roBa da maTTi!
Mentre negli Stati UniTi l’industria si è autocelebrata con gli Academy AwaRds, in Italia approdano, oltre ai deludenti The Fountain di Darren Aronofsky e Ritratto di Frank Gehry di Sidney Pollack, 2 opere politicamente importanti: un mockumentary d’oltremanica e una rivelazione dal Sundance Film Festival...

Bush ucciso da un perfiDo regista inglese
Ambientato un anno nel futuro, Death Of A President di Gabriel Range (9 Marzo) narra le vicende immaginarie dell’assassinio del presidente degli Stati Uniti d’America, George W. Bush Jr. e delle conseguenti indagini, svolte dall’FBI, per scovare il killer.
Il realismo di D.O.A.P. (per gli amanti delle sigle) è perturbante: il girato e i filmati d’archivio, alterati col digitale, si ibridano in un mélange quasi perfetto, grazie anche a un eccellente lavoro di colour grading, e sia la recitazione degli attori, sia gli eventi narrati sono fin troppo verosimili.
Che Range non sia un ammiratore dell’amministrazione Bush è un truismo (basti pensare al Patriot Act III, la legge iper-reazionaria emanata da Chaney subito dopo l’omicidio) e la crudezza del documentario, anche solo come contestazione, è cento volte più efficace della sardonicità di Michael Moore. Ma il divertimento non è certo tra gli obbiettivi di Range, che si spinge oltre il semplice dissenso, creando un mondo autonomo dove, come in un quadro di Francis Bacon, il peggio è già accaduto. Nella seconda parte, tra false piste e autocelebrazione patriottica, vedere Dick Chaney pronunciare l’orazione funebre per Bush fa un certo effetto e il fatto che il presidente sia presentato quasi come un martire è + inquietante che contraddittorio.

Avere un santo in paRadiso: ecco quello ke conta!
Scoperto da Robert Downey Jr. a un reading, il quarantenne Dito Montiel esordisce alla regia con Guida per Riconoscere i Tuoi Santi (9 Marzo), film tratto dalle sue memorie, girato con uno sguardo intimista e saturo di melanconia. Osannato a Sundance, dove è stato premiato con il Director’s Award, Montiel tiene a mente le lezioni newyorkesi di Spike Lee e tratteggia il quartiere di Astoria, nel Queens, con pochi colori sbiaditi, giallo e marrone che prevalgono su tutti. Una regia già consapevole che non dimostra ma lascia intuire, inducendo lo spettatore a seguire un percorso dove contano le emozioni più che i fatti, senza bisogno di dimostrare a tutti i costi che da queste ci sia una lezione da imparare. In un cast di bravissimi attori non professionisti, scovati da Montiel per le strade di New York, spicca la breve e posata interpretazione di Robert Downey Jr. e la superba performance di Chaz Palminteri nei panni del padre di Dito. Il titolo del film nasce dall’idea che il personaggio del giovane Dito, scampato alla sorte dei suoi coetanei, (morti, tossicodipendenti o in carcere) si convince che ci siano dei santi a proteggerlo.
Idea a cui, tutto sommato, anche agli spettatori piacerà credere.

DVD: que viva MARKER!
“Bisogna radere la Sorbona e mettere Marker al suo posto!” gridava Henri Michaux e non aveva poi tutti i torti: la leggenda che si è creata intorno all’uomo, allievo di Sartre, compagno di ventura di Debord e Resnais, raggiunge proporzioni monumentali. Ma è stata la sua opera a spuntarla, sempre e comunque, a partire da La Jetée, uno dei cortometreggi più belli della storia del cinema: montaggio di immagini fisse accompagnate da una voce narrante, dove il viaggio temporale è il veicolo di un appello in cui passato e futuro sono chiamati in soccorso del presente. Sans Soleil, ai limiti del documentario, si organizza come una partitura musicale, per stratificazione e richiami interni, mescolando saggio filosofico, racconto di fiction, opera fantascientifica. Raccolti per la prima volta in dvd per il pubblico italiano, i due film sono accompagnati da Level 5, uno degli ultimo lavori di Marker, che, partendo dalla storia di una donna alle prese con un videogioco sulla ricostruzione della battaglia di Okinawa, si addentra ancora più a fondo nell’esplorazione degli universi digitali e dello stesso linguaggio cinematografico. Imperdibile.
Cofanetto Chris Marker, Ripley’s Home Video, euro 17.99, disponibile dal 15 Marzo

con la collaborazione di Marco Pisoni


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node