NON SI FINISCE MAI DI STUPIRE
provate a guardarvi intorno, e lo capirete da soli...
Tutto di nuovo sotto il sole
A Roma, passeggio verso il quartiere San Lorenzo con il mio nullofare pomeridiano. Incontro nell’ordine: un cane che raccoglie i bisogni del proprio padrone, un ambulante africano ironicamente gemello omozigote di Umberto Bossi, un uomo che inciampa senza suscitare ilarità tra il pubblico, un cinese che non lavora.
Una leggenda culturale attualissima si permette di affermare con tirannica autorità che “già tutto è stato detto, già tutto è stato visto”…ma uno stupido pomeriggio a San Lorenzo con il mio nullofare mi conferma ciò che ho sempre pensato: non è affatto vero.
C’è ancora tanto da scoprire…
….e dunque…

Ansiolitico moderno per insonnie motivate

ansiolitici

Avete tradito il vostro compagno/a e non riuscite più a dormire? Avete graffiato un Kandiskij sul Mercedes del vostro vicino e adesso vi spadellate invano tra le lenzuola ammorbati dal senso di colpa? Lasciate decisamente in pace il vostro arsenale di benzodiazepine e valeriane, gettate l’occhio sul link: www.huffingtonpost.com/2007/11/09. Scorrete poi la pagina fino all’apparizione di Sir George Dabliù Bush: la terribile galleria di immagini che segue vi placherà. Astenendomi volontariamente da scontate valutazioni morali, mi limito a dirvi che seguirete tale aristotelico sillogismo: George W. Bush ha fatto questo, George W. Bush riesce a dormire la notte, dunque anch’io posso dormire.
La vita non finisce mai di stupire: anche “Il Presidente dei Presidenti” da oggi servirà a qualcosa, sarà il nostro “Rimorsicida”.

Vita, morte e miracoli del web

deathmeter

Osservando le grottesche involuzioni corporee esibite nelle mie (fortunatamente rare) serate danzanti, nessuno su questo pianeta avrebbe mai potuto azzardare l’ipotesi che, un portatore sano di epilessia da pista come me, nella sua precedente vita fosse stato un prestigioso ballerino sudamericano. Ma i rudimentali maghetti del link www.onearth.com/whouwhere.html oggi, sul web, mi ricompensano dei numerosi sguardi di disapprovazione subiti nei miei “Saturday Night Fever” rendendomi noto quanto finora era inconcepibile persino utopizzare.
…non statevene lì a storcere scetticamente il naso…a giudicare dall’intestazione della pagina web i nostri stregoni non conoscono l’inglese…ma per il resto sanno il fatto loro…
…e poi sono sicuro che non siete ancora stufi di logaritmici generatori di soprannaturali caxxate e dunque eccovi ancora www.findyourfate/deathmeter/deathmtr.html.
L’inglese è migliore, la pagina è graficamente un pelino più curata e la vostra esatta data di morte servita e annunciata con un inquietante cronometro a senso inverso.

A un click da un record inutile

hold the button

Per rifocillare l’anemica autostima di chi nella vita non ha mai ottenuto successi certificati o attestazioni di merito varie, ecco www.holdthebutton.com Riuscite a vedere quell’enorme posacenere di piombo sul tavolinetto del vostro salotto? Prendetelo e depositatelo pure sul touchpad del vostro portatile: avrete così la possibilità di entrare nel patetico regno dei record inutili.
Un giorno, seduti nelle vostre poltrone da pensionati sintonizzati sul TG4, potrete così raccontare qualcosa di pomposo ai nipotini.

Nonsoloclementoni

mollleindustria

Imbottiti da piccoli di pasticche Clementoni senza alcuna remora di sovradosaggio, noi “ragazzi di oggi noi, con tutto il mondo davanti a noi”, ci ritroviamo ciononostante seppelliti nei nostri divani da console a lottare con eserciti virtuali e conseguenti piaghe da Playstation. Fortuna che sul web c’è qualcuno che può dispensarci consapevolezze e ragguagli sui valori virali trasmessi dalla nostra attività sedentaria preferita: il videogame.
Niente più pane e sapientino dunque per noi cresciutelli, né titoli da produzione videoludica mainstream: la virtuale sagacia di www.molleindustria.org instaura la democrazia di nicchia del videogioco intellettuale.

Praterie sterminate di…

maps google

Per chiudere il nostro “palinsesto”, ora che tutti i bambini sono già andati a nanna, ecco una segnalazione d’autore ad uso e consumo del buon camionista che vive dentro ognuno di voi.
Conoscerete di certo www.maps.google.it ma credo che difficilmente a qualcuno di voi sarà capitato di digitare sulla preposta barra di ricerca le testuali parole: Farra d’Isonzo, Strada dei campi. Provateci pure e, fatto ciò aggiungete un click sulla finestrella “Satellite” ingrandendo successivamente l’immagine comparsa…
…inutile dirvi cosa potrete ammirare…rovinerei in un sol colpo il grossolano umorismo dell’ideatore di quanto sopra ed il vostro umano piacere della scoperta.

AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node