Quant’è lontana LAmerica!
Perché NON cominciamo a copiare solo le cose buone (ke sono tante) dagli States e lasciamo perdere quelle negative?

Questa infatti sarebbe proprio da clonare: i campus americani regalano musica ai loro studenti attraverso degli accordi fatti con le maggiori società del settore come Ruckus, Rhapsody e Napster.

Come funziona?
Le società in questione mettono a disposizione delle università le proprie librerie di MP3 (cariche di oltre un milione di brani) che gli studenti possono scaricare LEGALMENTE sul proprio disco rigido o sul lettore.

Chi paga i diritti d’autore? Gli sponsor ovviamente, ben contenti di comparire su siti e portali visitati quotidianamente da migliaia di studenti. A quest’ultimi non resta che pagare una piccola iscrizione annua (qualche dollaro) per portare i brani fuori dal campus… Niente male vero? A quando anche in Italia?

Per ki vuole curiosare: www.ruckusnetwork.com


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node