io bado a me STESso
L'autonomia individuale deve esistere per tutti: anche per chi soffre di Alzheimer, per chi ha una disabilità. E per chi vuole uscire da un disagio...

divergere

NEI GIARDINI CHE NESSUNO SA
A Mirandola, in provincia di Parma, è nato il “Giardino Alzheimer” che permette agli anziani di muoversi in un ambiente protetto e immerso nel verde. Ammalarsi di Alzheimer vuol dire perdere progressivamente le proprie capacità cognitive: percezione, linguaggio, intelligenza, pensiero. Significa cioè perdere, irrimediabilmente, la possibilità di comunicare e di badare a sé stessi. La possibilità di andare incontro alle esigenze del malato di Alzheimer tramite l'offerta di uno spazio-giardino può rivelarsi la scelta più efficace, dal punto di vista sia della dignità del paziente affetto da demenza, sia del suo effettivo contenimento da parte della terapia nella valorizzazione della capacità residua, in prevalenza sensoriale.
Il “Giardino Alzheimer” è uno spazio verde delimitato da siepi in cui si snoda un percorso anulare, attrezzato con corrimano, che consente all'ospite di raggiungere, in modo autonomo, ogni punto del giardino. Particolarmente curato è stato il collegamento tra percorso pedonale e prato, con l'eliminazione di ogni dislivello e di ogni barriera architettonica, così da garantire agli ospiti l'opportunità di muoversi, in tutta sicurezza, tra l'area verde ed il camminamento. Il colore dei lastricati è a tinta unita e si cerca di evitare sempre la presenza di dossi e cunette.
Per info: Casa Protetta (Cisa) di Mirandola
Via Alighieri, 4 - 41037 Mirandola, 101, 0535-665511, 0535-665522

PRIMA DI PARTIRE PER UN LUNGO VIAGGIO... METTITI COMODO
La società Tecno Drive, presente sul mercato da diversi anni, si occupa della vendita e distribuzione di dispositivi di guida e trasporto per i portatori di handicap. I suoi punti di forza sono tecnologia e professionalità. Se, ad esempio, il passeggero ha difficoltà motorie che gli consentono comunque di restare in piedi per il tempo necessario all'entrata in vettura, è opportuno che il veicolo sia a 3 porte: questa configurazione, infatti, garantisce una maggiore apertura della portiera e uno spazio di manovra più ampio. Per chi può restare in piedi per un breve tempo, Tecno Drive offre diversi tipi di ribaltine, anche elettriche. Queste, oltre ad aiutare l'ingresso in abitacolo e la successiva discesa, "allargano" il sedile e consentono così una superficie di appoggio più ampia. Inoltre, Tecno Drive propone un'ampia serie di scivoli e rampe, di sollevatori, oltre a veicoli rielaborati abbassandone il pianale per rendere più agevole l'accesso della carrozzina.Da sottolineare i sistemi a 4 punti, che si sono confermati i più efficienti per garantire la sicurezza del passeggero in carrozzina.Nell'ampia gamma di prodotti Tecno Drive, inoltre, sono presenti anche sistemi di ancoraggio automatico, che abbinano comodità e sicurezza.
Tecno Drive srl, via del Podere di San Giusto, 1 00166 Roma
Tel. 06 61528034

COME SI CAMBIA…
L'iniziativa transnazionale “Ex – change” coinvolge Italia, Slovacchia e Francia, nasce per scambiare informazioni sulla tratta delle donne e promuove alcune azioni necessarie per liberare queste donne dallo sfruttamento sessuale, dalla violenza e dalla sopraffazione e creare le condizioni per una futura integrazione socio-lavorativa. E' questo l'obiettivo del progetto 'Ex-change', già attivo a Torino.
Si tratta di un progetto finanziato dalla Comunità europea che, attraverso azioni di coordinamento e di coinvolgimento di tutti gli attori del territorio, mira a realizzare iniziative a favore delle vittime della tratta.
Per info:
www.comune.torino.it
presidente.pariopportunita@comune.torino.it


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node