I LIMITI DELL'ACQUA
Viaggio per mari in quel di Scandinavia
“Un segno, nell’acqua. Guardi il mare, e non fa più paura.”

01_I limiti dellacqua
Foto di Francesca Cricco

Baricco ha provato a raccontarlo, il mare, in uno dei suoi più avvolgenti romanzi¹. E come lui, in tanti hanno provato a descrivere il misterioso rapporto tra gli esseri umani e l’infinito blu di terrore e coraggio. C’è  chi questo rapporto lo vive tutti i giorni, lo sperimenta per le vie, generazioni che si passano di mano in mano il segreto per non aver paura dell’acqua, per domare le maree e infine sentire la linea scura dell’orizzonte fluido non come un limite invalicabile ma come una strada aperta che si intreccia nelle maglie della propria città. La storia d’Europa nasce in acqua e se i libri ci parlano  del Mediterraneo come culla della civiltà, il mare ci sussurra nelle orecchie di abbandonarla questa culla, di spingerci aldilà, verso l’altro, il diverso, abbattendo pregiudizi e barriere culturali. In questa occasione, dear readers, vogliamo indagare i luoghi che più racchiudono l’idea dell’ abbraccio fra l’uomo e le sue arti e il mare, metafora di uno spirito europeo fatto di apertura e dialogo (alla faccia di chi professa il “Culto del Muro”!).
E per far questo ci spostiamo quasi alla fine del mondo, lontano lontano, in Scandinavia, dove il mare si intreccia con la terra.
(Oceano Mare di Alessandro Baricco, Bur editore-€8,00)


Musica e sale a Oslo

02_A_OperaHuset

Immaginate di essere cullati dalle onde, di essere portati alla deriva da una barca bianca leggera, senza vele, fatta di note, fino ai confini dell’orizzonte. Ora prendete questa visione e trasportatela in Norvegia, a Oslo, sul bordo orientale dell’Oslofjord. Siete all’ Operahuset, moderno edificio progettato dallo studio norvegese Snøhetta e inaugurato nell’aprile 2008. L’architettura sorge dal mare e fonde melodia e acqua: due corridoi intrecciati formano la struttura portante che si affaccia direttamente  sulla costa. Il luogo merita una vista non solo per poter assistere ai vari concerti, balletti e spettacoli ( trovate il programma su http://www.operaen.no/Default.aspx?ID=250 ) ma anche per una semplice passeggiata: la copertura costituisce infatti una splendido camminamento pedonale sopraelevato dal quale ammirare il fiordo.

02_B_OperaHuset

Racconti di mare a Copenhagen
Se poi ci spingiamo a sud e decidiamo di fermarci a Copenhagen, possiamo fare un salto alla Black Diamond, la biblioteca reale. Qui  la letteratura si incontra con il mare in quanto la spettacolare struttura nera progettata dallo studio Schmidt Hammer Lassen K/S si specchia sul canale di Kobenhavns Havn. A pochi passi dalla casa dello scrittore Andersen  e vicina alla fin troppo famosa Sirenetta (sopravvalutata, secondo noi), la Black Diamond, oltre a custodire una innumerevole quantità di volumi, ospita tantissime iniziative tra cui ricordiamo l’ International Authors' Stage, una piattaforma culturale che promuove il dialogo fra letteratura danese e straniera attraverso meeting, workshop e presentazioni.

03_B_BlackDiamond

(La residenza ufficiale di Andersen si trova sul canale Nyhavn, civico 20, purtroppo non aperta al pubblico. Si può  fare però visita al museo Andersen in Rådhuspladsen, n.57, zona municipio-prezzo: 34-67 Krr)
Black Diamond-sito web: www.kb.dk/en/

03_A_BlackDiamond
Foto di Francesca Cricco

Stoccolma: chi vince?
Immagine dell’eccellenza artistica e scientifica, il Premio Nobel è il riconoscimento più alto che si possa conferire all’ ingegno e alla creatività che si spinge oltre, che, libera,  si muove aldilà. Non è forse un caso che la cerimonia di premiazione si svolga nella City Hall di Stoccolma, struttura leggera ma imponente, svettante sul mare. Visitabile solo con la guida, la StadHuset  si anima d’incanto nei primi di dicembre, per raggiungere l’apice del suo splendore il 10 (data della morte di Alfred Nobel, a Sanremo), con la cerimonia finale dei Nobel. Se non si può visitare la città in questo periodo, coloratissima con le sue vetrine addobbate per la festa di Santa Lucia, vi proponiamo di approfondire l’argomento Nobel con lo splendido saggio “Costruire la pace. Discorsi dei premi Nobel per la pace”, edito Minimun Fax.
premio Nobel- sito web: http://nobelprize.org/

04_A_Stadshuset

04_B_Stadshuset
Fotografie di Francesca Cricco

Voglio essere Jack Sparrow!
Ma  se si rimane a Stoccolma, immancabile è una visita al Vasa Museet, museo costruito attorno al  vascello Vasa, affondato nel 1628 durante il suo viaggio di inaugurazione per i canali di Stoccolma. Il relitto si è conservato perfettamente in ogni sua parte e visitarlo significa fare un viaggio all’indietro fino al XVII secolo per respirare un po’ di avventura come se si fosse un pirata, tale è la suggestione nello scoprire gli antri bui del veliero! 
vasa museet, Come raggiungerlo  e orari su:
www.vasamuseet.se/sitecore/content/Vasamuseet/InEnglish/Visit.aspx

05_VasaMuseet
Foto di Francesca Cricco

AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node