Gay marriage...EVVIVA LE SPOSE!
Riti e usanze dei matrimoni gay. Quando a sposarsi sono le lesbiche... tutte e due accompagnate da papà!

PACS, civil partnership, mariage, partnerskap: chiamatele come volete, ma il riconoscimento delle unioni civili omosessuali è un dato di fatto per circa ¾ dei cittadini dell’ Unione europea. Come si sposano i gay europei? Che festeggiamenti, usanze e tradizioni adottano per rimarcare il grande giorno?
Un esperto in materia è Gino Meriano, manager di Pink Weddings (www.pinkweddings.biz), un servizio di wedding planner basato nel Regno Unito che organizza feste di matrimoni per i gay in molti paesi, inclusa l’Italia (dove però la cerimonia è ancora solo simbolica visto che lo stato non riconosce le unioni unisex). Meriano racconta che i suoi clienti “preferiscono un approccio poco tradizionale”, il vestito bianco per le ragazze è poco comune, preferiscono completi eleganti e a volte anche giacca e pantaloni da uomo. I ragazzi preferiscono completi classici e su misura. Popolarissime le statuette da mettere sulla torta dove invece dello sposo con la sposa si può avere lo sposo e lo sposo o la sposa e la sposa. Il sito www.pinkproducts.co.uk offre statuette di terracotta da mettere sulla torta modellate sulle foto degli sposi, che indossano gli stessi completi e ripetono statura e stazza delle coppia. Il lancio del bouquet di fiori è sempre gradito alle ragazze, anche se una futura sposina amante dell’agricoltura biologica ha suggerito a Bazar che preferirebbe un cavolfiore o un mazzo di carote. Per la luna di miele invece gli organizzatori di matrimoni mettono in guardia le coppie a non andare in paesi dove l’omossessualità è illegale, come per esempio molti dei paesi caraibici (per informazioni specifiche si suggerisce www.ilga.org).
Gli organizzatori di matrimonio francesi offrono invece le soluzioni più sfarzose ed eleganti per i matrimoni gay, da fiori a musica a coreografia. Si consiglia di visitare www.eventus.fr/pacs.htm, www.mirabilis.fr oppure www.lysea-concept.com/pacs.htm.
La festa comincia negli uffici del comune dove spesso i sindaci usano la stanza dei matrimoni anche per celebrare le unioni PACS.
Per le feste più grandi e pazze invece meglio rivolgersi agli spagnoli, come per esempio i barcellonesi di Les and Gay (www.les-and-gay.com) che promettono “inviti originali, fiori delicati, locazioni originali e catering squisito”. Oppure la Agencia Teseo (www.agenciateseo.com) che organizza matrimoni nelle tradizionali “fincas” spagnole, e per chi sta ancora cercando un partner ideale offre anche servizi di agenzia matrimoniale.
E la famiglia? Il più delle volte partecipa alla festa. A volte per le unioni lesbiche entrambi i padri vogliono portare la figlia all’altare, e quindi gli organizzatori devono organizzare due tappeti paralleli per non deludere nessuno. La cerimonia è spesso fatta proprio per il beneficio dei familiari, per festeggiare insieme un rapporto che ha meno rituali e riconoscimenti rispetto alle coppie eterosessuali - come suggerisce Linda Wilkinson, poetessa e drammaturga londinese, che sposerà la sua partner Carol Budd ad aprile, il giorno del ventunesimo anniversario della loro relazione, assieme ai parenti più cari.
Nei paesi scandinavi sono spesso le famiglie a ospitare la cerimonia nel giardino di casa o nella parrocchia locale, visto che la chiesa luterana svedese benedice le coppie dello stesso sesso.  Le famiglie eleganti di Stoccolma, scelgono ambientazioni naturali in una delle centinaia di isole dell’arcipelago della città, dove si mangia in modo tradizionale con aringhe e frutti di mare.
Molte famiglie scandinave traggono esempio dal matrimonio morigerato ma pieno di affetto tra Efva Attling e Eva Dahlgren, Efva&Eva, nel 1995. La Attling è una ex fotomodella e famosa disegnatrice di gioielli (che conta Madonna tra i suoi clienti), mentre la Dahlgren è una delle più amate cantanti rock della Scandinavia. Le due hanno un sito comune, http://www.dahlgren-attling.net/ e sono una delle coppie più amate del Nord.  
Ma Efva&Eva non sono le uniche celebrities gay ad avere detto “sì”, prossimamente si sposeranno anche Elton John e il suo partner David Furnish e George Michael e il suo partner Kenny Goss. Sicuramente le feste di addio al celibato per tutti e due i cantanti saranno in grande stile e con una fila di invitati d’eccezione. 

Matrimonio gay in Europa:
I paesi Ue che riconoscono il matrimonio tra i gay:
Belgio (2003)
Olanda (2001)
Spagna (2005)

Paesi Ue che riconoscono con una cerimonia le unioni civili tra persone dello stesso sesso:
Danimarca (1989)
Finlandia (2001)
Francia (1999)
Germania (2000)
Gran Bretagna (2005)
Lussemburgo (2004)
Slovenia (2005)
Svezia (1994)

Paesi Ue che riconoscono le coppie di fatto legalmente ma senza cerimonie di registrazione:
Austria
Portogallo
Repubblica ceca
Ungheria

Paesi Ue che non riconoscono diritti alle coppie gay:
Cipro
Grecia
Irlanda
Italia
Estonia
Lettonia
Lituania
Malta
Polonia
Slovacchia


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node