FACCIAMO SQUADRA
Perchè da soli possiamo poco. Ma insieme possiamo diventare una forza: per salvare i bambini, per aiutare le donne immigrate, per tutelare l'ambiente...
Partecipa con Save the Children!
“Riscriviamo il futuro” è una campagna organizzata da Save the Children, per raggiungere nel 2010 un ambito traguardo. Garantire a 8 milioni di bambini, che vivono nei Paesi di guerra, l’istruzione di qualità. Non è un’utopia ma un progetto che ha già permesso, a oltre 3.5 milioni di bimbi, la possibilità di imparare a leggere e scrivere. Save the Children Italia è attiva nella Repubblica Democratica del Congo dove supporta 14 scuole in Sud Kivu e a Walungu con 7 istituti e, così, anche a Kabare, Fizi e Uvira. In Afghanistan, inoltre, migliaia sono i bambini costretti a lavorare per sopravvivere. Qui, Save the Children Italia segue il progetto “Protezione a sostegno dei bambini lavoratori a Mazar-I-Sharif” con 4 centri di recupero. I sostenitori della campagna sono tanti! Per far parte di questa bella squadra vai su: www.savethechildren.it/riscriviamoilfuturo/

Parti volontario: Africa e India
Per un’esperienza che ti cambia la vita, senza avere competenze specifiche ma, esclusivamente, una forte motivazione e capacità di adattamento, parti, da volontario, in Africa e in India insieme al CICD e a Human to People. Si tratta di un corso per diventare “Istruttore allo sviluppo” della durata di 14 mesi, di cui 6 in Inghilterra o Danimarca e 8 nel Paese che tu scegli. Tra i progetti attivi, che puoi indicare, trovi la prevenzione AIDS, programmi ambientali, formazione per adulti e bambini, interventi sociali e interventi di emergenza. Se sei interessato visita: www.cicd-volunteerinafrica.org o scrivi a laurasalvatori-cicd@libero.it

foto 1 foto di gruppo

Terre des Hommes Italia: lo sapevi?
Terre des hommes Italia distribuisce in Giordania pacchi di alimenti e generi di prima necessità alle famiglie di iracheni rifugiate a Zarqa e a Irbid. Grazie a un finanziamento dell’UNHCR, sono oltre 800 le famiglie che beneficiano del kit alimentare. A tutto questo si aggiungono 3 centri per attività didattiche, ricreative e supporto psicologico. Secondo l’UNHCR, sono oltre 750.000 gli iracheni rifugiati in Giordania, perché lo Stato non concede loro un permesso di soggiorno superiore a tre mesi. Gli iracheni fuggiti alla guerra sono circa 2 milioni e mezzo, soprattutto in Siria e in Giordania. Circa 1,9 milioni sono, invece, quelli che hanno abbandonato la propria casa, trasferendosi in un’altra parte dell’Iraq, tra questi i 20.000 palestinesi che non possono allontanarsi dall’Iraq, perché privi di documenti di nazionalità. Per saperne di più: www.tdhitaly.org/news

Compralo e leggilo!
“La ruota che gira” è un libro che parla non solo di storie di diritti negati ma, anche, delle speranze di un’infanzia in Cambogia, che fatica a vedere il futuro del proprio Paese. Pubblicato da ActionAid, in collaborazione con Contrasto, è un diario di viaggio fotografico di Francesco Cocco e Lorenzo Pesce, commentato da Emanuela Zuccalà. Vivendo, per un mese, a contatto con gli operatori di ActionAid, i due fotografi hanno raccontato, attraverso le loro foto, le speranze di questa Terra. Sono storie di AIDS e prostituzione ma, soprattutto, di bambini che possono finalmente curarsi, mangiare e andare a scuola. Ed. Contrasto – Novembre 2007.

Rete Donne Africa per la Pace

spillette

E’ partita la macchina organizzativa della Rete Donne Africa per la Pace, che vedrà riunite migliaia di donne e Istituzioni in Rwanda, nella Casa per la Pace e la Riconciliazione di Kigali. In programma, dal 2 all’8 marzo, è prevista una settimana di eventi per avviare un confronto tra le donne della Rete e le Istituzioni locali e internazionali. L’appuntamento giunge alla seconda edizione e quest’anno, negli stessi giorni, anche Roma sarà collegata con Kigali e vivrà la stessa realtà con la Comunità di donne immigrate nella Città. Scopo dell’iniziativa romana è di redigere un documento che serva a tracciare una via per migliorare le condizioni di vita delle donne immigrate in Italia. Per maggiori informazioni vai su www.retedonneafricane.org. oppure scrivi a retedonneafricane@lagabbianella.it

Adotta un disegno: una mostra a Roma
“Adotta un disegno” è il titolo della mostra aperta, dal 7 febbraio al 2 marzo, al Complesso del Vittoriano a Roma. L’esposizione nasce dall’omonimo progetto di Emergency, che ha raccolto i disegni e le storie dei bambini ricoverati nei suoi ospedali. Dopo averli consegnati ad artisti internazionali, i disegni sono stati reinterpretati, con il proprio stile e la propria sensibilità, dagli artisti, che hanno creato nuove opere d’arte. Potranno essere ammirate nella mostra realizzata in collaborazione con il Comune di Roma, Fandango, Nunflower, con la cura di Sergio Casoli, Elena Geuna e Stefano Senardi.
Per gli orari chiedi a museovittoriano@tiscali.it

AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node