piccoli piacEri graTuiti
La poesia non ha prezzo, e l’Europa è un continente pieno di poesia. Bazar è una opportunità per tutti di sognare e assaggiare, non conosce elitarismi e offre questo mese suggerimenti per bocconi di poesia prelibati gratuiti, occasioni di momenti di felicità e crescita intensa che offre l’Europa assolutamente senza requisiti di portafoglio, piaceri da rubare in piena legalità e ciascuno in brevi intensi momenti di partecipazione.

LONDRA: arte gratis, over e underground
L’arte è un bene pubblico e quando è davvero bella non ha a che vedere con prezzi o stratificazioni sociali. L’arte si regala e si gode in un momento di estensione del sé che permette di oltrepassare il confine del conosciuto verso la sperimentazione e l’emozione. Regalatevi quindi 15 minuti di arte gratuita a Londra, la città più cara e mercenaria d’Europa che pure ha i +grandi musei gratuiti, dal British, alla Tate (Britain e Modern), alla National Gallery, alla National Portrait Gallery…

Regalatevi un momento dedicato a una sola opera d’arte. Noi italiani siamo ligi al nostro dovere intellettuale e visitiamo sempre i musei delle nostre mete turistiche. A Londra, permettetevi il lusso di entrare nella National Gallery per vedere una sola opera, tanto non costa nulla, concentratevi 15 minuti sulla Venere e Marte di Botticelli, poi uscite, fate una girata sul fiume, pieni di una sola immagine viva, e non di un catalogo storico di un enorme museo. Fate attenzione sulla riva destra del fiume: il Tamigi è un fiume che sale e scende a seconda delle maree oceaniche che lo ingrossano e dimagriscono. Quando è in secca, le sue sponde formano delle spiaggiette temporanee, lo scultore urbano Andy (noto ai londinesi solo con il suo primo nome) fa delle straordinarie sculture temporanee di sabbia, un bagnante circondato da un coccodrillo, una famiglia di ratti, un regalo gratuito artistico alla città che è invendibile perché poche ore dopo scomparirà sotto la marea che sale di nuovo.

PARIGI: pattinata gratis!
Lo sport, come l’arte, è un piacere soggetto a una commercializzazione feroce. Eppure si può goderne con poco, anzi nulla. Vi suggeriamo di unirvi all’evento sportivo gratuito + bizzarro d’Europa, la pattinata parigina che si svolge tutti i venerdì sera per le strade della capitale francese. La moda dei roller-blade è viva in tutte le città europee, ma è solo a Parigi che i pattini sono mezzi di locomozione comuni come le biciclette e i motorini. Ogni venerdì i roller parigini si trovano alla Place Raoul Dantry nel XIV e invadono le strade in centinaia di pattinatori, fermando il traffico, dalle dieci di sera fino a oltre l'una del mattino. La nuvola di pattinatori gira tutto il centro e fa sosta a Place Vendome, che più che una piazza è un salotto a cielo aperto. L’evento si svolge tutte le settimane dal lontano 1993, ed è una delle feste di strada più veloci d’Europa.
Per maggiori informazioni, guardate il sito www.pari-roller.com.

SPIAggE BerliNEsi
Altro grande piacere spartito da noi europei è la spiaggia. Tutti ci permettiamo un angolo di sabbia, accanto a un mare caldo o freddo, e non esiste simbolo più forte della vacanza. Le spiagge più alla moda sono però spesso esclusive, in località care, irraggiungibili, a pagamento, o semplicemente ardimentose da raggiungere. Allora Bazar suggerisce di provare le spiagge cittadine di Berlino. Nessun biglietto, nessuna tassa lusso per l’ombrellone, nessuna camminata per chilometri sotto il sole coperti di sabbia dopo aver parcheggiato la macchina. Le spiagge di Berlino sono beach bar sul fiume a due passi dalla metropolitana, con sdraio, campi da calcio, e, soprattutto, beach bar e musica alla moda, dove ballare come a Ibiza o Mikonos ma in mezzo a una delle metropoli più cool del continente.

Vi consigliamo lo Strand Bar di Mitte per stare in spiaggia insieme alla gioventù dorata berlinese e con vista, dalla parte opposta del fiume, dell’Isola dei Musei, un quartiere di edifici neoclassici imperiali e di musei che sembrano un miraggio dalle sdraio del beach bar (www.strandbar-mitte.de). Oppure andate all’Ost Strand, bar e spiaggia sul fiume nel quartiere più avanguardista di Friedrichshain, all’ombra dell’East Side Gallery, un pezzo del muro di Berlino ricostruito a ricordo della storia passata della città, dove bere una caipirinha e giocare a calcio sulla spiaggia sotto i comignoli delle strutture industriali sovietiche (www.oststrand.de).


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node