L'UOMO DI ABILITA' MOSTRA SUL VISO LA SUA CAPACITA'
Dunque impariamo a guardare oltre le aPParenze per capire le capacità di ciascuno di noi... Molte nuove intereSSanti iniziative possono aiutarCi!

Disabili e gaY: giudicati 2 volte
Cosa vuol dire essere gay e disabile? Arcigay ha promosso una ricerca nazionale X monitorare bisogni e diFFicoltà.
Avere il sostegno della famiglia e, ancora di più, delle associazioni, inserirsi nel tessuto sociale, voglia di conoscere e frequentare nuove persone e di confrontarsi con chi condivide le stesse sensazioni. Questi sono i primi risultati della ricerca sociale sulle persone omo-bisessuali con disabilità, denominata Abili di cuore - Omo-disabilità: quale rapporto tra omosessualità e disabilità?
Promosso da Arcigay, con la collaborazione del Centro Bolognese di Terapia della Famiglia, del Centro Documentazione Handicap di Bologna e dell'Associazione HandyGay di Roma, il progetto raccoglie i racconti di vita di venti5 persone, provenienti da tutta Italia.
Un binomio, quello analizzato dallo studio, di cui si parla poco e che appare ancora vittima di una doppia invisibilità: la sessualità delle persone con disabilità e l'identità delle persone omosessuali. Un’iniziativa volta a dare voce a queste vite e a spezzarne l'invisibilità portando alla luce le eventuali specificità del loro essere minoranza nella minoranza.
La ricerca vuole anche fornire obiettivi precisi da attuare nel futuro: formazione degli operatori sui temi della disabilità, della sessualità e dell'omosessualità e attuazione degli incontri periodici di auto-mutuo-aiuto per diffondere le conoscenze acquisite su questi temi.
La ricerca completa è disponibile all'indirizzo web www.lelleri.it/report/abilidicuore.
INFO: omodisabili@libero.it

Senza barriere
Vivere e studiare da disabili nell'Università della Basilicata
Numerosi studenti dell’Ateneo Lucano hanno finalmente la possibilità di studiare senza barriere.
L’università degli Studi della Basilicata ha promosso la stampa e la diffusione del volume “Senza barriere. Vivere e studiare da disabili nell’Università della Basilicata”, di Emilio Lastrucci (Delegato del Rettore per il diritto allo studio e l’integrazione dei diversamente abili) e Gabriella Patriziano (tutor dell’Ufficio Disabili).
Il testo ha lo scopo di offrire agli studenti in condizione di svantaggio un vero e proprio cd multimediale audio in cui sono contenute tutte le iniziative e i servizi attivati nei loro confronti.
Un vero e proprio orientamento alla guida universitaria, per garantire l'attuazione del pieno diritto allo studio degli studenti disabili (attualmente circa un centinaio), nonché favorire l'operato di dipendenti dell'istituzione in analoga condizione.
Fra gli interventi attuati emergono alcune opere realizzate, con il supporto dell’Ufficio Tecnico, per eliminare le barriere architettoniche nei diversi plessi dell’Ateneo; favorendo la mobilità in tutti gli spazi fruiti dagli utenti (aule, laboratori, uffici, biblioteche, mensa ecc.); realizzando un articolato servizio di tutoring specializzato agli studenti con bisogni speciali e un sito web specificamente dedicato a questi ultimi ed infine attuando un programma di attività, iniziative ed eventi, di valenza culturale.
Il volume è disponibile presso l'Ausilioteca di Ateneo posta nel plesso di Macchia Romana.
INFO: numero verde 800-80040 - diversabilita@unibas.it
segreteriastudenti@unibas.it

Farmaci: scadenze in braille
Etichette in caratteri braille con la data di scadenza dei farmaci: parte da Verona un'iniziativa di Federfarma che in tutta Italia permette ai non vedenti di “leggere” sulla confezione dei medicinali la data di scadenza.
In tal modo si elimina un nuovo ostacolo all’autonomia delle persone non vedenti che possono finalmente richiedere in farmacia medicinali con l’etichetta in caratteri braille.
La novità? Non viene riportato solo il nome del carattere, ma anche la data di scadenza. Il servizio è attivo solo in farmacia e non vale per le nuove confezioni.
Un’iniziativa importante soprattutto per tutti coloro che vivono da soli, non hanno in casa un aiuto e potranno controllare sempre meglio la propria salute.
INFO: http://www.farmindustria.it/ - http://www.uiciechiverona.it/

Donna, disabilità e lavoro
L'Assessorato Pari Opportunità della Provincia di Bologna, con la collaborazione di UILDM Bologna, ha realizzato una ricerca sul tema "donne disabili e lavoro".
Dai risultati emerge la difficoltà che le donne disabili incontrano quando si avvicinano al mondo lavorativo a causa di barriere sia architettoniche che di pregiudizi, e soprattutto la poca consapevolezza che avere un lavoro, in condizioni adeguate alla propria difficoltà, sia un diritto. I dati raccolti, infatti, sono stati analizzati seguendo varie tematiche: accesso al lavoro, inserimento lavorativo attraverso il collocamento mirato, flessibilità del lavoro, trasporto, sostegno psicofisico, barriere architettoniche; assistenza sociale e sanitaria.
INFO: www.uildmbo.org


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node