CHI SI DISCOSTA E' + VICINO
Perchè spesso chi sembra lontano da noi riesce a guardarci meglio, e noi possiamo capirlo meglio...
Rock in Rebibbia: la musica dietro le sbarre

rock_in_rebibbia

Una rock band nata in carcere e incontri con famosi cantanti italiani. Questa è l’idea alla base di Rock In Rebibbia, lo show, partito lo scorso 27 marzo, in onda su Mtv Italia, tutti i giovedì alle 21.00.
La trasmissione racconta la nascita e l'evoluzione di un neogruppo rock all'interno del carcere di Rebibbia per i 3 mesi durante i quali ogni giorno, tra entusiasmo, paura ed emozione, i giovani musicisti detenuti hanno seguito le “lezioni” quotidiane di due maestri di musica, hanno scelto e provato i pezzi - uno nuovo ogni settimana - e si sono "allenati" localmente, musicalmente e psicologicamente anche agli incontri con gli artisti italiani - Alex Britti, Negramaro, Fabri Fibra Max Gazzè, Meg, Roy Paci - che sono andati settimanalmente ad incontrarli.
Il tutto in una sala di registrazione, piccola ma tecnicamente attrezzata, allestita appositamente all’interno di uno dei bracci di Rebibbia che rimarrà a disposizione della prigione, insieme agli strumenti musicali, alle attrezzature e alle good vibes assorbite nei tre mesi di prove, anche a programma televisivo terminato.
La musica, infatti, non è tutto in Rock In Rebibbia, così come la creazione di una band interna non è solo un’attività ricreativa, come altre praticate nei penitenziari, ma un vero e proprio progetto finalizzato ad un obiettivo preciso.
Info: www.mtv.it

DeNtro e fuOri

dentro e fuori

Dentro e Fuori nasce dalla collaborazione dei giovani giornalisti de Il Contesto con La Casa Circondariale Lo Russo e Cotugno di Torino e con il regista teatrale Claudio Montagna che, assieme a CAST e all’Associazione S.e.T. (Spazi e Teatro), anima ormai da diversi anni l’attività teatrale all’interno della sezione.
Il progetto risponde innanzitutto alla necessità di “far evadere”, utilizzando lo strumento più antico del mondo, il solo consentito in carcere: la carta. La redazione si occupa di raccogliere gli scritti dei detenuti, di ricopiarli e pubblicarli sul blog.
Una volta recepito il foglio, la stessa redazione si occupa di ricopiare e rendere pubblico lo scritto del carcerato. Come avviene per ogni blog, anche per questo c’è l’opportunità per il lettore di commentare ogni post: tutti vengono poi ricopiati su carta e consegnati agli autori del post, nelle loro celle.
Un’evasione dalla quotidianità della cella, un modo per dare concretezza ai propri sogni, ai propri ricordi o, semplicemente, alle mille immagini che si alternano, giorno dopo giorno, nella mente di un carcerato.
L’ultima iniziativa ideata dal gruppo promotore è “Post Card”: il lettore può scrivere delle brevi riflessioni su cartolina (della propria città di residenza o dal posto di villeggiatura) e spedirle alla redazione del blog.
Info: ufficiostampa@dentroefuori.org - www.dentroefuori.org

Progetto Day Care Center in Serbia
Cittadinanza è un'associazione non-profit fondata nel 1999 a Rimini (Presidente dott. Maurizio Focchi) con un obiettivo molto preciso: aiutare le persone che soffrono di malattia mentale grave e che vivono in condizioni di povertà e di emarginazione. Sia adulti, sia bambini e adolescenti.
Il 26 ottobre 2002, Cittadinanza, in collaborazione con Save the Children Fund UK e con il Ministero degli affari sociali della Serbia, ha inaugurato un Centro diurno per bambini e adolescenti che soffrono di grave malattia mentale. Il centro, che si trova a Smederevska Palanca, fornisce assistenza necessaria alle famiglie dei bambini, programmi di riabilitazione individualizzati per ciascun bambino e contatti quotidiani dei bambini con i loro pari.
Il Centro Diurno aperto da Cittadinanza ha lo scopo di bloccare gli accessi ai manicomi, di offrire un'assistenza qualificata e dignitosa a questi bambini che oltre ad essere castrati dalla natura, si ritrovano altrimenti a vivere in veri e propri lager. Consente loro di tornare, la sera, alle loro famiglie e di dormire nel rassicurante calore di un focolaio domestico. Il Centro è stato costruito rispettando tutti gli standard europei sia per quanto riguarda l'edificio, che gli arredamenti e tutti i materiali che verranno impiegati nella riabilitazione dei bambini. Sono anche strutturati dei laboratori professionali che offriranno ai ragazzi più grandi la possibilità di un qualche impiego nelle ditte o fabbriche presenti sul territorio.
Info: www.zadig.it

"Un cavallo per tutti, una carezza lunga un giorno"

cavalli

È il titolo delle giornate di integrazione e amicizia a contatto con i cavalli, in programma a giugno.
Si tiene presso il “Nuovo Circolo Ippico Scaligero” a Verona in Lungadige Galtarossa presso la località “il Boschetto”, dal 13 al 16 giugno “Un cavallo per tutti, una carezza lunga un giorno” a favore dei disabili.
Da sempre il “Circolo” ha rivolto le proprie energie e risorse ai giovani desiderosi di avvicinarsi all’equitazione, trasmettendo loro, con l’ausilio di istruttori altamente qualificati, non solo la passione per questo sport e lo spirito agonistico, ma anche i valori del sacrificio, della solidarietà, della responsabilità e del senso del dovere.
Il progetto intende avvicinare all’equitazione anche soggetti disabili, sia fisici che mentali dando la possibilità di trascorrere una giornata diversa, a contatto con i cavalli, in un clima di integrazione, solidarietà e amicizia.
info: www.scaligeroboschetto.it

AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node