imProvvisamente liBera
... e stranamente felice!

Ecco un altro libro per voi letto in poche ore: è il nuovo racconto di Elena Ferrrante, l'autrice de "I giorni dell'abbandono", diventato il film di Roberto Faenza, e "l'amore molesto", altro bel film del regista Mario Martone.
Non mi stupirei se anche questo diventasse il soggetto di un film per quanto è abile l'autrice a farne vedere le immagini, ascoltarne i suoni e percepirne gli odori.

Siamo a Firenze ma quasi immediatamente ci trasferiamo in una località di mare nel Sud d'Italia. Protagonista è una giovane quarantottenne, docente di letteratura inglese all'Università di Firenze, madre di due figlie poco più che ventenni appena trasferite in Canada, dove vive il padre, che inaspettatamente si sente libera e per nulla triste del distacco ma anzi felice di ritrovarsi sola, senza pensieri e doveri verso nessuno.

Arriva al mare. Poco lontano dal suo ombrellone bivacca rumorosa una numerosa famiglia napoletana: la donna comincia a osservarne i personaggi e, forse inaspettatamente, si ritrova a ripercorrere la sua vita: dall'infanzia napoletana, proprio come i suoi vicini di ombrellone, agli anni dell'università fino al ruolo di moglie e di madre. Un passato che ancora insidia il presente, che ritorna a galla nelle sue sfumature peggiori.
In quel "piccolo gesto opaco" infine, la chiave di lettura di una storia che parte con una apparente vena malinconica e si trasforma pian piano in lucida follia che, seppur minimale, composta, come la protagonista, come la narrazione, risulterà necessaria al raggiungimento della propria individualità.

Il libro
ELENA FERRANTE "LA FIGLIA OSCURA" ed. e/o €14,50


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node