Milano-giovedì 15 aprile- FABBRICA EOS PRESENTA LA MOSTRA DI MARCELLO CHIARENZA

FABBRICA EOS

LE OPERE DI

MARCELLO CHIARENZA

Piazzale Baiamonti, 2 Milano Tel. 02 6596532

 orari: da martedì a sabato 10.00-13.00 16.00-19.00

 Ingresso libero

Inaugurazione: giovedì 15 aprile, dalle ore 18.30


 Dopo l’energia esplosiva di Paolo Troilo e lo squilibrio destabilizzante delle tele Vertigo e Metromorfosi di Fabio Giampietro, Fabbrica Eos inaugura la terza personale del 2010 in un clima diverso. Ma altrettanto intenso.

Protagonista, la pura poesia delle creazioni di Marcello Chiarenza, regista e autore teatrale di spettacoli per adulti e bambini, nonché curioso scenografo di eventi artistico/circensi di piazza. In mostra,circa 30 opere: oggetti naturali e artificiali trasformati in qualcosa di prezioso, magico, pacifico.

Le opere di Chiarenza sono realizzate con materiali esili, piccoli, leggeri: rami, foglie secche, gusci di noci, fili di nylon. Possiamo definirle sculture, anche se sfidano la materia. Spesso, sono rifacimenti in miniatura di grandi installazioni che venivano bruciate al termine dei suoi spettacoli. Così, avvolte di mistero, magia e soprattutto d’aria (quell’aria nella quale sembrano fluttuare distrattamente, ma di cui non potrebbero fare a meno) le creazioni rivivono per incantare ancora una volta gli spettatori stimolandone l’immaginazione e accompagnandoli in un mondo "altro" dove persino le leggi della fisica, che sembrano sfidare, non hanno più credibilità.

Completano l’esposizione, opere in terracotta e in bronzo. Le terracotte, fatte di materiale dal sapore antico, sono oggetti curiosi a metà fra le misteriose casette in miniatura che immaginiamo abitate da invisibili personaggi, e i vasi plasmati come oggetti animati nati e fuoriusciti da una fiaba. Con i lavori in bronzo, invece, Marcello Chiarenza cristallizza i concetti ricorrendo a un linguaggio talmente semplice e immediato da risultare straordinario, in questi tempi concettualmente estremi.

Abituato a guardare alle cose "indossando" gli occhi di un bambino, l’artista ci invita a dimenticare convenzioni, convinzioni, pregiudizi e certezze, per farci attraversare l’anima del reale e scoprire una visione diversa, inaspettata, stupefacente della realtà. Perciò, la sua è una mostra da vedere e da sentire.

Con l’attenzione/capacità/conoscenza di un adulto. Con la mente di un bambino.

L’artista sarà presente all’inaugurazione.



AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node