SESSO ELETTRONIKA & BALLOON
Perchè i blog sono i nostri spazi liberi, incondizionati, irreali... O gli unici spazi reali?
Quando il precariato esagera e il curriculum vitae diventa sessuale:
www.trentennedisperata.splinder.com

sara

Sara è una ragazza semplice, come tante, come tutti coloro che, nonostante l'impegno e la cura di se stessi relativamente alle proprie mansioni, non possiede un lavoro all'altezza: della precisione, della tanto richiesta umiltà, della sempreverde considerazione dei buoni propositi e requisiti essenziali. Se per avere un lavoro serio la domanda più usuale deve essere "sei fidanzata?" e cose simili, certo che non rimane che affidarsi al precariato: quello di un'intelligenza "superiore" e per questo dirigenziale.
Sara è una ragazza romana, "lavoratrice precaria e naufraga sentimentale, autrice di un blog animato da una proposta provocatoria e originale: quella di una notte d'amore in cambio di un lavoro serio".
Ed è proprio con il suo blog, diventato subito dopo il libro “Mi vendo”, edito da Newton & Compton (2007), che Sara è riuscita a farsi ascoltare, a dire quello che si vive quando il giorno dopo non sai se avrai più il tuo lavoro, anche se precario, ma pur sempre regolato da strumenti burocratici, professionalmente chiamati "contratti interinali”.

E se un blog suona elettronico? www.maurograziani.org/wordpress

the_viral_nest

"Come molti altri ho due vite, a tratti tenute insieme con colla di bassa qualità, ma che a volte si fondono dandomi quasi l'impressione di percorrere un'unica strada. In realtà, so fare bene una cosa sola: trattare con i computer. Questo è quello che mi viene naturale e facile. Che poi questa dote abbia trovato applicazione nel campo dell'ICT (sono analista free-lance, consulente e formatore da più di 20 anni) e in quello musicale (attività compositiva, di ricerca e di insegnamento da più di 1/4 di secolo), è una questione secondaria. Il gioco, comunque, è quello di ritagliarsi un posto nel mondo, conformemente alle proprie inclinazioni che, nel mio caso, sembrano essere collegate alla ricerca e alla sperimentazione, al provare qualcosa che per me è nuovo e capire come e perché funziona". Veronese di origine e romantico di indole, il blogger “musicalmente elettronico”, Mauro Graziani, di certo
non tradisce la bramosia per gli interessi: nel suo caso, la musica e i computer. E cosa può riunire al meglio questi preziosi valori, se non un interessante blog/museo sulla musica elettronica?

Ridendo e fumettando: marcomilonepoeta.blogspot.com

Un blog eclettico diviso in sezioni (comunicati e concorsi, fumetti, iniziative editoriali, mostre, poesie, racconti, riviste, romanzi), quello che il critico fumettistico Marco Milone cura con estrema dedizione. Un blog a 360 gradi, armonizzati dall'analisi di un'arte figurativa dallo stile sempreverde: i fumetti.

PatDunn

Personaggi bizzarri contornati di china, ma contraddistinti da un umorismo all'altezza della signora risata, come l'Agente Speciale Rocco, il cyber-poliziotto del terzo millennio che fa il verso a James Bond, ha la faccia da duro alla ispettore Callaghan e racconta in chiave umoristica la lotta al crimine informatico; o come i Supereroi Depressi. Comicamente depressi, il cui spot detta supremo: “Quando la depressione sale alle
stelle...i Supereroi accorrono più depressi di noi!”. E che dire di Ulisse (www.ulissebygioma.net), la striscia satirica dove poter ridere dei miti greci? O di Pulci, l'irriverente pulcino "terribile" di Claudio Cardinali?
Questi e altri ancora i soggetti della critica fumettistica di Marco Milone, blogger intenso e
certamente dotato di ciò che rende sempre ghiotta la vita (virtuale e non). In una parola: ironia.

Di viaggi, di vita e di altre... squonkerie: www.blogsquonk.it

1 immagine Milione

“La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla”. E' la citazione di Gabriel Garcìa Marquez che fa da "dichiarazione d'intenti" nel blog milanese Squonk.
Un messaggio di benvenuto nel mondo di un esperto di marketing diretto che, per lavoro e desiderio, divide la sua vita tra famiglia, cultura e viaggi. Perchè, nonostante la corsa degli affari, sono proprio i viaggi a influenzare le sue impressioni, in riferimento a “cose viste e persone incontrate qui e là”, creando un diario virtuale che – anche se non esclusivamente di viaggio -, si presenta come “una raccolta disorganica delle cose che vedo, faccio, sento, guardo”. Il punto di vista di chi il mondo lo gira, quindi, amalgamato anch'esso da un inconfondibile senso dell'umorismo e della realtà.

AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node