Cosa hanno in comune MichelaNgelo e i fenici?
Il fascino straordinario di qualcosa di irripetibile. Come pure le opere degli autori del '900 e gli antichi oggetti delle farmacie del '500...

Riscoprire la Galleria dell'AccadeMia: ke si è aRRicchita...
La galleria deve la sua vasta popolarità alla presenza di alcune sculture di Michelangelo: i Prigioni, il San Matteo e in particolare il celebre David, qui trasportato nel 1873, per il quale venne realizzata la scenografica galleria che ne esalta la magnificenza.
Nei locali contigui, ricavati da due antichi conventi, sono state raccolte, a partire dall’Ottocento, importanti opere d’arte provenienti dall’Accademia del Disegno, dall’Accademia di Belle Arti e da conventi soppressi.
Recentemente la Galleria si è arricchita con il Museo degli strumenti musicali, che comprende antichi, importanti strumenti del Conservatorio Luigi cherubini
Dal martedì alla domenica, dalle ore 8,15 alle ore 18,50
Chiusura: tutti i lunedì
Ingresso euro 6,50, ridotto 3,25

Antica spezieria dello Spedale SeRRistori
Lo Spedale Serristori fu fondato nel 1399 da uno dei priori della Repubblica Fiorentina. La struttura assistenziale fu gradualmente trasformata in vero e proprio ospedale. La farmacia sembra sia stata aperta al suo interno agli inizi Cinquecento. Imperdibile la collezione, formata da vetri e maioliche, rappresenta uno degli esempi più significativi di artigianato ceramico e vitreo toscano fra la fine del secolo XVI e il secolo XIX. Di particolare interesse una serie di ampolloni con beccuccio della manifattura di Montelupo Fiorentino, insieme ad alcuni albarelli. E poi mortai, imbuti, alambicchi e numerosi oggetti officinali in vetro. Un vero e proprio arsenale alchemico!
Indirizzo: Figline Valdarno, Piazza XXV Aprile 10
Fruibilità: su richiesta (ingresso libero)
Info: Tel. 055 91251

MILANO: Galleria di Ponte Rosso e i 1000 volti dell'arte
Maestri del ‘900, maestri di luce, anni 10 sono solo alcune delle generazioni presenti alla galleria di Ponte Rosso. 4 gruppi generazionali passati attraverso momenti storici di rilevante importanza: Scuola di Burano, Novecento, Chiarismo lombardo, Post-impressionismo, Realismo, Naturalismo padano. Dal ’73 a oggi l’attività espositiva della Ponte Rosso è documentata da circa 200 cataloghi di mostre personali, di gruppo, e collettive. Quindi non solo permanente ma sempre itinerante. In corso la mostra ”Il giardino ritrovato” collettiva di pittura che chiama a raccolta numerose opere di diversi artisti, tutte dedicate ai fiori e al giardino, aperta al pubblico gratuitamente, da martedì a sabato dalle ore 10 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19. Stesso orario per la Galleria.
Chiuso domenica e lunedì.
Ingresso GRATUITO!
Via Brera 2 , MILANO, tel 02 86461053

A ORISTANO INCONTRI RAVVICINATI…DI QUALE TIPO DECIDETELO VOI!

ANTIQVARIVM ARBORENSE

maschera morelli

Vi siete mai trovati faccia a faccia con una Maschera funeraria apotropaica punica (Tharros, V secolo a.C.), con la funzione di allontanare il male durante il riposo dei morti (vd.foto)???
L’Antiqvarivm Arborense ospita reperti che abbracciano un arco temporale, che va dall’età preistorica all’età medievale. L’esposizione dal titolo "Il golfo degli empori" consente al visitatore di immergersi in un paesaggio antico, quando il golfo di Oristano era solcato in tutte le direzioni da navigli provenienti dai poli estremi del Mediterraneo.
Tra i reperti presenti un popolo di terracotta ritrovato a Neapolis, nell’agro di Othoca, a Tharros, a Narbolia; l’unico sarcofago filisteo (XII sec. a.C.) individuato nel Mediterraneo occidentale, a Neapolis; una testa di guerriero dagli occhi giganteschi, del tipo dei colossi di Monti Prama, ma trovata quaranta anni fa a Narbolia. Una particolare attenzione merita la sezione relativa agli scribi delle città del golfo: dalle scritture fenicie a quelle greche, latine, ebraiche, greco- bizantine e infine arabe. Interessantissima è la sala retabli ( polittici su tavola collocati sopra un altare) poiché raccoglie opere come il retablo di San Martino (XV secolo), il retablo del Santo Cristo (1533), e il retablo della Madonna dei Consiglieri (1565).
Orario di apertura: tutti i giorni dalle 9.00 alle 14.00 e dalle 15.00 alle 20.00.
Biglietti visita interna Museo:
Intero € 3,00, ridotto € 1,5 (fino a 14 anni e per gruppi di almeno 10 persone), ridotto € 1,00 (studenti fino a 26 anni e oltre i 65 anni).
Le visite guidate sono incluse nel prezzo del bigliettI
Servizi aggiuntivi: saletta video e book- shop specializzato.

Museo Archeologico “Giuseppe Pau”
Piazza Corrias
09170 Oristano
Tel. e fax 0783/791262
E- mail: memoriastoricaor1@virgilio.it
Voli per Cagliari a Partire da 14,99 euro con Ryanair da Bari, Forlì, Trieste, Trapani, Pisa, Verona, Roma, Pisa, Pescara, Perugia, Milano.


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node