UN INTRICO DI CIRCUITI
Trionferanno ancora supereroi e brand rivitalizzati (007), ma la campagna d’autunno di Hollywood avrà in prima fila un solo grande protagonista: Wall-E, uno sveglissimo intrico di circuiti elettronici
Il Robot, il Mago, la C.I.A.
L’ E.T. di domani è un robottino che ricorda un pò Numero 5, il protagonista della fortunata serie Corto Circuito. Anzichè Carlo Rambaldi con martello e scalpello, lo modellano un centinaio di programmatori con mouse e tastiera. Si chiama Wall-E (17 Ottobre) ed è l’ultimo arrivato della sempre più variopinta famiglia Pixar (No, Disney!). Non è tanto la love story tra un robot spazzino e una robottina aliena a stupirci, e neanche le derive ecologiste in un mondo in cui anche le principesse ormai danno fuoco ai boschi, quanto il fatto che in un film “per bambini” non ci sia una sola battuta per quasi un’ora. Forse anche il 3D ha trovato il suo 2001.

wallE houdini body_of_lies

Il Prestigiatore di turno, invece, è quello per antonomasia: Harry Houdini. In Houdini, l’Ultimo Mago (14 Novembre) ha la faccia di Guy Pearce e sarà la vittima del complotto di una medium. Ma la cospirazione avrà poca importanza probabilmente, molta meno di una torrida storia d’amore. Dalla regista di Piccole Donne, Gillian Anderson, è lecito aspettarselo.
Reduce dal fortunato American Gangster (uno dei suoi film recenti apprezzati anche dalla critica) Ridley Scott torna sugli schermi con Body Of Lies (24 Ottobre), un dramma di intrighi, terrorismo e teorie del complotto. E una rilettura decisamente cupa degli avvenimenti che condussero agli attentati dell’11 Settembre. Leonardo Di Caprio e Russell Crowe promettono di illuminare l’intricato gomitolo di trame e tradimenti.

...e pure il Supereroe
Gli appassionati del fumetto d’autore avranno di che fregarsi le mani questo Natale. Una leggenda della Graphic Novel, Will Eisner, sarà portato sul grande schermo da un’altra leggenda della Graphic Novel, Frank Miller, al suo vero (Sin City dimentichiamolo pure) esordio alla regia.

thespirit spirit

The Spirit (25 Dicembre) stravolgerà il prototipo e lo si capisce già dalle informazioni trapelate sulla trama. Il Personaggio di Eisner era un vigilante mascherato, la cui identità non aveva quasi alcuna importanza al cospetto dell’idea che incarnava. Le storie mescolavano noir, horror, avventura e mistero. E il tutto era narrato con un’ironia quasi parodistica nei confronti dei comics, uno humour che non ha mai trovato eguali. La trasposizione di Miller rende Spirit un essere soprannaturale, un poliziotto tornato dalla morte che si scontra con un avversario  (Octopus, interpretato Samuel L. Jackson) il cui obiettivo è l’immortalità. Il romanticismo, oltre alle inevitabili scene d’azione grondanti effetti speciali, sarà l’altro elemento forte del film, visto l’imponente schieramento d’attrici: Eva Mendes, Paz Vega, Sarah Paulson, Jaime King, Stana Katic e (uff!) Scarlett Johansson. La domanda sorge spontanea - e anche lo sciocco gioco di parole: riuscirà Miller a ricreare lo spirito di The Spirit? Intanto nelle edicole già circolano albi di equivoca qualità, intitolati Batman vs. Spirit...

Un Triste Trivia
Le spie inglesi hanno finalmente smesso con quel maledetto vodka-martini. In 007 Quantum of Solace (7 Novembre) Daniel Craig beve soltanto Coca Cola Zero. Lo impongono i sei milioni di dollari investiti dalla Coca Cola Company. A quando un film con Dracula succhiatore di Pepsi?

Que serà, serà...
Nel sottobosco hollywoodiano continuano a soffiare venti bizzosi per le fortune di star consolidate e vecchi maestri: quest’autunno si decide il futuro di due progetti davvero travagliati, che (forse) vedremo il prossimo anno. Tree Of Life di Terence Malick, è una storia che il regista afferma di voler girare da trent’anni. Per farlo ha trapiantato un albero secolare nella piazza principale di una cittadina di provincia. Avrebbe voluto Heath Ledger come protagonista, ma dovrà rimpiazzarlo con Brad Pitt.
Shantaram, invece, tratto dal romanzo di Gregory David Roberts, è un sogno che Johnny Depp insegue da tre anni. Per lui problemi di budget, di regia (Peter Weir ha lasciato il set ed è stato sostituito da Mira Nair) e di produzione, rimandata dallo scorso gennaio a settembre.

El Pibe de Oro
E’ passato praticamente inosservato questo Maradona di Emir Kusturica, almeno in Italia, dove Marco Risi ha monopolizzato l’attenzione con il suo Maradona - La Mano de Dios, peraltro un flop al botteghino. Non è un documentario sul calciatore, quello del regista bosniaco, ma un ritratto caldo e solidale sull’uomo che è oggi, inseguito in giro per il mondo, tra Buenos Aires, Cuba e – ovviamente - Napoli.
Maradona, DVD 01 Distribution, Euro 18,90, disponibile dal 15 Ottobre.

Con la collaborazione di Marco Pisoni


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node