BONA TEMPORA CURRUNT
Corrono i tempi buoni di un festival innovativo e foRte, di una splendida tragedia greca cucita su una figura femminile, di una performance profonda e gelida, di una rassegna che scorre tra città, di un'opera scaNdalosa, di un volTeggio senza paragoni, di un festival di oMbre e moVimenti...
TORINO: Malafestival - Ars in Mala Causa 2007
VI Edizione del Festival Internazionale di Arti Performative
Dal 14 al 28 ottobre 2007 ha luogo ad Avigliana e Torino il Malafestival – Ars in Mala Causa 2007 VI ed. del Festival Internazionale di Arti Performative. Caratteristica dominante l’accostamento tra arti performative innovative e problematiche sociali contemporanee, approfondite attraverso progetti satellite, incontri, convegni.
Rapporto uomo-macchina, detenzione, disagio e diversità, particolari eventi politici sono gli spunti di riflessione del festival che quest’anno riunisce sotto la tematica confinati/folli/militanti artisti del calibro di Jango Edwards e Peter Ercolano, Ulderico Pesce, Sergio Staino, ResExtensa, Tony Clifton Circus e molti altri. Tra le esplosive novità di quest’anno i Têtes de Bois (a Sanremo con Paolo Rossi) con un importante spettacolo musical-teatrale che coinvolge più di 15 artisti del calibro di  Moni Ovadia, Ascanio Celestini, Marco Baliani, Sergio Staino etc. e che si modella a seconda del luogo in cui viene rappresentato. Da non perdere. Tutto il programma del festival è on line.
MALAFESTIVAL – ARS IN MALA CAUSA 2007 VI ED. DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DI ARTI PERFORMATIVE
Avigliana e Torino sedi varie
Dal 14 al 28 ottobre 2007
Info e prenotazioni: Servi di Scena opus rt - Tel. 011/19707362 - Cell. 339/2072828
servidiscena.to@fastwebnet.it www.opusrt.it  - www.regione.piemonte.it/piemontedalvivo

TORINO: Andromaque 
Declan Donnellan (1953), regista e scrittore inglese più noto all’estero che in Italia, porta in scena a Torino Andromaca, tragedia greca perfettamente cucita sulla figura femminile, poi adattata per il teatro francese in epoca moderna da Racine, in toni ancor più drammatici. I riferimenti storici rimandano alla guerra di Troia, al fatale antagonismo fra Achille ed Ettore, alle morti e alle lacrime delle varie Elena, Clitemnestra, Astianace (figlio di Ettore) e alla stessa Andromaca. Quest’ultima, vedova devota di Ettore, consacra a lui il suo eterno amore e la sua bellezza, sacrificando così i suoi anni migliori. Di questo personaggio, Racine mise in luce la forza drammatica, il dolore, la nostalgia della vendetta, il disagio psichico della donna. Donnellan si concentra sui moti interiori dei personaggi, mettendone in rilievo la grande verità umana.
ANDROMAQUE
Di Jean Racine
Con Cmille Cayol, Christophe Gregoire, Camille Japy, Xavier Boiffier, Romain Cottard, Dominique Charpentier, Anne rotger, Vincent de Bouard, Sylvain Levitte
Regia: Declan Donnellan
Teatro Astra, via Rosolino Pilo 6, Torino
29 e 30 ottobre 2007
Biglietti:intero 19 Euro; ridotto 16 Euro
Info e prenotazioni: 011 537312; www.teatrostabiletorino.it

MONZA. Libri da ardere
Da una delle scrittrici francesi di maggior talento dei nostri tempi, Cristina Crippa trae ispirazione per questa pièce dai contenuti intellettuali ed emotivi veramente spiazzanti. Il linguaggio, la comunicazione, la capacità di raccontare e ricordare, la voglia di sognare e immaginare insieme ad altri esseri umani sono temi inconsueti a teatro eppure così attuali e rappresentativi di ciò che c’è di più profondo nell’uomo. In un gelido inverno di guerra, una città è stretta nella morsa finale di un assedio. Un illustre professore di letteratura ospita in casa sua il suo assistente Daniel e la giovane allieva Marina. Il gelo domina la scena: fuori e dentro il corpo. E così a poco a poco i normali punti di riferimento crollano, travolti dal puro desiderio di sopravvivenza, che inverte e modifica ogni rapporto, intellettuale, affettivo, di potere, stravolge il senso intimo di ogni gesto, di ogni abitudine. E’ Marina, fragile sotto l’apparente spregiudicatezza, a soffrirne di più, e a proporre per prima l’utilizzo della fornita biblioteca del professore come combustibile. Nella speranza di sopravvivere, i libri verranno bruciati, tutti fino all’ultimo. Ma fuori incombe la guerra e il gelo dell’inverno farà inesorabilmente il suo corso.
LIBRI DA ARDERE
di Amélie Nothomb
Teatro dell'Elfo
di Amélie Nothomb
con Elio De Capitani, Corrado Accordino,  Elena Russo Arman
luci Nando Frigerio
suono Jean-Christophe Potvin
regia Cristina Crippa
produzione Teatridithalia / Asti Teatro
Teatro Binario, Monza
22 e 23 ottobre 2007
Biglietto: Intero € 18; Ridotto € 12; Under18 € 6
Info e prenotazioni: 039.2027002

InterciTy Festival a Sesto Fiorentino

Dal 13 settembre al 30 ottobre 2007 il Teatro della Limonaia di Sesto Fiorentino - Firenze - presenta la 20a edizione dell'Intercity Festival, rassegna eclettica delle arti sceniche iniziata nel 1988 con la volontà di mettere in comunicazione tutte le città del mondo con un piccolo angolo della toscana. Quest'anno la Limonaia celebra il ventennale scegliendo di creare una piccola rassegna di "città in città", una sorta di percorso di tutte le città già gemellate con Intercity.
Il programma del festival, che dura circa 3 settimane, comprende oltre all'ospitalità di varie compagnie straniere, due o tre produzioni, dirette da registi stranieri e italiani, su testi di drammaturgia contemporanea del paese prescelto, tradotte in italiano. Previste inoltre letture e incontri con autori, rassegne cinematografiche, mostre e seminari teorico-pratici. Tutto il programma è sul sito www.teatrodellalimonaia.it ma vi consiglio di non perdere gli spettacoli del genio spagnolo Rodrigo Garsia e La nuova tunica di Dio dei registi italiani Baldinotti e Panella.
INTERCITY FESTIVAL
Spazi spettacolo:
Teatro della Limonaia, via Gramsci 426, Sesto Fiorentino;
Teatro Studio di Scandicci, via Donizetti 58, Scandicci (Fi);
Cinema Multisala Grotta , via Gramsci 393 Sesto Fiorentino (Fi);
Serra del Teatro della Limonaia
Biglietti:
Teatro della Limonaia/Teatro Studio di Scandicci
€ 13 Intero; € 11, € 8 ridotto
Rodrigo Garçia e Marie Brassard € 15 intero, € 12 ridotto
Alias Godot (30 settembre), Presumption (3 ottobre), Miss Julie (5 ottobre) € 5 biglietto unico, serate mise en espace € 6 biglietto unico
Intercity Connections € 6 biglietto unico e € 3 partecipanti al progetto
Info e prenotazioni: Teatro della Limonaia, Tel.: 055 440852; www.teatrodellalimonaia.it

SCANDICCI: MISS JULIE
“In tutte le mie coreografie lavoro molto con artisti visuali. Per me è importante non solo creare coreografie, ma dare l’idea di teatro. Non credo nelle parole, credo nei movimenti, nei gesti, negli occhi”. Parole di Yvette Bozsik, una delle coreografe ungheresi più apprezzate nel mondo. In Italia presenta la sua interpretazione di  Miss Julie, scandaloso testo di Strindberg che venne immediatamente censurato. Si tratta di un atto unico che racconta la lotta per l’esistenza, attraverso la passione tra la contessa Julie e il suo servitore. Nell’adattamento di Yvette Bozsik il personaggio femminile viene collocato in un contesto contemporaneo e prende vita per esplorare se stessa. Il lavoro di Yvette è incentrato sul personaggio che diventa testimone del presente e del passato, della lotta tra uomo e donna, indagando la questione dell’emancipazione e della gelosia che conduce alla tragedia. Oltre al gesto teatrale, nella sua coreografia utilizza la sensibilità del linguaggio meta-comunicativo; un modus comunicativo che trova la sua completezza, più che nella struttura o nei virtuosismi, nei più delicati dettagli.
MISS JULIE
Compagnie Yvette Bozsik
assistente coreografa Hajnalka Lisztóczki
scene József Peto, Tamás Vati
costumi Fruzsina Nagy
luci József Peto
musica Jean-Philippe Heritier
con Samantha Kettle, Szabolcs Gombai,
Tímea Fülöp, Yvette Bozsik, Tamás Vati
Prima nazionale in collaborazione con Scandicci Cultura Istituzione del Comune di Scandicci
Teatro Studio di Scandicci
5, 6 ottobre ore 21
Biglietti: 5 €
Info e prenotazioni: Teatro della Limonaia, Tel.: 055 440852; www.teatrodellalimonaia.it

BOCCATANGO
Forse storceranno un po’ il naso coloro che si aspettano da questa rubrica solo segnalazioni sulla danza contemporanea di ricerca ma chi non ha mai visto danzare Julio Bocca è bene che lo faccia entro dicembre. Il grande argentino scoperto da Baryshnikov smette di esibirsi quest’anno per nostra sfortuna, esattamente come la sua amica e compagna di viaggio Alessandra Ferri. Non perdete questo appuntamento con l’eleganza, la forza vibrante del suo corpo, la grazia e la potenza atletica. Resterete estasiati e rapiti dal talento e dall’esperienza di questo ballerino che, sulle musiche tangheire di Piazzolla, Gardel, Canaro, costruira volteggi e assoli senza paragoni.
BOCCATANGO
Con: Julio Bocca, Cecilia Figaredo
Gisela Sara e Esteban Riera
voce: Victoria Balanza, Lucas Oliva, Benjamin Parada, Lucas Segovia Oscar Escudero
Coreografia: Ana Maria Stekelman
Direzione Musicale: Julian Vat
Luci: Omar Possemato
Suono: Alejandro Blanco
Costumi: Jorge Ferrari
18-21 ottobre 2007: Teatro Smeraldo, Milano
Biglietti: da 45 a 17 €
23-28 ottobre 2007: Teatro Sistina, Roma; info: info@ilsistina.com

TORINO: LIGHT
Light è il capolavoro coreografico con cui la compagnia Mossoux-Bonté (Belgio) apre la 14° edizione del Festival Incanti dedicato al teatro di figura in tutte le sue forme. È il rapporto fra danza e ombre l’oggetto di attenzione di questo lavoro scenico che Patrick Bontè ha definito uno spettacolo che serve “a schiacciare, una volta per tutte e per sempre, la paura del buio e ricongiungere ognuno di noi con i nostri angoli oscuri, quando l'ombra prende il sopravvento sulla volontà e ci insegue incessantemente fino a sembrare più importante di noi stessi, quando l'ombra ci sorprende e si presenta in un angolo della strada, quando l'ombra comincia a danzare e seguire i nostri passi... quando tutte le ombre del mondo si incontrano per formare un'unica ombra, così misteriosa.” Tante sono le proposte in cartellone, molte le prime nazionali e le produzioni del festival mirate a rafforzare e indagare in profondità le liason fra musica, teatro di ricerca e di figura.
Tutto il programma e sul sito www.festivalincanti.it
LIGHT
Compagnia Mossoux-Bontè
In RASSEGNA INTERNAZIONALE DI TEATRO DI FIGURA
FESTIVAL INCANTI
Dal 02 al 12 ottobre 2007
Torino, sedi varie
Biglietti: intero 10 €; ridotto 8 €
Info e prenotazioni: tel. (+39) 3466932622 - 011882586 - info@festivalincanti.it

AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node