liBri, liBeri, liBerate
+ libri in carcere. + liberi di sciare. E donne... liberate dalla paura di partorire

spirito sportivo
SPORTING SPIRIT SKI TEAM DISABILI LOMBARDIA
è una associazione sportiva affiliata al Comitato Paralimpico Italiano e si occupa di Sci Alpino per disabili fisici dal 1995.
L’attività è sia agonistica sia amatoriale e prevede anche la presenza di corsi di perfezionamento. La squadra è composta da 15atleti e altrettanti volontari, che hanno specifiche competenze (ci sono Maestri di Sci, Fisioterapisti, Operatori di Primo Soccorso, Professionisti di varie categorie, Ex-Atleti che si occupano di formazione e tutoring, ecc...ecc...). L'attività della squadra è annuale, con una maggior frequenza di allenamento durante i mesi invernali. Il campo base è la montagna di Livigno, nella ski area del MOTTOLINO.
Nello specifico, il mono-dualski è lo strumento che permette di sciare, seduti, a individui con ridotte capacità motorie (paraplegici, alcuni tetraplegici, poliomielitici, amputati bilaterali... insomma non deambulanti o deambulanti con gravi difficoltà). Il tutto utilizzando i movimenti di tronco e braccia.
Con questi attrezzi è possibile servirsi della maggior parte degli impianti di risalita, in maniera autonoma. Seggiovie, ski-lift, ancore, non sono un problema, così come non è un problema affrontare la discesa: con un minimo di esperienza si riesce ad affrontare con sicurezza anche una pista nera. SPORTING SPIRIT fornisce inoltre il supporto tecnico a FREERIDER SPORT EVENTS (www.freeridersportevents.it), associazione unica nel suo genere che organizza ogni anno corsi di avviamento in varie località Alpine ed Appenniniche, aiutando le Associazioni locali che si occupano di sci per disabili portando loro personale con competenze tecniche e i materiali necessari.
Info: http://www.sportingspirit.it/

Giallo alle case roSSe
INCONTRI CON GLI AUTORI ALLA CASA CIRCONDARIALE DI GENOVA MARASSI 
La Fratelli Frilli Editori in collaborazione con la cooperativa Il Biscione, la Direzione della Casa Circondariale di Genova Marassi, il patrocinio dell’Assessorato alle Politiche Sociali della Provincia di Genova e con il sostegno della Commissione Carceri della Provincia di Genova, ha dato vita a un ciclo di “Incontri con gli autori”, partito nel mese di marzo, presso la casa Circondariale di Genova Marassi.
Obiettivo dell’iniziativa: offrire ai detenuti l’occasione di avvicinarsi al mondo dei libri, sensibilizzando anche l’opinione pubblica sul tema della lettura come portatrice di valori sani per chi vive la realtà della reclusione.
Inoltre, i libri necessari agli incontri verranno donati alla biblioteca del carcere che li distribuirà di volta in volta ai detenuti interessati. Oltre ai detenuti partecipano i responsabili del giornale “Area di Servizio” e gli educatori del carcere che si occupano di coinvolgere quanti più detenuti nella lettura. Dopo il primo incontro che ha visto protagonista Lorenzo Beccati, il secondo si terrà giovedì 12 aprile con
Annamaria Fassio, una delle più affermate gialliste, che presenta il suo nuovo libro UNA CITTA’ IN GABBIA. Altri incontri proseguiranno nei mesi successivi per concludersi a luglio con un appuntamento dedicato a Fabrizio De Andrè, sempre impegnato nel cantare gli ultimi e gli emarginati. 
INFO: ufficiostampa@frillieditori.com - Tel:  010 3074224

Prima vengono i bambini
E' il tema della campagna 2007 del Partito Socialista Europeo sui nidi e i servizi all’infanzia

È partita da Roma la campagna 2007 del Pse sui nidi e i servizi all’infanzia denominata “Prima vengono i bambini”. L’impegno del Socialismo europeo per una nuova Europa sociale, che focalizza l’attenzione sugli asili nido e le scuole materne di qualità accessibili a tutti. Infatti, a livello europeo è stata riconosciuta l’innovazione contenuta nella legge cosiddetta “Zerosei”, a partire dall’idea che il nido, da servizio a domanda individuale, passa a essere un diritto all’educazione riconosciuto collettivamente dallo Stato.
L’obiettivo della campagna del Pse, così come della legge all’esame del Parlamento italiano, è quello di superare le disuguaglianze sociali e di guardare al nido come luogo di socializzazione e di contrasto alla solitudine, di sostegno alla funzione genitoriale e all’occupazione femminile.
Info: www.dsonline.it 

Salviamo i bebè (e le mamme)
L’Associazione I Diritti Civili nel 2000 ha attivato il progetto OPERAZIONE VIVERE - Numero Verde Salvabebé (800.28.31.10, attivo solo nella regione Lazio e raggiungibile esclusivamente con cellulare per chi chiama da fuori Roma) in aiuto delle mamme in difficoltà. Il Numero Verde Salvabebè è operativo da 4 anni a Roma, e più di recente per tutta la Regione Lazio come servizio centralizzato di informazione e sensibilizzazione sulla possibilità per le donne che non possono o non vogliono tenere con sé il loro bambino, di partorire nelle strutture ospedaliere pubbliche scegliendo l’anonimato.
L’Associazione non è un ente di beneficenza, ma mira alla promozione della persona. Infatti i finanziamenti vengono utilizzati per canalizzare e organizzare le risorse di volontariato che, sollecitate, producono un’ingente quantità di beni (cibo, indumenti, prodotti). 
INFO: Sportelli Salvamamme Tel: 06.35.40.43.51 o 06.35.40.38.23
 www.salvabebe.org - contatti@salvabebe.org


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node