30 GIORNI DA MOZZARE IL FIATO
SenZa parlare ancora delle poleMiche tra i due feSTival autunnali, Roma e Venezia, entrambe le kermeSSe hanno presentano molti titoli intereSSanti. Mentre per alcuni film veneziani bisognerà aspeTTare ancora, almeno un titolo presentato a Roma sarà già nelle sale nel mese di oTTobre, quello che vede...
Il Ritorno di Francis Ford
Dopo 10 lunghi anni, tra progetti abbandonati (Megalopolis) o rinviati (Tetro), Coppola senior torna nuovamente nelle sale, con Youth Without Youth (26 Ottobre),  LA storia di un professore romeno, costretto a lasciare il suo paese alle soglie della seconda guerra mondiale. A metà strada tra il viaggio iniziatico e la fuga per la salvezza, il protagonista (interpretato da Tim Roth) attraverserà Romania, Svizzera, Malta e India. Coppola gira un film a bassissimo costo (addirittura si dice che Walter Murch l’abbia montato con Final Cut), dopo aver rifiutato le decine di proposte da parte delle major hollywoodiane di girare film di gangster che non lo interessavano minimamente. Ancora privo di distribuzione negli States, anche se Tom Cruise ha dichiarato di volerlo acquistare per la sua United Artists, il film sarà presentato in anteprima mondiale al festival Roma. Nel cast, oltre a Tim Roth, un altro grande attore troppo spesso dimenticato, Bruno Ganz. Molto più personale degli ultimi lavori del grande regista (che nel frattempo è stato impegnato come produttore per i film di Sofia e per The Good Shepherd di De Niro), è senza dubbio l’opera più attesa della stagione.

I Film per Bambini che fanno Impazzire i Grandi
Per capire che di Ratatouille si sarebbero tutti innamorati, bastava vederne il trailer. D’altronde la Pixar raramente ha fatto cilecca. Del braccio di ferro con la Dreamworks non ha più senso parlare, vista la collaborazione per Shrek Terzo, le cui avventure, pur se avvolte in un profluvio di eleganti citazioni, sono diventate un pò ripetitive. Ratatouille è la storia di un topolino di campagna, amante dei cibi raffinati, che sogna di diventare un grande Chef. L’animazione digitale della Pixar è sempre più squisita e le trovate di Brad Bird, già autore di Gli Incredibili, sono spesso da antologia. Notevole il gioco di parole del titolo, un piatto tipico della cucina nizzarda che richiama il nome dei piccoli roditori.
Un’altra leggenda vivente per gli amanti delle fiabe vedrà invece, per la prima volta, una sua opera trasposta sul grande schermo. Si tratta di Neil Gaiman, sceneggiatore della celebre serie a fumetti The Sandman, nonché autore dei romanzi Nessun Dove e American Gods e di numerosi libri per bambini, tra i quali quello da cui è tratta questa pellicola, ovvero Stardust (12 Ottobre). Non si tratta dell’ennesimo Il Signore degli Anelli né, tantomeno, de Le Cronache di Narnia. Il fantastico si fonde, come in tutte le opere di Gaiman, con un furore sincretico e postmoderno e, seppure la regia di Vaughn tentenna nella prima parte del film, nella seconda esalta meravigliosamente anche i comprimari di lusso Michelle Pfeiffer e Robert De Niro.

Duri a Morire
Ottobre riserva altre due o tre piacevoli sorprese. Il western 3:10 to Yuma (19 Ottobre), è il remake dell’omonimo film del 1957, tratto dal racconto di Elmore Leonard, e vede il ritorno di Peter Fonda e un Russel Crowe, finalmente a pieno regime dopo il modesto Un’Ottima Annata. Arriva finalmente in sala anche Playing the Victim (5 Ottobre), black comedy russa, vincitrice dello scorso festival di Roma, diretta dal quasi-esordiente Kirill Serebrennikov. E, a chiudere il mese, i nuovi capitoli di due serial più che consolidati: il terzo per Matt Damon con il suo The Bourne Ultimatum (2 Novembre) e il quarto, a distanza di dodici anni, per Bruce Willis, che torna a vestire i panni di John McClane, il personaggio che lo rese famoso, in Die Hard - Vivere o Morire (26 Ottobre).

Una Love-Story Vittoriana
Tra i film interpretati dalla Hepburn (Audrey) vengono sempre ricordati Colazione da Tiffany o Sabrina. Più raramente viene citato My Fair Lady, diretto da George Cukor che vede accanto alla diva dal sorriso più bello di Hollywood il bravissimo Rex Harrison. In questo cofanetto di lusso, centinaia gli extra: dai commenti (tra i quali anche uno di Martin Scorsese) alle canzoni cantate dalla Hepburn, dalla cerimonia degli Oscar alle scene girate all’inizio della produzione. Una miniera d’oro per chi gradisce il genere.
My Fair Lady, DVD Warner, disponibile dal 10 ottobre, 12,90 Euro

(Ha collaborato Marco Pisoni)

AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node