strisce imbarazzanti...
C'è l'imbarazzo dell'anima per un'opera che affronta il vergognoso piano segreto della polizia zarista russa per sterminare il popolo ebreo. O l'imbarazzo degli ipocriti per un fumetto gay che parla di storie gay al confine con l'hard. Tutto condito da i

Esce in Italia il testamento del + grande maestro del fumetto
Dopo anticipazioni e anteprime finalmente anche in Italia l'opera ultima di Will Eisner. Un toccante studio sulle ragioni dell’antisemitismo, attraverso le vicende delle Russia zarista.
Prendete in mano questa sua ultima fatica, postuma, Il Complotto – La storia segreta dei protocolli dei Savi di Sion (Einaudi tascabili): è il commiato di Will Eisner dal mondo dei fumetti, arrivato quasi un anno dalla sua morte, un'opera conclusa solo un mese prima di scomparire, all’età di 87 anni. Per lui, figlio di immigrati ebrei fuggiti dall’Europa, deve essere stato un tema sofferto, quello dei protocolli dei Savi di Sion, documenti falsi fabbricati dalla polizia zarista, in cui si rivelava il piano segreto degli Ebrei per dominare il mondo, al fine di giustificare le persecuzioni in Russia, e tutt’ora spacciati come verità dalla propaganda antisemita.
Ci sono voluti anni ad Eisner per studiare tutte le carte, compiere le ricerche, perché il tema dell’antisemitismo che lo ha toccato da vicino è sempre stato per lui difficile come ci si aspetta da ogni ebreo, ancora più se con la sua immensa sensibilità.
Il risultato è imbarazzante, nel senso di imbarazzante per l’anima, perché la tocca nel vivo e la mette in difficoltà… che siate cattolici, musulmani, indù o scintoisti, che la domenica andiate in chiesa o che preferiate una gita, non potrete rimanere indifferenti a questo ennesimo capolavoro dell’inventore della “graphic novel”.
É emozionante scriverci sopra, figurarsi leggerlo. E se un sorriso di felicità viene spontaneo nel pensare di poter godere di quest’opera, una lacrima prende il suo posto a pensare che Will non c’è più. Ci accompagnerà la sua arte.

Puntuale come la bolletta della luce, ma decisamente più attesa, torna ancora Lucca Comics&Games
Da che mondo è mondo, e da che fumetto è fumetto, la fine di ottobre è il periodo di Lucca Comics, la + importante fiera del fumetto della penisola, e una delle più importanti in Europa (viene in mente solo Angoulême allo stesso livello). Anche quest’anno il Lucca Comics&Games (http://www.luccacomicsandgames.com/) è andato alla grande, dopo il record dell’anno passato. Impossibile peraltro un riassunto esaustivo nell’angusto spazio di questa rubrica, giusto una citazione per alcuni avvenimenti sparsi.
Si parlava di Will Eisner ed a Lucca i tipi di Tunuè in collaborazione con Andrea Plazzi hanno presentato in anteprima una versione non definitiva del documentario sul maestro, a cui stanno lavorando Andrew e John Cooke,  Will Eisner: the spirit of an artistic pioneer (di cui potete vedere un trailer a questo indirizzo www.montillapictures.com/media/eisner.mpg), che è stato probabilmente il main event della manifestazione, considerata anche l’anteprima mondiale.
Consegnati ovviamente anche i gran premi del fumetto Gran Guinigi, che hanno riservato delle sorprese.
Fra i premi più importanti abbiamo quello come miglior serie per John Doe (abbastanza atteso), come miglior autore unico a Gipi (Gli Innocenti, Esterno Notte) e il premio speciale per un maestro del fumetto a Grazia Nidasio (la più grande autrice del fumetto italiano, che ha creato personaggi del fumetto per bambini come Stefi e Valentina mela verde), e infine la scelta abbastanza coraggiosa di premiare uno degli autori più originali del mondo, il tedesco Ralf König, per la miglior storia lunga, col suo Palle di toro, un fumetto gay che parla di storie gay in maniera abbastanza cruda, e che spesso e volentieri sconfina nell’hard, ma sempre in maniera scanzonata e satireggiante. La storia è uscita per la prima volta in Germania nel ’92 ma solo oggi grazie a Kappa Edizioni viene tradotta in Italia.

Fiere e buoi dei paesi tuoi
Visto che si parla di Lucca ecco un paio di segnalazioni di tipo “fieristico”.
La prima doverosa è per l’appena concluso Wizardworld di Dallas, in cui le major americane Marvel e DC hanno dato news importanti sulla loro politica editoriale per quanto riguarda il 2006.
La DC ha annunciato che alla fine della maxisaga Identity Crisis cambieranno team creativo ben tre quarti dei serial pubblicati (la notizia più altisonante per ora è lo sbarco del grande Marv Wolfman alla guida di Teen Titans).
Mentre la Marvel ha sparato il botto più rumoroso, con l’annuncio dell’ingresso nel suo parco autori di tale Stephen King, che non si occuperà di supereroi, ma di ciò che gli riesce meglio: l’Horror. Il buon Steve scriverà la serie Dark Tower, tratta proprio dal suo omonimo romanzo (in Italia La Torre Nera). Assieme a King arrivano alla casa delle idee anche David Morrel, creatore di Rambo (per un one shot di Captain America), e il romanziere Eric Jerome Dickey, specializzato in storie che riguardano la comunità nera d’America, che infatti scriverà una miniserie in 6 parti con Tempesta e Pantera Nera, i due supereroi “colored” più famosi della Marvel.

Per chi avesse perso Lucca poi (male!) si può parzialmente rimediare con altre due ottime fiere fumettistiche ormai imminenti.
Per chi sta in zona emiliana il 3 e 4 Dicembre cade a fagiolo la 35esima edizione della mostra mercato del fumetto di Reggio Emilia, organizzata dall’ANAFI (
http://www.arcire.it/anafi/), che vedrà oltre 150 espositori proporre il loro materiale.
Invece dall’8 all’11 Dicembre si svolgerà quella che è ormai la seconda fiera del paese, il Romics di Roma (
http://www.romics.it/), ormai alla quinta edizione, dopo la “scissione” dall’Expocartoon. Il programma non è ancora definito, ma ci saranno come ogni anno ospiti, numerosi espositori, mostre e gli ormai tradizionali Gran Galà del doppiaggio, cioè gli oscar dei doppiatori, e il Cosplay Romic Award, la sfilata in maschera che deciderà i partecipanti italiani al World Cosplay Summit 2006 di Tokyo.

AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node