IL FASCINO DELL'INSPIEGABILE
L’estate sarà lunga, dicono i TG, il caldo soffocante. Proteggere la mente dal torpore non sarà facile. Tra un sudoku e l’altro godetevi un bel mistero...
(Con la collaborazione di Marco Pisoni)

Let's Twist again
M. Night Shyamalan – americano di origini indiane - è uno di quei registi che non lasciano indifferenti. Chiunque, prima o poi, finisce per prendere una posizione radicale nei suoi confronti: sfacciatamente a favore o spietatamente contro. Che il suo stile narrativo abbia segnato il cinema fantastico contemporaneo, però, è un fatto. Ricordate Il sesto senso? La sua firma d’autore è il twist finale, una rivelazione inattesa che obbliga lo spettatore a rileggere tutta la storia sotto una luce completamente diversa. Bisogna ribaltare il film e, anche così, non tutti i nodi vengono al pettine. Questa shock therapy si è diffusa molto rapidamente e il pubblico l’ha assorbita, accettando la sfida. Basti pensare all’enorme successo planetario della serie Lost, che del metodo “aggiungi mistero al mistero” si nutre fino alla nausea con share che fanno invidia al Superbowl. Ebbene stavolta “padre” Shyamalan firma il catastrofico E Venne Il Giorno (13 giugno) e mette in scena una fuga dalla fine del mondo. Una tossina emessa dalle piante induce le persone al suicidio. “Ne avevamo visto i segni”, preannuncia il teaser. Segni: anche stavolta, quindi, di spiegazioni chiare e rotonde neanche l’ombra.

e venne il giorno

Altri X-Files
Se Shyamalan non vi convince, o siete semplicemente degli affezionati delle care vecchie teorie del complotto, ritorna al cinema una delle serie più amate degli ultimi anni. X-Files: Voglio Crederci (22 Agosto) vedrà nuovamente David Duchovny nei panni dell’agente Fox Mulder. Contrariamente a quanto sostenuto dalla campagna italiana della serie Californication, Duchovny non era poi così stanco di “farsela” con gli alieni.

Voglio crederci The Deaths Of Ian Stone

Interessante anche The Deaths Of Ian Stone (13 giugno) dove il protagonista muore investito da un treno, soltanto per risorgere poco dopo e poi morire ancora di morte violenta, e poi ancora, e ancora... Curioso anche perché si tratta di una produzione anglo-americana diretta da un regista italiano di spot pubblicitari, Dario Piana.

Maledetti, vi amerò
Che ne sarà de Il Cavaliere Oscuro (18 Luglio) il nuovo capitolo della serie di Batman firmato da Christopher Nolan? Il film è stato ultimato e uscirà regolarmente nelle sale, non ci riferiamo ovviamente a questo. Che impatto avrà la morte di Heath Ledger, l’attore che interpreta il personaggio del Joker, parte che fu già di Nicholson, sulla nostra percezione del film? I “maledetti” al cinema non sono mai mancati, anche se il termine era pricipalmente utilizzato per designare le produzioni falcidiate dalla sfortuna (vedi Apocalypse Now di Coppola) o nel caso di film incompiuti (Il Quixote di Welles, Il Viaggio di G. Mastorna di Fellini etc.). Qualcosa è cambiato una decina d’anni fa con Il Corvo di Alex Proyas. Brandon Lee, figlio dell’immortale Bruce, muore in un incidente durante le riprese. Un film appena discreto diventa oggetto di culto da parte di folle di fan deliranti. Il suo fascino macabro è innegabile, la leggenda è ormai inscindibile dall’opera. Non che in passato non fosse mai successo niente del genere, ma il delirio mediatico, unito al mistero che avvolge le morti di Lee e di Ledger (suicidio? incidente?) crea il fascino e genera il mito. Ma noi, semplici spettatori, come potremo reagire al ghigno disarmante di Ledger/Joker? Non saremo già compromessi?

Il Cavaliere Oscuro

Un mondo di spie
Il cinema di spionaggio sta vivendo una nuova età dell’oro, con nuove e interessanti derive e ovviamente un nuovo 007 (Daniel Craig), anche se il nuovo episodio dedicato al cittadino britannico più famoso del mondo arriverà soltanto per Natale. Il protagonista di una stagione raggiante per la spy story è stato senza dubbio Matt Damon con la Trilogia di Bourne, The Good Shepherd e il ruolo da infiltrato in The Departed di Scorsese. Tornerà in The Informant (le riprese inizieranno in estate) di Steven Soderbergh e qui si limiterà a fornire informazioni a un agente dell’FBI. Ma il vero gioiello spy si vedrà a Venezia: Burn After Reading di Joel e Ethan Coen (27 Agosto), tutto incentrato sulle dinamiche interne all’agenzia di intelligence più famosa del mondo, la CIA. Nel cast George Clooney, Brad Pitt, Tilda Swinton e l’immancabile Frances McDormand. Due film dei fratelli Coen nello stesso anno: Yum!

Il buono e il brutto..
Da avere assolutamente Joe Strummer: Il Futuro Non è Scritto ( Dvd Sony, Euro 12,99, dal 4 Giugno) il documentario di Julian Temple sul leader dei Clash. Interventi di Johnny Depp, Steve Buscemi, John Cusack e Matt Dillon. Almeno per la presenza di Micheal Madsen nel cast va ripescato il bizzarro Bloodrayne (Dvd Fox, Euro 20,99, dal 23 Luglio) un b-movie sui vampiri ambientato nel XVIII secolo. Trash para-nipponico della miglior specie, ottimo per le notti senza stelle.

Joe Strummer Il Futuro Non è Scritto

AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node