nuoVi orientamenti
Orientarsi a Venezia tra servizi sociali e assistenza agli immigrati. Orientarsi tra defibrillatori e soccorsi in carcere. Orientarsi al buio per scoprire gli altri 4 sensi.

VeNeZIA x TUTTi
Mappe della città e brochure multilingue per orientarsi a Venezia
Arriva una novità per quel che riguarda i cittadini stranieri. Il Servizio immigrazione e promozione dei diritti di cittadinanza ha messo a disposizione due mappe della città - centro storico e terraferma – e una brochure informativa, entrambe multilingue. Le mappe, utili soprattutto per chi non parla ancora l’italiano, servono per aiutare i cittadini stranieri appena arrivati in città a orientarsi tra i servizi di accoglienza e di supporto informativo e assistenziale, gli uffici comunali, le strutture sociosanitarie e scolastiche, gli organi di polizia e la ricerca di lavoro. Una seconda iniziativa, presentata il mese scorso, consiste nell’opuscolo Informazioni sui servizi socio-sanitari per le donne immigrate. Un fascicolo redatto in 7 lingue (inglese, francese, russo, arabo, cinese, bangla e italiano) realizzato dalla Consulta delle cittadine nell’ambito del Progetto Media/Azioni promosso dalla Conferenza dei Sindaci, Aulss e finanziato da Regione Veneto. Contiene informazioni, orari e attività su alcuni servizi socio-sanitari e culturali del territorio e in particolare si rivolge alle donne migranti.
Info: www.comune.venezia.it 
 
Al cuor non si coManda
Parte un progetto pilota in 6 carceri

In base ad alcune recenti statistiche, nel nostro Paese, sono circa 4mila (vale a dire il 9% del totale) i detenuti che risultano sofferenti di patologie cardiovascolari. Molti detenuti, poi, hanno un cuore a rischio anche per il condizionamento ambientale della vita carceraria.
Per questo l'Associazione nazionale medici cardiologi ospedalieri e il Dipartimento amministrazione penitenziaria, in collaborazione con Heart care foundation, hanno promosso una campagna di prevenzione, partita il mese da scorso, da Catania. I migliori cardiologi terranno nelle carceri lezioni di pronto intervento, anche per l'uso di defibrillatori, per la polizia penitenziaria.
L'intesa stipulata tra il Dap (Dipartimento amministrazione penitenziaria) e l'Anmco riguarderà successivamente altri istituti di pena. Infatti, una seconda giornata della prevenzione per le malattie del cuore, è fissata per il prossimo 18 maggio nelle carceri di Ascoli, Bologna, Firenze, Genova, Napoli e Roma Rebibbia.
Info: www.lezionidicuore.it

Noir e borderline da ascoltare: in libreria!
Esce in libreria per Mondadori, ma anche in versione audio grazie alla collaborazione dell'istituto Cavazza di Bologna

Questo è il mio sangue è una storia intensa, con ritmi incessanti, ricca di effetti speciali sul cui fondo si ritrova una Bologna periferica e criminale. L’autore racconta la storia di Walter Maggiorani, detto Maggio per gli amici, un ex-prete finito in carcere per aver ucciso un mafioso e costretto da un oscuro Cardinale a scontare una dura penitenza: mettere al servizio di Dio ciò che sa fare meglio. Il suo compito è indagare negli ambienti corrotti di Bologna per ritrovare Mara, una ragazzina vaticana scomparsa.
Maggio è un uomo che potremmo definire borderline che però tutti chiamano ancora Don, ma che ormai non prega più, mena i pugni, frequenta ex compagni di cella e si affida solo al suo manganello d'acciaio. Vaga nel labirinto della sua coscienza dove sente agitarsi il Minotauro.
E' l'eterno conflitto tra bene e male ma in queste pagine è trattato in maniera brillante, i cui spunti di riflessione spuntano a margine e agevolmente arricchiscono una trama ricca di azioni e colpi di scena.
Info: www.cavazza.it - http://www.matteobortolotti.it/

30 maggio e 27 giugno al buio
Ormai il posto lo conosciamo, Bazar lo ha recensito più volte. Ma adesso sono in programma 2 date decisamente noir da ricordare! Non si tratta di una simulazione della cecità: è piuttosto un invito a scoprire una realtà multisensoriale e sorprendente, costruita da elementi non visivi, che favorisce il dialogo tra due realtà umane, quali quelle dei vedenti e dei non vedenti, rafforzando rispetto e tolleranza. L’idea di Andreas Heinecke, impegnato da anni nello sviluppo di progetti che hanno come obiettivo il dialogo tra realtà sociali abitualmente distanti tra loro, è di far fare ai commensali un vero e proprio “viaggio emotivo”: la cena al buio è solo il punto di arrivo del tour sensuale che le guide non vedenti accompagnano ripercorrendo il valore dell’ascoltare, il bello del toccare, il piacere del gustare e il fascino del riconoscere i profumi. L’evento culturale di singolare intensità è sapientemente studiato per esaltare il momento conviviale e per vivere nel buio una particolare esperienza di relazione e di comunicazione.
I prossimi appuntamenti saranno il 30 Maggio e 27 Giugno.
Info:  Tel. 0276394478  - www.dialogonelbuio.org - www.istciechimilano.it


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node