neSSuno sconto eMotivo
speTTacoli potenti e offensivi. Testi anomali, critici e graffianti. Atmosfere fosche. Ballate poeTiche. Mix di musiche e suGGestioni. Colori forti e itinerari energizZanti... Non c'è scampo x ki non vuole emoZionarsi

A Torino torna la Socìetas: HEY GIRL!
Dopo il progetto metamorfico e adattabile di Tragedia Endogonidia, ecco arrivare sulla scena Hey Girl! di Castellucci e i Raffaello Sanzio, ultima performance della Socìetas. Nessuno sconto emotivo per lo spettatore, nessun cedimento narrativo degli autori, bensì la potenza visionaria di un teatro doloroso e combattivo, ficcante e puntuale nelle argomentazioni, vigile e tormentato nelle caratterizzazioni dei personaggi. Fedeli a se stessi e alla propria estetica anche in Hey girl!, la Societas mette ora in scena il quotidiano così come non lo avete mai visto: spoglio di qualunque ambizione mimetica e realistica, banale come solo la normalità sa essere, ripetitivo come solo la gestualità più familiare sa essere. Eppure lo spettacolo è magistrale, potente e offensivo come una lama di rasoio, marchiato da una fisicità cruda e priva di sbavature, da gesti che sono atti linguistici ridotti al grado zero del significato. Se non avete mai visto uno spettacolo del gruppo di Cesena, non perdete questa occasione. Sarete ripagati.
HEY GIRL!
Societas Raffaello Sanzio
Regia e testo di Romeo Castellucci
Drammaturgia di Chiara Guidi
Cura di Claudia Castellucci
Con: Silvia Costa e cast in via di definizione
Dal 13 al 18 gennaio 2007
Limone Fonderie Teatrali, via Pastrengo 88, Moncalieri, Torino
Biglietti: da 19 a 16 Euro
Info e prenotazioni: 011 5176246; www.teatrostabiletorino.it

TERRA di neSSuno: un personaggio e 3 fantasmi a Milano
Lorenzo Loris affronta un altro classico della drammaturgia teatrale del ‘900. Harold Pinter, nazionalità inglese, Premio Nobel x la letteratura nel 2005, viene qui riscoperto per le sue enormi potenzialità natrrative e drammatiche. Terra di nessuno è un testo anomalo, critico e graffiante, difficile da mettere in scena ma energicamente stimolante. Si racconta il rapporto fra uno scrittore e critico di successo e un poeta vagabondo che per vivere e sbarcare il lunario è costretto a svolgere lavori umili. In comune hanno solo la bottiglia e la disperazione profonda nata da un senso dell’esistenza prossima alla fine, dove anche i ricordi che sembrano essere le cose vere che ci sono accadute perdono consistenza e svaniscono nell’ indeterminatezza. In scena ci sono 4 personaggi ma forse uno solo è reale e gli altri 3 non sono che la proiezione di se stesso , dei suoi fantasmi. 
TERRA DI NESSUNO
di Harold Pinter
traduzione Alessandra Serra
regia di Lorenzo Loris
con: Gigio Alberti, Mario Sala, Giovanni Franzoni, Angelo di Genio
Scene Daniela Gardinazzi
Musiche Ariel Bertoldo e Andrea Mormina
Dal 10 gennaio all’11 febbraio 2007
Teatro Out Off, via Mac Mahon 16, Milano
Biglietti: 16 Euro, previsti ridotti
Info e prenotazioni: 02 34532140; www.teatrooutoff.it
prima nazionale

In Sardegna per vedere LA BUSTA
La trama de La busta, il nuovo testo di Spiro Scimone è scarna ed essenziale: c'è un signore che ha ricevuto una misteriosa busta, e si presenta in una sorta di bunker a domandare le ragioni per cui gli è stata mandata. Qui trova un funzionario dai modi subdoli e insinuanti, con indosso uno strano parrucchino, seduto su una poltrona dotata di specchietto retrovisore. Il funzionario, che è il segretario di un inaccessibile Presidente, offre con untuosa insistenza sigarette e whisky, ma ci vuol poco a capire che il luogo nasconde qualcosa di inquietante. Da oltre la porta arrivano infatti di tanto in tanto le urla di una ignota vittima torturata perché capisca cos'è la democrazia. Dietro l'uscio di un ripostiglio si nasconde invece un individuo maltrattato e sottomesso, costretto a bere dalla ciotola del cane e a passeggiare al guinzaglio, uno che dice di avere fatto il ballerino. C'è anche un ambiguo cuoco, che irrompe talora con un pentolone di carne sospetta. Il signore venuto per una spiegazione capisce inoltre di essere stato convocato lì per rispondere di un'oscura colpa. La busta è una commedia drammatica dalle atmosfere fosche che racconta un mondo fatto di violenze, ingiustizie e discriminazioni. Evidenti le ascendenze della pièce da Beckett e Kafka.
LA BUSTA
Compagnia Scimone Sframeli
Regia: Francesco Sframeli
con: Francesco Sframeli, Spiro Scimone, Nicola Rignanese, Salvatore Arena
Scenografia: Barbara Bessi
11-14 Gennaio 2007
Teatro Alfieri, Via Della Pineta 209
info e prenotazioni:  070 3481147; www.cedacsardegna.it

Vincenzo Pirrotta e Emma Dante a Napoli: LA BALLATA DELLE BALLATE
Vincenzo Pirrotta è, con Emma Dante, uno dei nuovi talenti siciliani della regia teatrale. Allievo  di Mimmo Cuticchio, è erede della tradizione dei cuntisti e dei cantastorie siciliani, e lavora all'innesto di questa arcaica tradizione siciliana con sperimentazioni teatrali e artistiche contemporanee. Propone sulla scena La ballata delle ballate, racconto di un uomo, un latitante mafioso, che nel suo covo recita un rosario dove i misteri dolorosi sono quelli della passione di Cristo, e i misteri gioiosi (misteri di stato) sono quelli delle 5000 vittime di "cosa nostra". In un delirio dove s’incontrano misticismo e violenza nasce il contrasto tra la parola di Dio che il latitante professa e la brutale parola della mafia che invece mette in pratica.
Tutto senza ricorrere a immagini stereotipate, ma con una ballata dove la poesia e la ricerca della musicalità, sono il filo rosso di questo canto di colpa e di “non” espiazione.
LA BALLATA DELLE BALLATE
testo e regia Vincenzo Pirrotta
con Filippo Luna
musiche eseguite dal vivo da Giovanni Parrinello
produzione Associazione Culturale Frotisterion
teatro Ferrari, Napoli
dall’11 al 14 gennaio 2007
info e biglietteria: www.teatrostabiledinapoli.it; 081 551 33 96

Ballando la LA BELLA ADDORMENTATA a Ferrara
La fiaba di Perrault è un pretesto per mostrare il massimo splendore dell’arte coreografica dell’Ottocento dove mimica, azione teatrale e musica sono elegantemente fuse con il gesto coreografico. Andata in scena per la prima volta al Teatro Marijnskij di San Pietroburgo nel 1890, La Bella Addormentata rappresenta un’antologia del balletto classico: gli ensemble, i numeri dei solisti, dei primi ballerini e delle étoile si susseguono sul palcoscenico permettendo di esibire appieno il virtuosismo dei danzatori. E non è un caso che proprio le compagnie dei grandi teatri d’opera dell’Est siano oggi quelle che con maggiore successo sanno far rivivere in scena questa  grande tradizione.
LA BELLA ADDORMENTATA
BALLETTO DELL’OPERA DI KIEV, UCRAINA
direzione artistica Victor Yaremenko
balletto in tre atti con un prologo e un’apoteosi
libretto di I. Vzevoložskij e Marius Petipa
basato sul racconto di Charles Perrault
coreografia: Marius Petipa (con frammenti di E. Lopujov e Y. Grigorovic)
musica: Pëtr Il’ic Cajkovskij
scene e costumi: Maria Levitzkaia
danzatori principali: Elena Filippieva, Natalia Domraceva, Viktor Išcuk, Sergei Sidorskij
danzatori solisti: Khistina Balaban, Tetiana Lozova, Shinobu Takita, Iulija Trandasir, Maxim Motkov, Evgen Lagunov
23 gennaio 2007
Teatro Comunale di Ferrara
Biglietti: da 32 a 27 Euro
Info e prenotazioni: Tel. 0532 202675 ; www.teatrocomunalediferrara.it

Torino: DA TANGO A SIRTAKI
Raffaele Paganini torna sul palco con il balletto, con le emozioni e con i sentimenti di un uomo che fugge dalla realtà per vivere sogni e sorprese a lui sconosciute. Spettacolo popolare di cui è protagonista Zorba, ragazzo greco, che vive la sua quotidianità con dispetto e rassegnazione.
La sua vita  “troppo normale e perfetta lo allontana dalle decisioni e lo porta ad aver paura di sé stesso". Così inizia un viaggio sia attraverso il mondo sia dentro di sé. Nei suoi vagabondaggi  visiterà terre lontane, luoghi d'incantevole bellezza, città pittoresche.
La diversità di atmosfere culturali e di civiltà lo condurranno a vivere sconosciute esperienze di vita tra sogni, speranze, delusioni, dolore, nuovi e forti sentimenti d'amore e d'amicizia.
Ma l'entusiasmo iniziale lascerà il posto alla solitudine, alla nostalgia del suo paese, delle sue origini, dalla donna che ha lasciato…
Un mix di musiche, dal tango al sirtaki passando da balli tradizionali e da ritmi di diversa provenienza, di colori, di atmosfere e di suggestioni che creano un itinerario caratterizzato da dinamicità ed energia, dove è difficile sfuggire al coinvolgimento emozionale e artistico.
DA TANGO A SIRTAKI
Raffaele Paganini
16 e 17 gennaio 2007
Teatro Colosseo, via Madama Cristina, Torino
Biglietti: Poltronissima € 23,50; Poltrona € 21,50; Galleria € 19,50
Info e prenotazioni: 011 6698034 - 011 6505195

Venezia danza contemporaneo: FOUR DOGS NIGHT
Danzedautunno è un appuntamento felice e atteso con la danza contemporanea italiana. Con grande successo, la rassegna torna al Teatro Fondamenta Nuove con inedite creazioni e felici connubi tra danza e teatro, musica e contact improvisation, danza di strada e storie di epici incontri.
La rassegna è come sempre, promossa e sostenuta dal Comune di Venezia in collaborazione con ARTEVEN – Circuito Teatrale Regionale, l'Assessorato alla Cultura della Provincia di Venezia, la Regione Veneto e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale per lo Spettacolo dal vivo. Le compagnie invitate sono cinque, tutte italiane e con nuove creazioni. Vi consigliamo per il mese di gennaio di non mancare alla prova d’autore proposta dalla compagnia Ersilia Danza capitanata dalla coreografa Laura Corradi, allieva di una dei mostri sacri della ricerca coreutica contemporanea: Carolyn Carlson. Four Dogs Night è secondo le parole della stessa coreografa “un interminabile quadro astratto di quelli che devi guardare da lontano per coglierne il senso, ma finché ci sono dentro, immobile o tremante, ne posso solo far parte”.
FOUR DOGS NIGHT
COMPAGNIA ERSILIA DANZA
coreografia, regia, testi | Laura Corradi
danzatori : Marco Benedetti, Silvia Bertoncelli, Giorgio Gobbi
musiche originali : Enrico Terragnoli
13 e 14 gennaio 2007, ore 21
Tatro Fondamente Nuove, Venezia
Biglietti: intero 13 Euro; ridotti 11 Euro
Informazioni e prenotazioni: 041 5224498, www.teatrofondamentanuove.it
Tutto il programma del Festival sul sito ufficiale.

A gennaio il Maggio Danza di Pisa
Il teatro Verdi di Pisa presenta una rassegna di danza contemporanea fitta di appuntamenti prestigiosi. Apre la rassegna il Maggio Danza con una serata internazionale cosstellata di personaggi celebri

LES SYLPHIDES
coreografia Mikhail Fokine
musica Fryderyk Chopin
La celebre rilettura del balletto romantico ad opera Mikhail Fokine (1909). Con questa opera il coreografo intese donare al balletto classico una forma nuova che fosse destinata a sopravvivere all'usura del tempo e che inaugurò il genere tutto moderno del balletto astratto.

L'APRES-MIDI D'UN FAUNE
coreografia Vaslav Nijinskji
musica Claude Debussy
Lavoro d'esordio di Nijinskji, provocò al suo debutto a Parigi (Theatre du Chatelet, 1912 ) una clamorosa spaccatura del pubblico e della stampa. Alla seconda rappresentazione si richiese addirittura l'intervento della polizia per le scandalose allusioni erotiche. Polemiche e contestazioni destinate a sparire col tempo: in seguito, infatti, il balletto si sarebbe confermato come un autentico capolavoro, profondamente innovativo per concezione e coreografia, che ancora oggi guardiamo con ammirazione.

EPPUR SI MOVE...
coreografia Giorgio Mancini
musica Antonio Vivaldi, Jean Philippe Rameau, Arcangelo Corelli, Giuseppe Valentini, Georg Friedrich Haendel, Johann Sebastian Bach
Conclude la serata il lavoro del Direttore di MaggioDanza, Giorgio Mancini, una coreografia dove l'energia è accumulata fino alle estreme conseguenze. La follia, l'eccesso e altri aspetti dell'arte barocca trovano espressione in un intrigante linguaggio neoclassico.
Fondazione Teatro di Pisa
RASSEGNA DI DANZA 2007
Teatro Verdi, Pisa
Sabato 20 gennaio 2007, ore 21
Info e prenotazioni: 050-941111
Biglietti:da 27 a 13.50 Euro


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node