio Gianuario
Fabrizio Gianuario
IN COMUNE LA MUSICA
Fabio Murru
Fabio Murru
COPERTINE AD ARTE
Johnson Righeira
Johnson Righeira
6 CORDE...
sUonI: Musica da digerire
- Live

- Off
- Soft
- Recensioni
- ContROcanto
Ciro Bertini
Ciro Bertini
LEGGETE LA PRIMA PAGINA TUTTA D'UN FIATO
Flavia Piccinni
Flavia Piccinni
UN ESORDIO DOPPIO
Salvatore Satta
Salvatore Satta
CAPOLAVORI
Paola Turci
Paola Turci
CHI MUORE CI INSEGNA A VIVERE
Leggere: cultura su carta
- Recensioni

- UnDERSIze
- Fumetti
- Letti da
Marcello Nardi
Marcello Nardi
RIMESCOLAMENTI E LEGGENDE
Anadi Mishra
Anadi Mishra
CHIARI DI LUNA FRIZZANTI
Lorenzo Tiezzi
Lorenzo Tiezzi
TROPICI A MILANO E LUSSO A EIVISSA
Claudio Coccoluto
Claudio Coccoluto
PINK SUMMER
Notte: percorsi al buio
- tendenze

- off
- IN
- noTTEtempO
Emanuele Martorelli
Emanuele Martorelli
REMO REMOTTI E L'ANDERGRAUND
Trash CULT: ricicli e periferie culturali
Chiara Spegni
Chiara Spegni
IL CIBO DEI DIAVOLI
Chiara Organtini
Chiara Organtini
AGLIO!
Gusti: mangiare con amore
- storia

- vai!
Sergio Caucino
Sergio Caucino
Capitolo VI: ZUPPA DI PESCE E BANANE
Httivare: il mio romanzo
Lorella Scacco
Lorella Scacco
ROTTURE
Alberto Gabriele Morelli
Alberto Gabriele Morelli
MERAVIGLIATI
Eva Buiatti
Eva Buiatti
MA COS'E' CHE CUCINI STASERA?
Simona Marchini
Simona Marchini
CORPO E ARCHITETTURA
Arti: nuovi modi di creare nuovi modi di cercare
- recensioni SUD

- musei COOl
- mangiare e creare
- disparte
Riccarda Patelli Linari
Riccarda Patelli Linari
CORSI MANUALI E... DA MANUALE!
Corsi: possibilità senza margini
Vera Risi
Vera Risi
CINA SEMPRE + VICINA
Life&cash: economie virtuali
Stefania Secondini
Stefania Secondini
UNA VITA A COLORI
Juri Chechi
Juri Chechi
TERAPIA ESTIVA
Essere: dentro e fuori
- health wellness beauty healing

- E-splorazioni
Livio Montesarchio
Livio Montesarchio
COSE CURIOSE
Avere: oggetti oggetti oggetti
Marco del Bene
Marco del Bene
LA GRANDE SFIDA
Hitech: mondi possibili
Riccarda Patelli Linari
Riccarda Patelli Linari
CITTA' CREATIVE
Architetture&Design: forme che si esprimono
Giulia Taglienti
Giulia Taglienti
TUTTI AL MARE!
Piccoli: mondi capovolti x bambini uguali e diversi
Lorenza Somogyi
Lorenza Somogyi
UNGULATI: FRAGILI E AUSTERI
Pratiche bestiali: emozioni animali
Alice Paesetto
Alice Paesetto
IDENTITA' DI GENERE E SPORT
Sport: a 360 gradi, voglia di provare
Giuliano Cangiano
Giuliano Cangiano
TEMPI DURI?
Fenomeni: esprimersi senza padri padroni
Pietro Romeo
Pietro Romeo
SACRO WEB
Net: viaggio tra i segreti della rete
Alessandra Signorini
Alessandra Signorini
TUTTI INSIEME APPASSIONATAMENTE
Critical living: vivere scegliendo
Massimiliano Bonomo
Massimiliano Bonomo
FESTIVAL FESTIVAL...
Ambienti: eterocentrismi
Giovanni Prattichizzo
Giovanni Prattichizzo
SOGNI E CANZONETTE
Divergere: abilità multiple
Alice Rinaldi
Alice Rinaldi
L'ALFETTA GIRA TUTTE LE CITTÀ
Eva Robin's
Eva Robin's
MAGICA LANZAROTE
Queer: identità di genere
- Gender

- Contaminazioni
Serena Cama
Serena Cama
DIRITTO AL VOTO E... ALLA CELLULITE!
Tacchi Alti: espressione donna
- Con le donne

 Shootin' Stars
Shootin' Stars
SUONI D'EUROPA
Noi: identità europea, il nostro nuovo mondo
Franco Andreucci
Franco Andreucci
CANDIDATI AFFACCENDATI
Loro: dal colosso USA x capirci di +
Concetta Schiariti
Concetta Schiariti
FAR TORNARE SEMPLICI LE COSE SEMPLICI
Migrazioni: cosa accade in silenzio
Stefano Cera
Stefano Cera
LA CRISI IRACHENA DEL 2003
Tramutare: trasformazioni evolutive
Chiara Sassoli
Chiara Sassoli
AMSTERDAM, LIBERI NEL BENESSERE
Viaggi: muoversi per capire
Raffaella Milione
Raffaella Milione
SPAZI DI LIBERTA'
Oroscopo: cultura stellare


Direttore Responsabile: Eugenia Romanelli
Direttore Esecutivo: Vera Risi
 
UN ESORDIO DOPPIO
bello e contaminato!
Di fabbrica si muore
Alessandro Langiu e Maurizio Portaluri
(Manni Editore, € 12,00)

di fabbrica si muore

Esordire. Con un romanzo, con una raccolta di racconti, con un testo di denuncia. Insomma, non ci sono solo e sempre romanzi, come nel caso del bel libro di Langiu e Portaluri, un doppio esordio per i diversissimi autori che lo compongono: un attore di teatro e un oncologo. I due pugliesi, uno tarantino e l’altro brindisino, si uniscono per un libro che è insieme reportage e testo teatrale all’insegna della denuncia sulle orme di Nicola Lovecchio, operaio del petrolchimico di Manfredonia, che ha passato i suoi ultimi anni ad indagare sulla mortale malattia che lo aveva colpito.

Il libro ha la grande capacità di mettere insieme le convincenti e toccanti parole di Langiu, che con intensità ripercorre la vita di Lovecchio, con la lucida inchiesta di Portaluri che parte dal 1976, quando un incidente provocò la fuoriuscita di decine di tonnellate di arsenico dallo stabilimento. Un evento, questo, lasciato colpevolmente scivolare nel silenzio e nell’indifferenza che i due autori raccontano con forza, coraggio, suggestione. Di fabbrica si muore è la storia di un operaio sconosciuto ai più che ha lottato per scoprire la verità e garantire consapevolezza ai suoi colleghi. È la forza di due autori che hanno sentito la necessità di raccontare, l’unica che conta quando si parla di libri. Il protagonista del libro è un operaio del petrolchimico di Manfredonia, Nicola Lovecchio. Perché hai scelto di parlare di lui? Non è cosa nuova nel mio percorso parlare di storie di operai. Nel mio spettacolo Otto mesi in residence si racconta la vicenda della palazzina
Laf all’interno dell’Ilva di Taranto, proprio per voce degli operai ed impiegati rinchiusi all’interno. O come nello spettacolo generazionale di figlio padre di figlia madre racconto nonno e nipote passando attraverso il padre. Dal nonno arsenalotto, al padre operaio di acciaieria, al nipote che incontra solo contratti di formazione o a tempo. L’incontro con la storia di Lovecchio è avvenuto nell’estate del 2006. Ero ospite al Festival di Monte Santangelo con Otto mesi in residence.
Salendo sul monte si vede sotto Manfredonia e l’ex distretto industriale. Quindi la curiosità ha cercato le sue risposte. Nel mese di ottobre ho avuto il primo incontro con la signora Annamaria Lovecchio, la vedova. La sua grande forza ha indicato il resto

Sei attore di teatro è "Di fabbrica si muore" nasce proprio da uno spettacolo teatrale. Da dove parte la scelta di farne un libro?
E’ il prodotto di due autori. La prima sono dei dialoghi riportati da Portaluri con Nicola Lovecchio, la seconda parte del libro contiene Anagrafe Lovecchio. Testo dell’omonimo spettacolo. Da parte mia, scrivo prima di mettere in scena. Quindi il lavoro sul testo per la lettura è stato minimo, piccole aggiunte e piccoli tagli, ma la forma è quella. Per me non è nuova cosa, mi considero un autore, o scrittore, e poi attore. Nel senso che scrivo da quando sono bambino, la recitazione l’ho scoperta a vent’anni.

Dal teatro all'editoria, dal palco al libro. Che cosa significa per te fare questo passaggio? Pensavi fosse obbligato, l'hai cercato, è nato per caso...
Per quanto mi riguarda, da anni sentivo l’esigenza di pubblicare i testi. L’incontro con la Manni è stato casuale, durante una notte bianca in Salento, e di lì al tavolo a ragionare. Ma l’idea di mettere insieme me e Portaluri è stata loro. Un’offerta per me, lusinghiera ed irrinunciabile.

Il libro è scritto a 4mani, come dicevamo, con Maurizio Portaluri, oncologo primario di Brindisi. Al cuore di reportage, scritto da Portaluri, si affianca il tuo testo teatrale di denuncia, forte, duro, spietato...
Il lavoro e l’esperienza portata avanti da Nicola Lovecchio e il dott. Maurizio Portaluri è raro esempio di etica. Da un lato il capoturno che si sente tradito dalla sua azienda, mette in discussione la sua carriera, perché comprende quanto la dirigenza della sua fabbrica abbia omesso nell’informarli sui rischi e pericoli. Dall’altra Maurizio Portaluri, oncologo dotato di sensibilità umana e soprattutto scientifica. Sono entrambi esempio dell’idea di giustizia e di diritto, che è immediata nelle persone oneste. Il punto è che troppo spesso invece questa viene frustrata, da sentenze, e scelte politiche opposte.
 
Leggi gli arretrati
 

The Best of June 2008
di Guido Dolara


 

- UnDERSIze
 
 
24 02 2012 CLICK, SI GIRA.
24 02 2012 E LA LETTERATURA?
24 02 2012 L’escapismo nella società del web 2.0
24 02 2012 Donne e sport
01 02 2012 IL CINEMA AI TEMPI DELLO SWITCH OFF

 

  Scopri ogni mesi i vincitori delle varie sezioni:
prosa pOEsia fumEtti inFORMazIone sTUdi vidEO fOtO

continua...


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node