SCATOLE CINESI
Quando l'arte ospita l'arte... E' più bello il contenitore o il contenuto?
Vi è mai capitato, dear readers, di andare a vedere una mostra, uno spettacolo, un concerto quasi solo per il gusto di girovagare per un palazzo, per la curiosità di scoprire un’architettura importante? Molto spesso il “contenitore” ci sembra, e a volte è, interessante quanto il contenuto, tanto da diventare un semplice pretesto. In pochi perderebbero l’occasione di “vivere” l’auditorium romano di Piano, il teatro della Scala, La Fenice di Venezia…. andiamo a vedere cosa c’è in Europa… “dai campi elisi alla grande arche…avanti avanti, avanti marsh!”

Parigi: la Grande Arche

grandearche

Eccoci a Parigi, precisamente nel quartiere di La Défense dove andiamo a scoprire la modernissima Grande Arche de la Fraternité. Inauguarato nel 1989, questo insolito monumento ruba alla tradizione militare la forma dell’arco trionfale per celebrare gli ideali umanitari della rivoluzione. Marmo bianco, granito grigio e vetro ed ecco a voi un enorme, ma che dico, gigantesco cubo svuotato (pensate che nella cavità ci sarebbe spazio per la cattedrale di Notre Dame!). Prendiamo un ascensore di cristallo (chissà di non incontrare Willy Wonka!) saliamo sul tetto e troviamo 4 auditorium, 2 saloni espositivi, il primo museo dell’informatica europeo e un ristorante da sogno con vista panoramica dove assaggiare le specialità della cucina francese by Olivier Bearzatto…beh, se avete visto al cinema Ratatouille non vedrete l’ora!
Trovate tutte le info su www.grandearche.com

Berlino: a me le orecchie, please
Ci sono molti motivi per cui l’orchestra della filarmonica di Berlino è la migliore al mondo ma certamente fondamentale è proprio il fatto che i “Berliner” pizzicano le corde dei loro violini e fanno vibrare le ance umide nel migliore auditorium mai costruito, appunto la filarmonica di Berlino.

filarmonica

Progettata nel ’56 dal famoso architetto Scharoun è però al consulente acustico Cremer che va il merito di aver regalato all’indimenticabile sala a ferro di cavallo un tempo di risonanza così trascurabile da permettere di godere dell’assoluta precisione dell’esecuzione…insomma, la “berliner philharmoiker” non sarebbe quello che è se provasse in uno scantinato… date un’occhiata alla programmazione su www.berliner-philharmoniker.de/en/vvk (don’t worry, è in inglese!) per verificare con le vostre orecchie. Da Beethoven a Richard Strauss il calendario di questo mese è succulento.

Ecco il sogno di Bilbao
Ricordate la puntata dei Simpson in cui i gialli protagonisti sfrecciano con i loro skate sulle pendici di uno strano edificio tutto curve e controcurve? L’episodio è ispirato proprio all’architettura di Frank Ghery, ideatore dell’entusiasmante museo di arte contemporanea Solomon Guggenheim di Bilbao. La struttura si piega alla forma e la fantasia si concretizza in una multiforme successione di superfici, nessuna piana. Tantissime le installazioni pensate proprio per l’edificio: il buffo Puppy, cagnolino fatto di fiori e gli allegri ed enormi Tulips cromati di Koons, la Fire Fountain di Yves Klein e l’affascinante Fog di Nayaka, nebbia artificiale che avvolge il museo (ma non completamente… “sennò che ci vado a fare?”direte!).

bilbao

Nel sito www.guggenheim-bilbao.es/secciones/el_museo/el_edificio.php?idioma=en potete scoprire le attività e i progetti educativi per avvicinare adulti e bambini all’arte contemporanea, prenotare le visite e, nell’attesa, intraprendere un bellissimo tour virtuale. Chi poi vuole fare un salto in libreria può cercare tra gli scaffali Frank Gehry - creatore di sogni, doppio DVD+libro del film-documentario diretto nel 2006 da Sydney Pollack (per gli amanti del regista, come dire, due piccioni con una fava!).

Voli
Per sfruttare al meglio le offerte che fluttuano nel web è necessario per prima cosa capire la differenza tra low cost e last minute: le compagnie low cost propongono voli a prezzi bassissimi ma da prenotare parecchio in anticipo, esattamente l’opposto di quanto fanno quelle di linea, con le quali fai la valigia all’ “ultimo minuto”, se si libera qualche posto. In ogni caso per cercare il volo più conveniente potete andare su www.volagratis.com , trovare le migliori offerte di tutte le compagnie e poi prenotare il vostro biglietto direttamente sul sito della compagnia scelta(così si risparmia il costo dell’agenzia virtuale!).
Se volete raggiungere le mete toccate questo mese nel nostro articolo vi diciamo che sono tutte su tratte low cost, ma ricordate che per raggiungere Bilbao bisogna passare per Barcellona (poco male!). Buon viaggio a tutti!

AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node