EROS e THANATOS
La pulsione di vita e la pulsione di morte sono entrambi presenti in ciascuno di noi. Tra l'una e l'altra... infinite combinazioni di piacere e distruzione. A voi la scelta attraverso le più originali proposte museali del momento

San GiMignano: prima la tortura...
Sicuramente una tra le esposizioni + inquietanti al mondo, quella che si può vedere in questo Museo della Tortura. La terrificante storia della tortura e dei suoi impressionanti "ordigni", nell'espressione trionfante del lato oscuro della storia.
Piu' di 100 "strumenti" di dolore e morte, a costituire una collezione che comprende pezzi rari risalenti al XVI e XVII sec., o ricostruzioni filologiche, dell '800 e '900, di originali antichi introvabili.
Se infatti sono presenti soprattutto strumenti molto conosciuti quali la Vergine di Norimberga, la Ghigliottina, il Banco di Stiramento, la Sedia Inquisitoria e la Cintura di Castità, parte dell'esposizione è riservata anche ad altri "procuratori di dolore" meno famosi ma incredibilmente sofisticati, dalla Forcella dell'Eretico al Piffero del Baccanaro, dalla Gatta da Scorticamento ai Ragni Spagnoli, in un tripudio della fantasia perversa dell'uomo.
MUSEO CRIMINALE MEDIOEVALE Via del Castello 1/3 (nei pressi di Piazza Cisterna) San Giminiano - Siena Tel. 0577/94.22.43 - Fax 0577/90.79.21 Aperto tutti i giorni ore 10-20.
Ingresso: intero 8 euro; ridotto 5,5

BOLOGNA NUmbER ONE. MAMbo!!!
Il neonato Museo D’Arte Moderna di Bologna vuole integrare ricerca e sperimentazione con l'importanza e la qualità di una preziosa collezione. Inoltre, ha avviato un progetto didattico finalizzato alla divulgazione dell’arte contemporanea attraverso un approccio stimolante e formativo, non nozionistico. METTETEVI ALLA PROVA! In più, fino al 4 novembre 2007 è ospitata la mostra VERTIGO “Il secolo di arte off-media dal Futurismo al web” (vd.foto allegata).
martedì - domenica dalle 10 alle 18
giovedì dalle 10 alle 22
lunedì chiuso.
Intero 9 euro; ridotto7
Bologna,via Don Minzoni, 14. Info: tel: 051/6496611 - 051/6496628 - fax: 051/6496600 - e-mail: info@mambo-bologna.org - www.mambo-bologna.org
Dalla Stazione FS prendere l'autobus 35 in direzione Ospedale Maggiore
Scendere alla fermata Don Minzoni

Trevignano: NON solo ETRUSCHI (RM)
Il Museo Civico Etrusco-Romano che vanta una ricca collezione con più di 350 oggetti esposti, da reperti vascolari di bucchero e di bronzo, alle borchie, fibule e ormanenti d’oro, provenienti da corredi di tombe a camera del VII-VI secolo a.C. Tra i reperti più interessanti del museo un flabello (ventaglio) etrusco, raffinata opera in bronzo della II metà del VII sec a.C. decorato a sbalzo, vero e proprio simbolo di autorità e prestigio, una coppia di anforoni del VII sec. A.C.dipinti secondo una tradizione orientaleggiante, i resti di un guerriero dell'VIII secolo a.C., con le sue armi e i suoi ornamenti, un carro a due ruote (vd.foto), da guidare in piedi, e un calesse per viaggiare seduti. Un pratico esempio per apprezzare di più le nostre utilitarie!
Museo: Piazza Vittorio Emanuele III, Trevignano Romano (RM). Info: 06 9991201

A Genova tanta arTe conTemporanea e una mostra sugli anni '70
Le collezioni del Museo d’Arte Contemporanea di Villa Croce di Genova, costituitesi negli anni, constano di oltre 3000 opere (tra dipinti, sculture, grafiche, collages, materiale fotografico ecc.), patrimonio in continuo accrescimento. Particolare interesse riveste il nucleo delle opere del primo Astrattismo Italiano (Licini (vd.foto), Soldati, Fontana, Magnelli,Reggiani, Radice, Ghiringhelli, Munari, Melotti) e della ricerca tra anni '50 e '80 (Consagra, Manzoni, Agnetti, Icaro, Aricò, Bonalumi, Calderara, Colla, Uncini, Megert, Martini, Olivieri, Nigro, Verna).
Fino al 2/9 la mostra: In pubblico. Azioni e idee degli anni '70 in Italia, con opere come I funerali di Togliatti di Guttuso, le performance di Fabio Mauri, le Italie rovesciate e cancellate di Luciano Fabro e di Emilio Isgrò, Odio di Giberto Zorio, fino ai lavori sul corpo, dalla body art alla citazione più o meno ironica di Salvo, Ontani…
Dal Martedì al Venerdì: 9.00 – 19.00
Sabato e Domenica: 10.00 - 19.00
Lunedì chiuso.
Ingresso: intero 4; ridotto 2,80 euro
Genova- Museo d’arte Contemporanea Villa Croce - Via Jacopo Ruffini 3, 16128 Genova. Tel. +39-010-585772 - Fax ++39-010-532482
email: museocroce@comune.genova.it

Barcellona: eROTISMO DAVVERO!
Primo Museo al mondo ad aver dedicato uno spazio a questo tema, il Museo analizza la storia dell'Erotismo, seguendone l'evoluzione nella storia, nelle scienze e nell'arte.
C'è davvero di che stupirsi e divertirsi: circa 800 pezzi, alcuni di alto valore storico, che illustrano come le diverse culture della terra hanno inteso e intendono il concetto di erotismo.
Cosa ci troverete? Di tutto.
Talismani e amuleti usati dagli orientali durante i riti di fecondità; cibi afrodisiaci; cinture di castità in uso nel Medioevo; il cinema erotico spagnolo; l'espressione erotica di artisti contemporanei, come Dalì, Picasso, Mirò; l'erotismo nelle opere di molti artisti europei dal XV al XIX secolo. Non mancano le rappresentazioni pratiche, come quelle dedicate al Sadomasochismo: attrezzi, manichini, filmati, illustrano l'arte di divertirsi con il sesso facendo e facendosi del male.
Info: Barcellona, Rambla, 96.
Metro Liceo. Tel: (+34)  93 - 318 98 65  
Aperto sempre
Da giugno a Settembre dalle 10 alle 24
Prezzo del biglietto: 7.50 Euro
Voli low cost da tutta Italia per Barcellona su www.expedia.it


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node