IDENTITA' DI GENERE E SPORT
Ma le prestazioni fisiche di un gay sono diverse da quelle di un etero?
Estate in arrivo molto “calda”? Per quanto riguarda lo sport certamente si!
Volente o nolente infatti, un grande evento sportivo come le Olimpiadi di Pechino hanno mostrato come lo sport non consista solo in muscoli, forza e prestazioni fisiche, ma possa farsi importante occasione di riflessione e denuncia di questioni scottanti che con lo sport sembrerebbero non c’entrare affatto. E invece c’entrano eccome.

Sport contro la discriminazione

logo_eurogames_barcelona_08

É proprio in quest’ottica che si pone un evento sportivo molto interessante che si terrà dal 24 al 27 Luglio a Barcellona: gli Eurogames 2008, i Campionati Europei Gay e Lesbici, organizzati dalla European Gay & Lesbian Sport Federation (Federazione sportiva europea gay e lesbica), organizzazione con sede all’Aia che conta oltre 10 mila membri in tutto il mondo, nata nel 1989 con il preciso intento di combattere le discriminazioni di genere all’interno dello sport e di incoraggiare e supportare gli sportivi a vivere la propria identità sessuale in un ambiente, come quello sportivo, dove spesso non è affatto facile fare “outing”. In Europa e nel resto del mondo infatti, in maniera più o meno pesante a seconda dei paesi, l’orientamento sessuale degli sportivi non è infatti una questione irrilevante come si potrebbe pensare (che cosa cambia in fondo a livello di prestazioni fisiche e capacità motorie se uno sportivo sia gay o eterosessuale?): molti sportivi omosessuali sperimentano quotidianamente sulla propria pelle le difficoltà dell’accettazione (specie negli sport di squadra e maschili)
Gli Eurogames dunque, giunti alla loro tredicesima edizione, non vogliono essere una “ghettizzazione” degli sportivi gay, ma al contrario un evento sportivo e mediatico che attiri l’attenzione sulle discriminazioni di genere e che dunque si faccia portatore di un messaggio di rispetto delle identità sessuali qualunque esse siano: i giochi sono aperti a sportivi gay, lesbiche, transgender ed eterosessuali. Le discipline in gara sono 28 e accanto agli eventi sportivi ci sarà un animato calendario di eventi culturali e musicali, organizzati in collaborazione con il Comune e l’Università di Barcellona, città che ancora una volta manda un forte messaggio di rispetto delle identità sessuali.
Il sito degli Eurogames è ricco di informazioni sull’organizzazione dell’evento, sulle possibilità di alloggio e anche per chi è interessato a partecipare all’evento come volontario: www.panteresgrogues.cat/cms.

Pazzi a Los Angeles
In California, a Los Angeles dal 4 al 7 Agosto si tiene uno degli eventi più pazzi in circolazione: l’X Games 2008, dove “X” sta per “Extreme”, ovviamente. Si tratta di un evento annuale, con un’edizione invernale, che si tiene solitamente a Febbraio, e una estiva appunto ad Agosto che attira da tutto il mondo appassionati e campioni dello sport estremo, che si sfidano in diverse pratiche come il Freestyle BMX, ossia bici su rampe altissime o su strada, il Moto X, un’evoluzione del motocross che consiste nell’effettuare evoluzioni e salti da una certa altezza con moto da cross, lo skateboard, praticato anch’esso su rampe con pendenze incredibili, il surf, e molte altre, ma tutte accomunate dalla sfida della gravità e dalle abilità acrobatiche dei partecipanti. Insomma, un appuntamento adrenalinico.
Il sito dell’evento è: http://expn.go.com/expn/index

Campionato Mondiale di Frisbee Freestyle
Non è uno scioglilingua: il Frisbee Freestyle è una disciplina che ha più di trent’anni, che solo ultimamente si sta affermando in Europa e nella quale l’Italia vanta alcuni dei più bravi giocatori al mondo, tanto che nel 2003 per la prima volta Rimini ha ospitato i Campionati Mondiali di Frisbee Freesyle e quest’anno l’evento mondiale torna nuovamente in Italia dal 31 Luglio al 3 Agosto e precisamente in provincia di Bologna, a San Lazzaro di Savena dove si sfidano grandi campioni di questa disciplina, che unisce abilità tecniche, fantasia, estro creativo e acrobazie spettacolari.

Claudio_Cigna_Frisbee_Freestyle
Foto tratta dalla pagina Flickr di Ilaria Aprile.

Nelle competizioni si gioca tipicamente in squadre di due o più giocatori, che eseguono una routine accompagnati dalla musica. Una routine consiste di lanci, prese e movimenti ed ha una durata fissa di 3-5 minuti. I giocatori stessi scelgono la loro musica e costruiscono la loro routine. Le routine di tutti i partecipanti sono confrontate dai giudici, che ne valutano la difficoltà, l'esecuzione e la presentazione. La squadra con il miglior punteggio complessivo vince la competizione.
Se volete godervi questo spettacolo o se credete di potervi partecipare dopo aver passato mesi e mesi di allenamento al parco sotto casa, questo è l’indirizzo: www.frisbee-freestyle.com/pages/home.php

Numerose inoltre sono le associazioni, senza fini di lucro, che in Italia promuovono il Frisbee Freestyle: a Roma ad esempio la www.fristail.it/>Fristal (Associazione Sportiva Frisbee Freestyle) organizza corsi per principianti ed esperti e numerosi incontri per la promozione delle discipline legate all’uso del frisbee.

AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node