CHI MUORE AL LAVORO
Molto spesso l’arte serve a scuotere le coscienze. Aiuta a non dimenticare. Aiuta ad affrontare il futuro. E allora ecco una mostra per non dimenticate Tyssen e provare ad affrontare un futuro diverso. Senza morti sul lavoro…
E’ stata inaugurata il 22 aprile ma resterà aperta fino al 18 maggio la significativa mostra fotografica dedicata al rogo della Thyssen Krupp di Torino.
Sono esposte 75 fotografie, più una serie di filmati Rai e un’opera video, realizzati dai cronisti torinesi, dai vigili del fuoco e da alcuni cine operatori vicini alle famiglie.
La mostra fotografica «Chi muore al lavoro», organizzata dal Consiglio Comunale di Torino presso i locali della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo ripercorre i momenti cruciali della tragedia e dei mesi successivi.

locandina_grande

Tra le iniziative collaterali alla mostra vi è l’opera-video «Come l’acciaio», realizzata dai torinesi Gianluca e Massimiliano De Serio raccogliendo, selezionando e montando il materiale proveniente da fotografi professionisti e foto-amatori. L’opera sarà proiettata il prossimo 1 maggio, in occasione della Festa dei Lavoratori, sulle pareti esterne della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo.
L’intero ricavato della vendita del catalogo della mostra e dei dvd contenenti l’opera video verrà devoluto al Fondo per le vittime del lavoro istituito dal Comune di Torino.

Mostra fotografica “Chi muore al lavoro”
Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, via Modane 16 Torino
Fino al 18 maggio

AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node