FUORI DALLE REGOLE

Del classicismo, della routine, della razionalità, della logica, del mondo del lavoro e del mercato

 

TORINO: QUANTE VITE AVREI VOLUTO

Una storia per Luigi Tenco
Incuriosisce questo spettacolo dal titolo un po’ malinconico e molto pirandelliano, dedicato al dilemma imperituro dell’uomo che guarda o che cerca se stesso. Fino a qui niente di nuovo: un uomo tenta un bilancio difficile, quello della propria esistenza. Analizza le scelte fatte, le occasioni perdute, le parole dette e subite. Le vicende personali vengono a coincidere però con date ed eventi che scandirono la storia del costume e dei gusti nell’Italia del boom economico, i favolosi anni ’60, a cui fa da sfondo un leggero e sorridente Festival di Sanremo. Una data simbolica turba incomprensibilmente questa ridanciana quiete. È il 26 gennaio 1967. Muore Luigi Tenco e con lui le speranze di un’esistenza lieve e svagata. Bravo Gianluca Ferrato, che sposa la propria formazione nella prosa con la lunga militanza nel musical. È lui l’attore chiamato dal regista Marco Mattolini a dipanare il filo della memoria a partire a da quei tragici fatti di cronaca che lasciarono un vuoto grande nella musica italiana e accesero interrogativi importanti riguardanti la vita di tutti i giorni.

QUANTE VITE AVREI VOLUTO

Una storia per Luigi Tenco
di Piergiorgio Paterlini
con Gianluca Ferrato
Marco Savatteri (pianoforte)
regia Marco Mattolini
Gesta Promotions
Teatro Gobetti, via Rossini, Torino
Dal 29/01/2008 al 03/02/2008

Biglietti: intero 19€, ridotto 16€

Info e prenotazioni: 011 537312; www.teatrosatabiletorino.it

 

NNORD A MILANO

Dopo RADIOVISIONI, arriva adesso NNORD, spettacolo complesso dalla messa in scena quasi inesistente che dichiara nel titolo la volontà di portare dentro il teatro un concetto; in realtà una “condizione: l’essere la parte nord del mondo”. Cosa questo possa significare, lo si vedrà sulla scena, luogo dove contano le sensazioni, i gesti e i pensieri. Pensato in scene separate, indipendenti, in successione, come dentro a una sequenza, NNORD affronta in moduli diversi la medesima comune condizione, raccontando dove e come viviamo oggi a dispetto delle logiche razionali. Dice l’autore e regista Roberto Latini: “Nnord muove dallo stato delle cose, apparente o reale, dalla coscienza e dalla noncuranza”.
NNORD
scritto e diretto da Roberto Latini
con Sebastian Barbalan, Guido Feruglio,
Fabiana Gabanini, Roberto Latini,
Vinicio Marchioni, Marco Vergani
luci e direzione tecnica di Max Mugnai
scene di Pierpaolo Fabrizio
produzione Fortebraccio Teatro e Fondazione Pontedera Teatro
Dal 5 al 10 febbraio 2008
Spazio MIL, via Granelli, Sesto San Giovanni, Milano
Info e biglietti: 02 36 59 25 44

 

BOLZANO. L’ARTE E LA MANIERA DI ABBORDARE IL PROPRIO CAPOUFFICIO
PER CHIEDERGLI UN AUMENTO

Divertente ma non privo di risvolti tragico-ironici, lo spettacolo grottesco intitolato L’arte e la maniera di abbordare il proprio capoufficio per chiedergli un aumento, fu scritto dal sociologo e intellettuale francese Georges Perec nel 1968. In un’epoca come quella attuale, in cui le parole flessibilità, precariato, mobilità e mobbing sono entrate prepotentemente e controvoglia nel gergo quotidiano di milioni di giovani, il testo risulta tuttora attualissimo. Attraverso le vicende professionali dell’impiegato Perec, si esplora la casistica comune e ricorrente nella vita di ogni lavoratore precario. Con grottesca ironia la coppia Marinuzzi/Maffei traccia una fenomenologia della richiesta d’aumento, esaurendone matematicamente le probabilità in un gioco ironico e crudele in cui si espongono le mille varianti e si tentano improbabili e divertenti istruzioni per l’uso. E il pubblico guarda mentre viene invitato ad accomodarsi in una sala riunioni e a sedersi attorno a un grande tavolo da Consiglio di Amministrazione ingombro di oggetti.


capo ufficio


L’ARTE E LA MANIERA DI ABBORDARE IL PROPRIO CAPOUFFICIO
PER CHIEDERGLI UN AUMENTO
di Georges Perec
traduzione Letizia Pellizzari Gusella
regia Alessandro Marinuzzi
con Rita Maffei
CSS - Teatro Stabile di Innovazione
del Friuli Venezia Giulia

Teatro Comunale di Bolzano
Dall’1 al 2 febbraio 2008, ore 20.30

Biglietti: da 24€ a 16€ ridotto platea

Info e prenotazioni: 0471 30 41 30; www.teatro-bolzano.it

 

SOTTO PAGA!
NON SI PAGA!
A IESI..

Succede spesso che la realtà copi dall’immaginazione scenica – anche una o più volte. Questo spettacolo di Dario Fo debuttato nel lontano 1974 lo dimostra. Il titolo in pieno stile Fo, ricalca una sorta di slogan cacciato in bocca, dal regista, a un gruppo di casalinghe “incazzate” per l’aumento dei prezzi al mercato. Niente di più attinente alla realtà dei nostri giorni che a distanza di oltre trent’anni ripropone gli stessi problemi. Ancora una volta, nel percorso teatrale del premio Nobel, la cronaca viene fatta oggetto di speculazione filosofica in un’esilarante susseguirsi di fatti, gesti e battute comiche che lasciano sempre l’aro in bocca. Da vedere.


dario fo massironi


SOTTO PAGA!
NON SI PAGA!
di Dario Fo
con Marina Massironi, Antonio Catania, Marina De Juli, Renato Marchetti
regia Dario Fo
Teatro G.B. Pergolesi, piazza della Repubblica, 9 Iesi (AN)
9 e 10 febbraio 2008, ore 17

Info e prenotazioni: 0731 206888

 

DANCE ROADS A TORINO
È questa un’occasione creata da Natalia Casorati in collaborazione con alcune strutture teatrali del Piemonte (Teatro L’Espace) per far conoscere nel mondo i giovani coreografi italiani e per metterli in confronto con le compagnie straniere. L’Associazione Mosaico Danza con il Festival Interplay di Natalia Casorati viene accolta, quest’ anno, come quinto e unico partner italiano nel progetto “Dance Roads”. ogni paese membro, dopo aver selezionato il proprio coreografo, organizza insieme agli altri partner una tournée con tappe presso le strutture di ogni paese coinvolto nel progetto. I 5  partner e i coreografi della tournee di Dance Road 2008 sono: Lussemburgo – Centre de Crèation Choregraphique Luxembourgeois – Peggy Kind, Anne-Mareike Hess; Gran Breatagna – Cardiff – Welsh Indendent Dance (WID) – Becky Cass, Deborah Light; Slovenia – Lubliana – Cankarjev Dom Culture and Congress Centre – Stasa Mihelcic,Nina Mesko; Canada – Montreal – Tangente – Dena Davida e Stephane Labbé Duo di Hinda Essadiqi e Aladino R.Blanca; Italia – Torino – Mosaico Danza - Natalia Casorati, Eleonora Ariolfo. Piccoli appuntamenti ma molto interessanti per gli appassionati di danza contemporanea.


dance roads


DANCE ROADS
Teatro Epace, sala grande, via Mantova, Torino

Dal 20 e 21 febbraio 2008, ore 20.45

Biglietti: 12€ interi, 5 € ridotti

Info e prenotazioni: 011 6612401; www.mosaicodanza.it

 

BRICKLAND. A FERRARA LA PRIMA NAZIONALE
Con i suoi spettacoli chiassosi, multistrato, dove la realtà irrompe con la forza e l'urgenza dell'integrazione sociale, l'argentina Constanza Macras è diventata un'esponente di punta della nuova danza europea, imponendosi, con la sua compagnia Dorkypark, prima all'attenzione delle platee berlinesi, poi di tutta Europa. Brickland - dal nome di un quartiere dei sobborghi di Buenos Aires - diviene una sorta di isola dove persone di nazionalità e culture diverse sono destinate ad approdare, come eroi epici che ritornano da un lungo viaggio, trasfigurati e portatori di messaggi forse non compresi.

macras


BRICKLAND
PRIMA NAZIONALE
21 e 22 febbraio 2008, ore 21
coreografia e regia Constanza Macras
danzatori Knut Berger, Nir De-Volff, Jill Emerson, Jared Gradinger, Hyoung-Min Kim, Ronni Maciel, Ana Mondaini, Gail Sharrol Skrela, Angela Schubot
musicisti Claus Erbskorn, Almut Lustig, Ulf Pankoke
drammaturgia Carmen Mehnert
musica Claus Erbskorn, Almut Lustig, Ulf Pankoke
suono Stephan Wöhrmann
video Maria Onis
in coproduzione con Schaubühne am Lehniner Platz-Berlin, Teatro Comunale di Ferrara, Auditorium Dijon

Teatro Comunale di Ferrara - Corso Martiri della libertà, 5

Info e prenotazioni: 0532 218311; e-mail: teatro@comune.fe.it; www.teatrocomunalediferrara.it

 

TCHAIKOVSKIJ A CREMONA

Possédé par son double

Attinge al repertorio classico del balletto di tradizione russa, questa coreografia sontuosa e minimale al tempo stesso, opera e progetto di uno fra i registi russi contemporanei più innovativi dell’ex Unione Sovietica. Eifman è stato il solo, in Russia, a uscire dalle rigide regole del classicismo e a creare, affrontando e superando mille difficoltà, un linguaggio personale e contemporaneo. L’acclamato coreografo si è accostato con molta franchezza a quello che fu il continuo tormento della vita di Čajkovskij, la sua omosessualità, e dipinge, con questa coreografia, un doppio ritratto del compositore: da una parte l’uomo affascinante e anche un po’ timido e dall’altra un essere diabolico. Un’impresa tanto più meritoria se si considerano le condizioni di isolamento culturale in cui furono costretti a vivere gli artisti nell’ex URSS.

TCHAIKOVSKIJ

Possédé par son double

EIFMAN BALLET THEATRE

coreografia e idea originale Boris Eifman
musiche Piotr Il’c Tchaikovskij
scene e costumi Viacheslav Okunen
luci Boris Eifman
prima italiana

22 febbraio 2008, ore 20.30

Fondazione Teatro A. Ponchielli, Corso Vittorio Emanuele II, 52 CREMONA
Biglietteria: 0372.022.001 e 0372.022.002

 

BOLERO ROMANO
Il coreografo italiano Fabrizio Monteverde si confronta con l'amatissimo brano Bolero. A esibirsi, in questa versione dell'opera, saranno i ballerini del Balletto di Roma, compagnia di grande stile ed energia, tra le più importanti realtà della danza nel nostro paese. Quella di Fabrizio Monteverde è una soluzione completamente diversa in cui viene creata una nuova situazione: una gara di ballo dal crudele meccanismo che fa leva sulla resistenza, sullo sconforto, sulla volontà di lottare, sull'illusione e sul sacrificio spinti fino alla bestiale cecità. 


bolero


BOLERO
Pisa, Teatro Verdi
sabato 23 febbraio 2008 ore 21
Ente Nazionale del Balletto, Balletto di Roma
direzione artistica Cristina Bozzolini - Walter Zappolini
coreografia Fabrizio Monteverde
musica Maurice Ravel

biglietti: 29€

info e prenotazioni: 050-941188;www.teatrodipisa.pi.it


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node