DESTABILIZZATI E CONTENTI
Spettacoli che disorientano, regalano dubbi, offrono confusioni, trasmettono incertezze. E per questo ci danno un senso di liberAZione
Ravenn: LebeN
Un percorso analitico lungo le pagine di Dostoevskij, Shakespeare, Grabbe, Schwab, Jarry, Hanna Arendt: due anni di riflessioni e ricognizioni a partire dall’idea del male, dove gli elementi parodistici trascolorano nel noir o nell’incubo. Questi gli elementi condensati dal Teatro delle Albe in due spettacoli, Leben e Sterminio, maturati su nodi tematici davvero interessanti e attuali: il discorso sulla violenza e l’insopprimibile impeto di sopraffazione che anima l’umanità, nelle sue forme più estreme. Le Albe partono da un testo di Christian Dietrich Grabbe, aggiornato ai nostri giorni che intreccia apologo satirico e farsa surreale fino a sfociare in una commedia nera, specchio implacabile del nostro contemporaneo. Fedele alla storia originale, Martinelli attualizza invece la location della pièce teatrale scegliendo di ambientarla all’interno di una fredda azienda dei nostri giorni, guidata da una feroce manager, impegnata nella gestione di bordelli thailandesi e traffici di ragazzine in valigia.

leben

LEBEN

di Marco Martinelli
Riscrittura da Scherz, Satire, Ironie, und
tiefere Bedeutung, di Christian Dietrich Grabbe
Con Alessandro Argnani, Luigi Dadina, Riccardo Dadina, Cinzia Dezi, Luca Fagioli, Marco Fariselli, Roberto Magnani, Michela Marangoni, Ermanna Montanari, Massimiliano Rassu, Laura Redaelli, Alessandro Renda
Regia Marco Martinelli
Teatro delle Albe/ Ravenna Teatro
Limone Fonderie Teatrali Moncalieri (Torino)/ Sala grande
Dal 10/12/2007 al 12/12/2007
Biglietti: 19 € interi, 16 € ridotti
Info e prenotazioni: 011 537312; www.teatrostabiletorino.it

Milano: Beckett/Brook Fragments
Spettacolo per soli 3 attori che Brook ha concepito in francese, per festeggiare a Parigi, seconda patria dello scrittore irlandese, il centenario della nascita di Samuel Beckett (1906-2006) e oggi riallestisce in inglese, questo dialogo fra geni del teatro si risolve in un’infilata di piccoli frammenti visivi densi di intensità e poesia, semplicità e forza, alla maniera del drammaturgo irlandese.
Peter Brook sceglie di portare in scena Samuel Beckett perché è “un autore - spiega - che tuffa lo sguardo nell’insondabile abisso dell’esistenza umana… S’inserisce sulla sottile linea che lega il teatro greco antico, attraverso Shakespeare, al nostro tempo, celebrando senza compromessi la verità, una verità sconosciuta, terribile, sconvolgente…”. Ironiche, grottesche, dissacranti e insieme tragiche e poetiche, le storie di Beckett mostrano ancora una volta il loro potere visionario e scottante. Da non perdere.

beckett,brook fragments

BECKETT/BROOK FRAGMENTS

Autore: Samuel Beckett
Regia di Peter Brook
Con Marcello Magni, Jos Houben, Kathryn Hunter
Dal 12 al 22 dicembre 2007
Teatro Studio, Milano
Biglietti e info: 848800304

RomA: in cammino per OZ
Succede a volte che sia il teatro a rubare spunti al cinema e non il contrario. Tutti ricordiamo la bella canterina Judy Garland nel Mago di Oz. Ora, il Teatro Vascello di Roma ripropone a un pubblico di bambini e adulti "In cammino per Oz", racconto tratto dall'omonimo romanzo di Frank Baum "Il meraviglioso Mago di Oz". Rispolveriamo la storia: la bambina Doroty trascorre un'esistenza grigia e povera fino al giorno in cui, a causa di un fortissimo ciclone, la casetta nella quale vive con gli zii viene scaraventata in un mondo fantastico e nuovo, governato da un mago. Doroty vorrebbe ritrovare la strada di casa e così, inizia per lei un lungo viaggio in compagnia di tre amici che sono anche loro alla ricerca di qualcosa: il cervello, il cuore e il coraggio. Lo spettacolo, con 8 attori, giovani studenti universitari del Dams, mescola musica, canto e danza come nei più classici dei Musical.

nanni buona

IN CAMMINO PER OZ

Di L. Frank Baum
Regia Giancarlo Nanni
Adattamento Manuela Kustermann
Coreografia Caterina Inesi
Spettacolo realizzato con gli studenti del corso Dams Roma Tre
Dal 3 novembre al 23 dicembre 2007
Teatro Il Vascello, Via G. Carini 78 a Monteverde Vecchio (Roma) sopra a Trastevere
Tutti i sabati alle ore 17,00 e le domeniche alle ore 11,00.
Orario Matinée ore 10.30, pomeridiane infrasettimanali su richiesta.
Prezzi: 6,00 euro per adulti e bambini .
Info: 06 5881021 – 3405319449, www.teatrovascello.it

Milano: MeDeA
“Medea è il disordine della furia, è il pericolo, è l’irrazionale, è colei che lacera il tessuto del comune sentire. La mia Medea è fluida, liquida ed è perennemente guardata a vista dal coro vestito in abiti castigati da igiene mentale incapace, però, di mettere la camicia di forza ai pensieri e agli intenti di lei, bellissima e inflessibile, lei, scalza barbara, che bacia il marito traditore sulle labbra mentre canta nenie straniere alle fiammelle, ai figli, poco prima di spegnerle per sempre.” Così il regista Fabio Sonzogno descrive la sua Medea, eroina mitica colpevole e crudele per aver assassinato i suoi figli con un rito sacrificale. Lo sguardo dentro al mito ci rimanda un’eco dei nostri stessi dissidi. Medea ci fa paura perché ci appartiene, perché è una parte di noi, perché, un po’, le assomigliamo.
MEDEA
Di Euripide
Scena e regia Fabio Sonzogni
Con Caterina Deregibus MEDEA, Gabriele Parrillo GIASONE, Andrea Soffiantini CREONTE – PEDAGOGO, Alessandro Quattro MESSAGGERO - NUTRICE - CAPO CORO, Massimo Marchesi EGEO, Elisa Bottiglieri e Vincenza Pastore CORO, Mauro Roncelli e Edoardo Sonzogni FIGLI di Medea
Costumi Emanuela Pischedda
Progetto luci Alberto Bartolini
Assistente alla regia Alessandra Pozzi
Movimenti Marco Delle Foglie
Realizzazione costumi Neva Viale
Realizzazione video Andrea Zimbelli, Chiara Morcelli
Dal 4 al 23 dicembre 2007
Teatro OUT OFF v. Mac Mahon, 16 - Milano
Biglietti: 16 Euro
Info: 02.34532140; www.teatrooutoff.it

Torino: INSIDE/OFF
Nasce INSIDE/OFF, idea e progetto intorno alla danza contemporanea e di ricerca nato dalla vulcanica Natalia Casorati, già direttrice artistica di un altro festival apprezzato dal pubblico giovane e dagli addetti ai lavori. INSIDE/OFF invita giovani coreografi a presentare i loro progetti in forma di studio, cioè aperti a un dialogo di confronto con operatori del settore, pubblico e altri artisti presenti alle serate. Vi segnalo due spettacoli-incontro nel mese di dicembre: Verso la luce di Leonardo Diana e Cuore Solo di e con Stefania Lo Maglio. La rassegna prosegue tutto l’anno, consultate il sito www.mosaicodanza.it
VERSO LA LUCE
Di Leonardo Diana
Poesia: Gertrude Stein
Video: Marzia Maestri
Costumi: Lucia Castellana
Proposto da festival Fabbrica Europa-rete di condivisione artistica
Venerdì 14 dicembre; ore 21,00
Spazio > Associazione Culturale Mosaico, strada tetti rubini, Torino
Gratuito



stefania lo maglio
CUORE SOLO

Di e con Stefania Lo Maglio
consulenza psicologica Luigi Negro
Consulenza medica Andrea Ipucha Perez
Suono Gregorio Caporale
Phsical Computing Fabio Franchino ( todo.to.it)
Collaborazione al progetto Caludio Conti e Doriana Crema,
Indaco, rete danza contemporanea Piemonte
Info e prenotazioni: 011 6612401

Bologna: uso pratico contemplativo

kinkaleri

Divagazioni corporali di un volume inondato di luce

Mescolare danza e arti visive è un modo come un altro per affermare che l’humus comune a tutte le arti non ha patria né nome. Ecco perché mi sembra assolutamente interessante questo appuntamento trasversale con la creazione coreutica. Kinkaleri, gruppo eclettico di giovani ormai affermati, sceglie l’interazione con i giovani artisti per realizzare un’unica opera in bilico tra video e performance. Il laboratorio consiste nello studio di alcune dinamiche in funzione di una ripresa della loro ombra per un tempo lunghissimo. Il lavoro in progress costituisce l’accadimento utile alla realizzazione di un’istallazione video a due schermi, completata da un intervento performativo live. Il risultato del workshop viene presentato in una mostra inaugurale l’8 dicembre 2007 dalle 18:30 presso la galleria neon>campobase.
USO PRATICO CONTEMPLATIVO
Divagazioni corporali di un volume inondato di luce.
WORKSHOP/ INAUGURAZIONE MOSTRA / neon>campobase via zanardi 2/5, Bologna
Progetto: Kinkaleri
Conducono MARCO MAZZONI, CRISTINA RIZZO
Con Sara Agutoli, Stefania Mighetti, Kanako Noda, Costanza Palmirani, Angela Sacco, Elsa Salonen, Lucio Terenzi
::: 4-6 DICEMBRE 07 / WORKSHOP
::: 8 DICEMBRE 07 / h 18.30 / INAUGURAZIONE MOSTRA

Napoli: Quore
Raffaella Giordano ha ricevuto nel 2000 il PREMIO SPECIALE UBU per aver gettato col suo Quore (Per un lavoro in divenire) uno sguardo critico sulla realtà e per le scelte coreografiche da lei operate nel suo teatro-danza aldilà della danza. "Quore", con la "q" è uno spettacolo che chiama alla mente il pulsare ritmico, cieco e misterioso della vita, arricchito da uno sberleffo irriverente, quella "q" sbagliata, la cifra che non fa tornare i conti, che rende tutto ancora più umano. Quore è un lavoro impietoso e struggente che mostra la sgangheratezza della vita, il suo caotico movimento, il disperato vuoto di alcuni gesti. E' un lavoro destabilizzante, toglie certezze, scardina codici, non fornisce soluzioni. Eppure se ne esce sollevati, con un senso di liberazione.

quore

QUORE

Di Raffaella Giordano
Con Raffaella Giordano, Aldo Rendina, Doriana Crema e Piera Principe
Compagnia Sosta Palmizi
Sostenuto da C.N.D.C. di Angers - l'Esquisse in collaborazione con Regione Toscana- Dipartimento politiche formative e beni culturali
Musiche di Alex Britti, Madonna, P.J. Harvey, Manu Chau, R. Wagner, L. Dalla, L. Anderson
14 - 20 dicembre 2007
Nuovo Teatro Nuovo, piazzetta Marinelli 3, Napoli
Biglietti: 10 €
Info e prenotazioni: 081 4207318 - 081 406004 info@nuovoteatronuovo

AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node